venerdì 26 giugno 2009

ERGASTOLO ALL'ASSASSINO DI PIPPA BACCA

L' AVVOCATO: C'ERANO ALTRI DUE COMPLICI.

Condanna a vita per Murat Karatash, 38 anni, il turco reo confesso dello stupro e dell'omicidio.

MILANO - È stato condannato al carcere a vita Murat Karatash, 38 anni, il turco reo confesso dell'omicidio di Giuseppina Pasqualino di Marineo, in arte Pippa Bacca, l'artista milanese di 33 anni violentata e uccisa in Turchia ai primi d'aprile dell'anno scorso. Pippa Bacca, nipote dell'artista Piero Manzoni, era partita in autostop l'8 marzo dell'anno scorso da Milano insieme con un'amica - entrambe vestite da sposa - per realizzare una performance artistica che avrebbe dovuto portarle in Israele attraversando Paesi dei Balcani e del Medio Oriente. Il 31 marzo, dopo essersi divisa dalla compagna di viaggio, Giuseppina era scomparsa dopo aver accettato un passaggio dall'uomo che ha poi confessato di averla violentata e strangolata. Il cadavere della giovane era stato rinvenuto l'11 aprile seguente, senza vestiti e nascosto sotto un sottile strato di terra e rami in un'area disabitata presso l'autostrada Istanbul-Ankara.
ALMENO 40 ANNI - «Grande soddisfazione» per la «severa» sentenza è stata espressa dalla madre della vittima, Elena Manzoni, presente in aula insieme con la sorella di Pippa, che dice: «Probabilmente in Italia l'imputato non avrebbe avuto questa condanna, sono soddisfatta della giustizia turca». (Fonte: Corsera, 25/06)
La sentenza di condanna di Murat Karatash è venuta al termine dell'ottava e ultima udienza di un processo cominciato lo scorso 7 ottobre davanti ai giudici della Corte d'Assise della città di Kocaeli, circa 100 km a est di Istanbul, territorialmente competente per il caso di omicidio. Da parte sua, l'avvocato Eke ha sottolineato che i giudici hanno condannato l'imputato non solo per l'omicidio, ma anche per i reati di sequestro di persona, limitazione della libertà personale, violenza carnale e furto. «Il calcolo complessivo degli anni che Karatash dovrà scontare in cella non è stato ancora fatto - ha detto l'avvocato - ma non sono meno di 40».
GLI AMICI-COMPLICI - Murat Karatash in tutta probabilità non è il solo colpevole. La presenza di una seconda e, probabilmente, di una terza persona che hanno partecipato allo stupro e all'uccisione è confermata dai mozziconi di sigarette ritrovati sul furgone sul quale Pippa Bacca salì, per quell'ultima tragica tappa in autostop, il 31 marzo 2008 a Istanbul.

4 commenti:

Stefano. ha detto...

Io gli darei metà della pena.
Perché metà della responsabilità è della Bacca che è andata a cercarsela.

Alessandra ha detto...

Che sia stata un'ingenuotta per non dire di peggio è poco, ma sicuro!

Alessandra ha detto...

Oltretutto non aveva un'età da una che potesse comportarsi da "Alice nel Paese delle meraviglie"... .

Angelo ha detto...

@Stefano: Vergognati!!! Se fosse stata una persona a te vicina forse non avresti detto "è andata a cercarsela"...

@Alessandra: Pippa Bacca ha avuto coraggio, altro che ingenuotta. Chiedeva un passaggio in auto ed è stata violentata ed uccisa. Potrebbe anche capitare a te un giorno...