martedì 3 febbraio 2009

NUOVA ZELANDA: LE MUSULMANE PICCHIATE NON OSANO RECARSI IN UN CENTRO PER DONNE, UNA MOSCHEA SI TROVA LI' VICINO

Le musulmane restano alla larga da un centro contro le violenze coniugali perché una moschea è stata aperta proprio lì vicino.

Il centro delle donne orientali di Auckland a Onehunga aiuta le donne a fuggire dalle situazioni di violenza coniugale, ma le donne hanno troppo timore di andarci, poiché potrebbero essere riconosciute dai loro mariti o dai genitori che vanno alla moschea. La portavoce del centro, Shila Nair ha dichiarato che le vittime hanno "realmente timore" di recarsi al centro situato su Church Street a Onehunga, perchè potrebbero essere riconosciute da uomini che pregano alla moschea islamica di Onehunga situata a due passi.
Le donne che vanno a questo centro lo fanno generalmente senza informare i loro mariti,poi aggiunge: "Se i loro mariti, i loro genitori o qualsiasi altro membro della famiglia o amici venissero a sapere che si recano al centro, la loro vita diventerebbe ancora più difficile. Abbiamo avuto donne che sono passate al centro e sono venute in seguito al nostro rifugio". La maggior parte viene dal Medio Oriente, dall'Africa, o da paesi asiatici che non hanno leggi contro la violenza coniugale. Il personale loro spiega quali sono i loro diritti ai sensi della legge neozelandese.

-"34 Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre e perché spendono [per esse] i loro beni. Le [donne] virtuose sono le devote, che proteggono nel segreto quello che Allah ha preservato. Ammonite quelle di cui temete l'insubordinazione, lasciatele sole nei loro letti, battetele. Se poi vi obbediscono, non fate più nulla contro di esse. Allah è altissimo, grande".

-2/223 "Le vostre donne sono come un campo per voi quindi recatevi al vostro campo come volete, e predisponetevi con buone azioni, e temete Allah, e sappiate che (un giorno) Lo incontrerete" ... Ma il paragone tra la donna e il "campo" non può riferirsi alla capacità della donna di procreare?


-Il profeta ha detto: "Quando un uomo chiama sua moglie per soddisfare il suo desiderio, deve andare verso lui, anche se è occupata ai fornelli" (hadith, Tirmidhi)

-Muhammad interrogò alcune donne: "La prova di una donna non vale la metà di quella di un uomo?" Risposero: "Sì". e lui disse: "È a causa della deficenza intellettuale della donna". (Hadith sahih, Boukhari, Vol. 3:48: 826)

-Muhammad ha detto: "Non ho lasciato dopo di me alcuna calamità più pregiudizievole agli uomini che le donne" (Hadith sahih, Boukhari, Vol. 7:62: 33)

-Muhammad ha detto: "Ho visto l'inferno popolato soprattutto di donne". (Hadith sahih, Boukhari, Vol. 1:28.301; 2:161; 7:124) (Fonte: Sunday Star Times, da "Scettico").

E ancora da Vituccio link e link.

3 commenti:

Il Blog | Attualità | Psicologia ha detto...

Questo fa riflettere...

Dolcelei ha detto...

Un post da brivido..nemmeno il miglior thriller me ne da di simili. Agghiacciante il tutto.
L'Europa mi sembra cieca e non si rende conto del pericolo di questa cultura islamica.
Buona serata a te ^_^


PS. Volevo chiederti se mi permetti di segnalare il tuo blog sul mio. Bisogna che più gente possibile venga a conoscenza di questi fatti.

Alessandra ha detto...

Ma certo che te lo permetto! Son cose da chiedere?! Anzi, grazie! Buona serata, carissima! :)