lunedì 8 giugno 2009

"OGGI A CREMA, NEL GIORNO DELLE ELEZIONI EUROPEE, FARO' DA PADRINO A UN'AMICA MUSULMANA CHE ABBRACCERA' LA FEDE IN CRISTO", di Magdi Cristiano Allam

Appello ai musulmani d'Italia: convertitevi alla fede cristiana liberamente e con orgoglio, senza cedere alle minacce del terrorismo islamico e senza farvi condizionare dalla pavidità presente all'interno della Chiesa stessa.

Musulmani d’Italia e d’Europa che sentite dentro di voi il dono della fede cristiana, vi esorto a convertirvi liberamente e con orgoglio, vi chiedo di proclamare con la schiena dritta e a testa alta la verità di Gesù senza né cedere alle condanne e alla minacce del terrorismo islamico né farvi condizionare dalla viltà di coloro che in Occidente, anche all’interno della Chiesa stessa, si sono sottomessi alla schiavitù ideologica dell’islamicamente corretto, che li porta a non fare e a non dire nulla che possa urtare la suscettibilità degli islamici. Finendo per chiedere a voi, nuovi fratelli in Cristo, di ricevere il battesimo segretamente e di professare il culto cristiano nelle tenebre di nuove catacombe, rendendosi complici di una ignobile violazione del diritto alla libertà religiosa e di una vergognosa lesione della dignità della persona, costringendovi a dichiararvi islamici in pubblico e a vivere il cristianesimo privatamente.Conosco decine di musulmani che in Italia subiscono questa persecuzione religiosa per aver liberamente abbracciato la fede in Gesù. Ebbene è ora di spezzare le catene di questa tirannide a cui ci auto-condanniamo in questa nostra terra di cristianità e culla del cattolicesimo. Se noi non siamo più in grado di essere pienamente noi stessi a casa nostra, vuol dire che siamo consapevolmente e irresponsabilmente votati al suicidio della nostra umanità e della nostra civiltà. Diciamo basta al terrorismo islamico che persino a casa nostra condanna a morte per apostasia il musulmano che abbandona l’islam! Diciamo basta all’islamicamente corretto con cui volontariamente, qui a casa nostra, ci sottomettiamo sempre più all’arbitrio del Corano, di Maometto e della sharia islamica! Riscopriamo la testimonianza del Dio che si è fatto uomo e si è incarnato in Gesù: “Quello che vi dico nelle tenebre ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio predicatelo sui tetti” (Matteo, 10,27). Prendiamo esempio dal Suo Vicario, il Papa Benedetto XVI, che nella notte della Veglia Pasquale il 22 marzo 2008, nella Basilica di San Pietro, ha inviato un messaggio chiaro e illuminante alla Cristianità scegliendo di essere lui a celebrare il mio battesimo, a dispetto della condanna a morte e delle reiterate minacce dei terroristi islamici che mi costringono da oltre sei anni a vivere con la scorta, confermando di essere un autentico testimone sia di fede sia di libertà. Ecco perché voglio tributare un elogio particolare a Khadija Elhassad, che da musulmana credente e praticante riceverà proprio oggi a Crema la gioia del battesimo in Cristo, in una cerimonia religiosa nella Chiesa della Santissima Trinità, officiata nella festa della Santissima Trinità dal vescovo di Crema, monsignor Oscar Cantoni, che fu consacrato vescovo il 5 marzo 2005 dall’allora vescovo di Como, Alessandro Maggiolini, che è stato uno dei più limpidi testimoni della verità cristiana e strenuo oppositore del relativismo religioso e dell’islamicamente corretto in seno alla Chiesa. Don Sandro, come amava che lo chiamassi per evidenziare la fraternità cristiana che ci univa, in una lettera aperta pubblicata sul suo sito dopo il mio battesimo scrisse: “Volevo ringraziarti per il coraggio che hai mostrato tu e il Papa con te. In un periodo di esitazione e di paura di fronte a una persecuzione almeno latente, appare una benedizione di Dio che persone come te e come Benedetto XVI mettano da parte paura e diplomazia e parlino con la chiarezza di una fede per la quale il Signore Gesù è morto e risorto. Grazie per questo richiamo a una fede limpida e forte composta non solo di parole e di esortazioni, ma di un coraggio che si espone al pericolo della testimonianza per il credere e il vivere cristiano. Fede e ragione. Chissà che questo gesto di chiarezza e di forza non aiuti a ridare dignità e vigore anche a noi preti e