lunedì 27 luglio 2009

ISLAM, SPOSA ITALIANA E MAROCCHINO PATTEGGIA PER BIGAMIA. ERA SOLO SEPARATO DALLA PRIMA MOGLIE E LA SECONDA AVEVA 16 ANNI

E poi leggete: «Niente più cittadinanza con le nozze» Leggi tutto... .

(ANSA) - Milano 15 Lug - ''La sua religone dice che puo' sposarsi con tante donne''. Cosi', davanti al gip di Milano Guido Salvini, una donna italiana di 35 anni ha cercato di difendere l'ex marito marocchino, accusato di bigamia per aver cercato di trascrivere in Italia il suo secondo matrimonio con una connazionale, contratto quando non era ancora divorziato dalla prima moglie, ma solo separato. L'uomo, davanti al giudice, ha patteggiato una pena di 8 mesi di reclusione. Il marocchino, Bouzekri L., 39 anni, arrivato in Italia nei primi anni '90, si era sposato nel '94 con una donna di Pavia, Stefania P., e aveva cosi' ottenuto la cittadinanza italiana nel '98. I due si erano separati nel 2003 e l'uomo era subito andato in Marocco per sposarsi con una connazionale di 16 anni e mezzo, gia' divorziata nel suo Paese.
Le nozze erano state celebrate ''secondo i precetti del Corano e della tradizione islamica'', come recita l'atto datato agosto 2004. La sposa era stata ''concessa in matrimonio dal padre'' e aveva ricevuto una dote. L'uomo, portata la seconda moglie in Italia, nel settembre 2008 aveva richiesto la trascrizione delle nuove nozze in Italia, ma l'ufficiale di stato civile di Assago (Milano) aveva inviato una nota alla magistratura. ''Sapevo che mio marito sarebbe andato a sposarsi in Marocco - ha spiegato la prima moglie al giudice in qualita' di persona offesa - Quando l'ho sposato sapevo che, per la sua religione, all'estero avrebbe potuto sposare altre donne''. Davanti al magistrato, invece, la sposa marocchina si e' presentata con l'hijab sul capo e se lo e' tolto su invito del giudice. ''Non avevo capito che senza divorzio ci fossero ostacoli - ha spiegato - perche' in Marocco si puo' sposare piu' di una donna''. Il gip Salvini nella sentenza ricorda ''gli obblighi'' e le ''conseguenze derivanti dalla scelta di divenire cittadino italiano''. (Fonte: Souad Sbai)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao puoi partecipare a questo concorso ?

http://www.filmissimo.it/ipod-shuffle-in-regalo.html

Se lo fai puoi dire che ti ha invitato Martina di jekino11 ?

Grazie ;)

Alessamdra ha detto...

Ciao, Martina... ehm... vedrò il sito quanto prima! :-)

Anonimo ha detto...

Sono felice che per una volta la giustizia ha funzionatpo punedi chi viola la legge.
Questo sarebbe un cittadino italiano????? Non conoce la legge che punisce la bigamia.
La cosa che veramente mi meraviglia è che la ex moglie italiana lo difende.
Mi pondo una domanda , ma donne come quste lo hanno un cervello oppure no??????
lorena

Alessandra ha detto...

E ce ne sono veramente molti di cittadini italiani poligami... . Quanto al fatto che la moglie lo difenda, misteri della vita! Alla faccia della "parte offesa"... .

Roberto Achik ha detto...

Assalam Alaykum,

La mia risposta si trova qui:

http://muslim.splinder.com/post/21084628/Poliginia...+condannato%3F+L'ass

Essendo lunga non la riprendo qui nel commento.

Trattasi di un evidente assurdo giuridico il che la dice lunga sui limiti della nostra idea di laicità.