domenica 29 marzo 2009

AFGHANISTAN, ARRESTATO IL DIRETTORE DI UNA TV PRIVATA: UNA BALLERINA AVEVA ABITI TROPPO CORTI

Il Network Ermose Tv è noto per la messa in onda di video-clip musicali senza nessuna censura. Sono molte le televisioni private che si autocensurano per non incorrere nelle proteste degli estremisti. Per i militanti islamici l’abbigliamento consono per una donna in tv prevede solo il volto e il collo scoperto.

Kabul (AsiaNews/Agenzie) - Il direttore del network televisivo Emrose Tv è stato arrestato per non aver censurato le immagini di una donna che ballava in gonna corta e con una scollatura ritenuta eccessiva.
Il governo aveva già diffidato il network dalla messa in onda di immagini considerate immorali e aveva anche portato in tribunale il direttore Fahim Khodamani che a più riprese si era rifiutato di oscurare o manipolare il video per nascondere le forme della donna. Emrose Tv, nata solo 10 mesi fa, è nota per mandare in onda video-clip musicali senza nessuna censura.
L’arresto di Khodamani è il primo caso nel suo genere, ma nel recente passato diverse tv private hanno ricevuto accuse da parte della Commissione per il monitoraggio dei media, il Consiglio religioso e rappresentanti dei partiti politici più tradizionalisti.
I commentatori si dividono tra favorevoli e contrari alla decisione di Kabul. Alcuni affermano che si tratta dell’ennesimo segno di cedimento del governo davanti alle pretese talebane. Altri invece considera l’intera vicenda come il tentativo delle istituzioni di non offrire occasioni di propaganda e protesta agli integralisti islamici.

Il ministero afgano per la cultura e l’informazione ha dichiarato che i talebani usano queste occasioni per promuovere la loro cultura di guerra e fare proseliti tra gli abitanti dei villaggi, accusando il governo di cedere alla morale occidentale e tradire la cultura afgana. Abdul Shukur Dadras, membro della Commissione per il monitoraggio dei media, ha accusato il network di minare i tradizionali valori islamici che sono alla base della cultura del Paese.
Altri canali tv, per evitare di incorrere nelle proteste degli estremisti musulmani, hanno ormai scelto la strada dell’autocensura. Per i militanti islamici l’abbigliamento consono per una donna in tv prevede solo il volto e il collo scoperti.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Adesso in Afghanistan è pronta una legge che consente lo stupro nel matrimonio......ma del gas nervino selettivo che sia nocivo solo ai maschietti del luogo ?

Eudora