a noi cardinali e vescovi, dopo l’esempio del Papa. Prego per te e per i tuoi – nostri – amici. Un tuo gesto val più di predicozzi e di trattati. Como, 23 marzo 2008. Non è un caso che il suo discepolo, monsignor Oscar Cantoni, abbia scelto come massima a cui si ispira “Fare di Cristo il cuore del mondo”.Ho conosciuto Khadija nella serata del 23 ottobre 2008 nel Teatro San Domenico di Crema. Dopo aver presentato il libro autobiografico sulla mia conversione, “Grazie Gesù”, sono rimasto sbalordito dal suo coraggio quando, di fronte a circa 500 persone, all’improvviso Khadija ha preso la parola e si è rivolta a me leggendo un testo che aveva preparato: “Buonasera, mi chiamo Khadija, sono marocchina, mi sento italiana, anche se non ho ancora la cittadinanza. Vivo in Italia dal 1999, sono sposata con Paolo, un italiano e abbiamo una bambina di due anni che si chiama Miriam. Questa sera si sta esaudendo un mio grandissimo desiderio che ho dentro il cuore dal giorno del suo Battesimo la notte di Pasqua di quest’anno. Lei fino ad allora era stato il mio ideale per il modo in cui parlava dell’Islam moderato. Era il portavoce del mio modo di vivere l’Islam. Quando ho visto in tv le immagini del suo battesimo mi sono crollate addosso tutte le mie speranze e domandavo: “ Come può essere vero? O Magdi era falso, era già cristiano e non lo diceva oppure c’è qualcosa che non mi torna”. (…) Nel suo libro ho scoperto che ciò che Gesù ha detto, le sue parole, corrispondono a quello che cercavo nel mio cuore. Sono andata a cercare il Vangelo in arabo. Quando ho cominciato a leggerlo sono rimasta a bocca aperta, mi sono venuti i brividi: la prima volta che l’ho letto è stato come se lo avessi conosciuto da sempre, c’erano proprio le parole che desideravo interiormente. Ciò che desideravo nell’Islam e che non avevo mai trovato, l’ho scoperto nel cristianesimo. Ho chiesto di essere battezzata. Ho scoperto la verità che è unica: non c’è altro Dio, ce n’è uno solo che è Gesù. L’anima è tornata in pace. È bello, è troppo bello conoscere Gesù. Grazie Gesù!”.
Cari musulmani redenti nella fede in Cristo dopo aver patito l’oscurantismo islamico; cari cristiani che state svendendo la fede in Cristo a furia di rincorrere la benevolenza degli islamici; cari laicisti che odiate a tal punto voi stessi infierendo contro la fede, la cultura, i valori e l’identità che sostanziano la civiltà europea, da esservi trasformati nella quinta colonna degli aspiranti carnefici dell’Europa laica e liberale che sostenete di voler difendere; a tutti voi dico: difendiamo insieme il diritto alla libertà religiosa di tutti, qui ed ora a casa nostra, compreso quello dei musulmani che si convertono al cristianesimo. Quello che serve è promuovere il riconoscimento della verità storica delle radici giudaico-cristiane della civiltà europea senza la quale non sappiamo chi siamo, dove dobbiamo andare e qual è il punto di approdo. E’ da qui che dobbiamo iniziare per dare un’anima all’Europa, affinché cessi di essere soltanto un colosso di materialità senza valori condivisi e un’identità forte, per poter promuovere una riforma etica dell’economia e della società che metta al centro la libertà religiosa, la sacralità della vita, la dignità della persona e la famiglia naturale; l’educazione che coniughi conoscenza, valori e costruzione sociale; l’informazione corretta e responsabile; la democrazia sostanziale e lo stato di diritto; il liberalismo solidale e la meritocrazia, perseguendo il bene comune e l’interesse generale dove i diritti e i doveri, le libertà e le regole valgano per tutti senza alcuna eccezione. Come non cogliere dei segni della Divina Provvidenza nel fatto che oggi, nel giorno delle elezioni, io sia stato chiamato, a poco più di un anno dal mio battesimo per mano del Santo Padre, a fare da padrino al battesimo di Khadija che assumerà il nome cristiano di Francesca e da testimone delle nozze con suo marito Paolo, che saranno celebrate nella stessa cerimonia religiosa? Chi ha fede sa che nulla avviene per caso. Anzi che il caso, come l’ha definito il cardinale Giacomo Biffi, arcivescovo emerito di Bologna, “è il travestimento scelto da Dio per passeggiare in mezzo a noi restando in incognito". (Fonte: "Libero", 7/6/'09)

