domenica 14 dicembre 2008

QATAR, A DOHA LA PRIMA CONFERENZA ARABA SUI DIRITTI UMANI

Il vertice è stato organizzato dalla Lega Araba e dal Comitato del Qatar che si occupa di diritti umani. Al centro dei lavori la Convezione araba e le modalità per garantirne il rispetto. Riconoscimenti a personalità che si sono distinte nella battaglia per i diritti umani.


Doha (AsiaNews/Agenzie) – La prima conferenza araba sui diritti umani prenderà il via domani 14 dicembre. Il vertice è il risultato di una iniziativa congiunta del Comitato nazionale per i diritti umani (Nhrc) del Qatar e della Lega Araba; la data scelta vuole inoltre ricordare idealmente il 60mo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, che si è celebrato il 10 dicembre scorso. La conferenza, in programma al Four Season hotel (hotel di lusso, ovviamente! ndr) di Doha e della durata di due giorni, vedrà la partecipazione dei ministri dei Paesi arabi della giustizia e dei diritti umani, del segretario generale della Lega Araba Amr Moussa, e rappresentanti di istituzioni, associazioni e organizzazioni locali e internazionali che si occupano di diritti umani. Ali bin Simaikh al Merri segretario generale della Nhrc del Qatar, Paese che ospita l’evento, sottolinea il valore “dei diritti umani di ciascun individuo”, che vanno “protetti a livello locale, regionale e internazionale” e “nel mondo Arabo in generale”. La conferenza intende promuovere “la Convenzione araba in tema di diritti umani” ratificata di recente dal Qatar e “discutere le strategie che intende adottare le Lega per garantire il rispetto dei diritti umani nei Paesi arabi”. Nel corso della due giorni verranno infine assegnati riconoscimenti a personalità del mondo arabo che si sono distinte per la loro battaglia a favore dei diritti umani: tra questi Sheikha Ghalia bint Mohammed bin Hamad al Thani (nella foto), Ministro della sanità del Qatar, per il “lavoro che la donna ha svolto quando era membro del Comitato Onu per i diritti dell’infanzia”. La Convenzione araba sui diritti umani è stata promulgata nel 1994 e sottoposta a una riforma nel 2001.
Per saperne di più sulla Carta araba dei diritti umani clicca qui.

2 commenti:

barbara ha detto...

Naturalmente si tratta dei diritti umani islamici, immagino, mica di quella porcata che hanno fatto da noi dove dicono che la donna deve avere pari dignità, e che uno ha il diritto di cambiare religione e altre simili eresie, vero?

Alessandra ha detto...

Non ne ho idea. Qua parla della "Convenzione araba sui diritti umani" del '94, ma dice anche che organizzando la conferenza di Doha il 10 dicembre, si è voluto ricordare la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Probabilmente è un tentativo di "conciliarle". Varrebbe la pena approfondire la questione.