domenica 28 giugno 2009

BELGIO: UN IMAM CHIAMA I MUSULMANI A BOICOTTARE LA SCUOLA


Più di 300 allievi musulmani minacciano di abbandonare la loro scuola.

Un imam di Anversa ha chiamato "tutti i genitori musulmani a non mandare più i loro figli a scuola fin dal rientro" nel caso in cui il divieto di portare il velo deciso martedì 23 giugno da due istituti universitari della città fosse mantenuto. Nordine Taouil l' imam che ha lanciato quest'appello, minaccia i due atenei di boicottaggio da parte degli allievi musulmani. Ha del resto chiesto a questi allievi abbandonare le iscrizioni dalle due scuole messe in causa per il prossimo rientro scolastico: "se non potete portare più la velo a scuola, restate a casa, non rientrate a settembre", ha detto loro. Il responsabile religioso afferma volere "una scuola armoniosa dove è possibile vivere la propria religione". Questo imam belga d'origine marocchina ritiene che "in una democrazia, ciascuno debba essere il benvenuto nella scuola di sua scelta" e che indossare del velo è dunque un diritto che non si può negare alle allieve musulmane.


Segni religiosi vietati in due istituti scolastici di Anversa

Occorre sapere che in Belgio, la questione dell'indossare il velo da parte delle allieve è lasciata alla valutazione delle scuole. In pieno dibattito sul burqa in Francia, la polemica sui segni religiosi è stata rilanciata in Belgio martedì in seguito alla prestazione del giuramento a Bruxelles da parte di Mahinur Özdemir, una deputata che porta il velo islamico. I due istituti che hanno deciso di modificare il loro regolamento per stabilire il divieto di ogni simbolo politico e religioso sono gli atenei reali di Anversa e di Hoboken. Basata sul principio del pluralismo attivo, questa decisione intende garantire la libertà e l'uguaglianza necessarie all'espressione di ogni allievo.
I due istituti contando una percentuale elevata di allievi d'origine immigrata, hanno ritenuto che alcuni tra-loro rischiassero di essere sottoposti ad una pressione sociale che li inducesse a esibire simboli politici o religiosi. Come i loro vicini del sud del paese, le autorità di Anversa intendono lasciare ad ogni scuola il compito di gestire queste questioni in perfetta autonomia.
Fin dall'avviso della modifica del regolamento, numerosi allievi hanno protestato. Una seduta d'informazione ha avuto luogo mercoledì in serata e la tensione sembrava un po' attenuata fino a che Nordine Taouil chiama tutti i genitori musulmani perché non iscrivano i loro figli in queste scuole al rientro. Un'uscita giudicata "irresponsabile" dal mondo politico fiammingo. Il presidente del N-VA Bart de Wever ritiene che "le direzioni abbiano il diritto di intervenire nell'interesse dell'armonia delle loro scuole". (Fonte: Scettico , da Enseignons)

E poi leggete anche Crimine d'onore in Germania: Un padre pugnala sua figlia di 15 anni - l'Europa affronta finalmente il problema link . Dal '96 sono stati registrati una 50ina di casi di "delitti d'onore" all'interno della comunità turca in Germania.

8 commenti:

Stefano ha detto...

Ma che vada a c....

Alessandra ha detto...

Ma di corsa, però! Lui, con tutti quelli che vogliono boicottare la scuola per il velo. Se espellono le ragazze velate non va bene, è discriminazione, MA LORO hanno il diritto di non andare a scuola per i propri comodi!

Ettore ha detto...

E' chiaramente in atto un attacco alla nostra civiltà col tentativo di imposizione forzata delle luro usanze pseudoreligiose e tribali.

Anonimo ha detto...

Grazie al cielo qualche scuola si fa sentire. Il Belgio ormai è alla frutta, mi domandavo quando avrebbero cominciato a fare qualcosa.
sw

barbara ha detto...

La questione, comunque, è molto semplice: se il velo rivendicato indica appartenenza religiosa, l'appartenenza all'islam implica automaticamente che la legge coranica prevale su quella dello stato, quindi è dimostrazione palese di uno stato permenente di illegalità.

Annamaria ha detto...

Ehmmm...scusate...nn c'è un cavillo legislativo per espellere l'imam?
Secondo me c'è...basta volerle le cose.
Cmq quoto SW il Belgio è alla frutta e il Regno Unito va verso il digestivo!!!

Alessandra ha detto...

Non so, ma secondo me il regno Unito è messo ancora peggio. Mi auguro che l'imam venga espulso al più presto!

The Force of Reason ha detto...

Sull'ultima parte, dei "delitti d'onore" in Germania ad opera della comunità turca, c'è da dire che i loro connazionali in patria sono un passo avanti, visto che fanno passare l'omicidio per suicidio (sempre per onore, ovviamente...).
Che poi per questi soggetti l'istruzione sia meno importante del look non è certo una novità.