sabato 20 dicembre 2008

SULLE NOTE DI ALBINONI, "HABIBI" DELLA CANTANTE LIBANESE MAJIDA EL-ROUMI



A me sembra un'interpretazione da brivido: e a voi?!

12 commenti:

Kritikon ha detto...

Molto brava. E molto bella.

ilMaLe ha detto...

Molto brava. Le musiche mi ricordano un po' "Storia di Marinella" di De Andrè.

Alessandra ha detto...

Non ci avevo pensato: a me non pare. :-)

Alessandra ha detto...

Ps. Il titolo esatto non è "La canzone di Marinella"?

Anonimo ha detto...

Diciamo che la musica bella viene apprezzata ovunque. Grandmere

Alessandra ha detto...

E le splendide voci, pure! Poi Majida El-Rumi canta con un tale trasporto, una tale passione, che anche se non siamo abituati a sentire cantare in arabo, la si apprezza!

barbara ha detto...

Sull'adagio in sol minore di Albinoni sono state fatte almeno una mezza dozzina di canzoni, e riescono sempre bellissime e struggenti - cosa inevitabile, comunque, con una musica bellissima e struggente e disperata come quella.

Alessandra ha detto...

Non ne ho presente nessun'altra... . Se non ricordo male la usano persino per una pubblicità contro l'abbandono dei cani!
Di solito provo solo angoscia e tristezza, sentendola, però stavolta... .

la bislacca ha detto...

Qualche altra interpretazone l'ho sentita anch'io, ma questa è molto bella. Anche se la lingua araba è dura all'ascolto.

Alessandra ha detto...

Infatti ho messo un video almeno con i sottotitoli! :-)Benvenuta.

barbara ha detto...

In italiano una versione la cantava Caterina Caselli, un'altra un'altra donna che al momento non ricordo prima di lei, un'altra ancora è stata fatta molto recentemente, poi altre in altre lingue.

ilMaLe ha detto...

Hai ragione Alessandra, il titolo esatto è "La canzone di Marinella". A me sembrano somiglianti.