Ne approfitto per fare i complimenti a Magdi Cristiano per la sua vittoria alle Europee! Come italiana, cristiana, ma soprattutto come PERSONA, sono onorata che un uomo così ci rappresenti a Bruxelles!

E tornando invece a certi convertiti (italiani) all'islam: link , link , link e link .

Infine, su diversi argomenti, leggete anche: http://www.loccidentale.it/articolo/l%E2%80%99arabia+saudita+ha+paura+di+giornaliste+e+ballerine.0072148 ,

http://images.google.it/imgresimgurl=http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/fm/01_immagini/

e Infibulazione!

13 commenti:

Anonimo ha detto...

wow, non lo sapevo
sono felisiccimo per Magdi, se c'è qlquno che lo merita...allora è proprio lui. Son sicuro che la sua permanenza a Bruxelles sarà molto fruttuosa...È una dellee luci in questi tempi buii...

Bibi
Islaminitsownwords.blogspot.com

esperimento ha detto...

E se non si convertono cosa succede loro?

Django ha detto...

battezzati a morte
:-D

caposkaw ha detto...

che coraggio quella donna...
femministe della minchia, dove siete?

Stefano. ha detto...

Hai ragione Caposkav: Quella donna è veramente coraggiosa, e sarebbero mille e mile se non ci fossero le minacce di morte islamiche.

Alessandra ha detto...

Esperimento, in che senso, se non si convertono?
Kadija Francesca è una grande!

Anonimo ha detto...

Lo sa questa poveraccia che nella Bibbia ci sono 500 errori?

Francesca ha detto...

Ma che bel nome che si é scelta!!

Anonimo,forse parli delle 500 verità della bibbia riportate,manipolate e falsificate nel corano?

Ma tu devi essere veramente forte per averne visti cosí tanti.Che fai leggi corano nel tuo tempo (sempre) libero?

Alessandra ha detto...

Sempre (o quasi) Anonimi, questi personaggi, mi raccomando! Niente a che vedere con Kadija Francesca, che ha scelto di parlare della scelta di convertirsi al cattolicesimo a viso aperto, di fronte a circa 500 persone... . Questo/a qua non dice chi è manco su Internet!

Anonimo ha detto...

E' sempre il solito muamer (o la moglie). E' da mesi che la menano con la storia dei 500 errori nella Bibbia.
stefania

Alessandra ha detto...

Ah, ecco. Ho pensato a loro, però non me ne frega niente chi siano.

Anonimo ha detto...

Lo sapete che Magdi Allam piaceva più da Musulmamo?

http://www.costruiamoilfuturo.it/immagini/Image/AALEGATO%205.jpg

Alessandra ha detto...

Sì ed è un'osservazione e anche lui ha dovuto prenderne atto: Faceva comodo per credere all' islam moderato! E allora?! Uno deve dare retta alla propria coscienza, non a quello che pensano gli altri! E' "comico" che, prima non era considerato un "vero musulmano", adesso tu mi ricordi che "piaceva di più quando era musulmano"! Ma mettetevi d'accordo con voi stessi e lasciatelo in pace, una buona volta !!!!