venerdì 6 marzo 2009

EUROVISIONE, ISRAELE MANDA UN' ARABA E UN' EBREA

Sulla scelta una pioggia di critiche.

Israele sta per mandare un duo israelo-arabo a rappresentarla all'Eurovisione, festival musicale internazionale cui partecipa un cantante o un gruppo per ogni nazione e che ogni anno raccoglie circa 100 milioni di telespettatori. Si tratta della cantante ebrea-israeliana Ashinoam Nini, nota nel panorama internazionale come Noa, e Mira Awad, cantante e attrice arabo-israeliana di religione cristiana. Le due sono state scelte dall'Autorità di radiodiffusione israeliana all'indomani della fine della recente offensiva israeliana nella Striscia di Gaza. Una scelta che per l'implicito messaggio di pace e coesistenza che simboleggia, ha suscitato aspre critiche. Awad, che sarà la prima araba a rappresentare Israele alla competizione, è stata criticata per aver acconsentito ed è diventata il centro di una petizione inviata da artisti arabo-israeliani che sostengono che mandare lei e Nini, nota per le sue posizioni pacifiste, rivela un tentativo deliberato di dipingere Israele come non è. Nella petizione un gruppo di intellettuali palestinesi e arabo-israeliani hanno intimato a Mira Awad di non rappresentare Israele nella competizione internazionale. "Per favore, per i bambini di Gaza e il futuro di ogni bambino di questa terra - arabo o ebreo - non essere complice della macchina assassina", si legge nel documento, che parla di "propaganda israeliana". In un'intervista, le due artiste hanno assicurato che, nonostante la situazione, parteciperanno al festival che si terrà a Mosca a maggio. (Fonte: "Liberali per Israele")

Di loro, avevo già parlato e sono veramente contenta che le due artiste, di cui ho parlato anch'io su questo blog siano andate avanti per la loro strada, senza chianare la testa alle critiche, alle minacce, che si sono concentrate soprattutto sull' "araba" Mira Awad.
Poi c'è anche questo video di MEMRI, in cui la conduttrice televisiva egiziana Riham Said critica i sostenitori di Hamas: "La guerra non porta a niente", dice: http://www.memritv.org/clip/en/2041.htm .
E per STOMACI MOLTO FORTI, nell' Afghanistan "liberato": permalink . (Fonte: "Orpheus").

2 commenti:

Annamaria ha detto...

Unione possibile...ma nessuno ha niente da dire?

Alessandra ha detto...

Unione possibile, sì. Purtroppo Mira Awad ha dovuto sorbirsi l'accusa di essere complice del massacro a Gaza e menate varie... . Sono veramente contenta che Noa, ma soprattutto lei non abbiano ceduto!