lunedì 23 febbraio 2009

E NELLA TV AFGHANA ARRIVA IL CONCORSO PER MODELLE

Svolta. Tra aspiranti indossatrici in jeans e maglione (mentre questa partecipante indossa un bellissimo abito tradizionale afghano, ndr). Ma il governo di Kabul vuole chiudere lo show.

A viso scoperto, in jeans e maglione, con l'unico vezzo di un cappellino o una sciarpa colorata. Sfilano così, sul tappeto rosso di una passerella che sembra improvvisata, dieci ragazze afghane con il sogno di diventare modelle. Venerdì sera a Kabul, tra le proteste del governo, viene registrata la puntata numero uno di "Afghan Model", concorso televisivo per aspiranti indossatrici ispirato ai reality in voga in tutto il mondo. Il primo, nell'Afghanistan post talebani.

"Mostreremo le bellezze nascoste delle nostre giovani" annuncia il presentatore Arash Shenasa, 24 anni, studente di medicina. E' sua l'idea dello spettacolo, in onda dal prossimo venerdì una volta alla settimana, per un totale di dieci appuntamenti. "Le ragazze possono vestirsi come vogliono" spiega al telefono dalla capitale afghana, Najibullah Kabuli, parlamentare indipendente e proprietario di Emrooz tv, l'emittente privata che trasmetterà lo show: "Niente più burqa. Oltre agli abiti locali, sono ammesse maglie, gonne e pantaloni secondo la moda europea, asiatica o americana.", aggiunge. Precisando però che il corpo "deve restare coperto".
La vincitrice e il vincitore - lo show prevede anche una sfida tra uomini - saranno premiati con un viaggio all'estero e un contratto per girare spot televisivi. Un' opportunità che ha fatto gola a molti: "Oltre 3 mila tra ragazzi e ragazze hanno chiesto di partecipare", racconta Kabuli. E mentre parla, aggiungendo dettagli su dettagli perchè il progetto sia davvero compreso, continua a ripetere che il primo obiettivo è "espandere la democrazia in Afghanistan". (Fonte: "Corsera", 22/2)
Su di lui, e sulla sua tv, pendono le minacce del governo, "il ministro dell'Informazione ha protestato per lo show e vuole chiudere l'emittente" riferisce Kabuli. Nata 9 mesi fa, Emrooz trasmette video musicali, film e telenovele straniere senza censurare nulla. "Compreso il corpo delle donne" dice il proprietario: "Siamo stati i primi a mandare in onda le immagini delle cantanti". In Afghanistan, però - dove la tv era proibita durante il regime talebano (1996-2001) e ora ne possiede una l'80% degli abitanti della città -, la legge prescrive di mantenersi "entro l'inquadramento dell'islam". Un regolamento vago, che ha lasciato negli ultimi anni un notevole margine di controllo alle autorità statali, non di rado sotto la pressione di gruppi religiosi integralisti. Secondo Human Rights Watch (Report 2009), nonostante "il fiorire di un settore dei media indipendente sia stato considerato in passato uno dei rari successi del governo post talebano", la libertà dei mezzi di comunicazione appare oggi tra le più gravi emergenze del Paese.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Capisco il significato che attribuisci a questa notizia, però secondo me non sembra un fatto molto positivo che si diffondano i concorsi per modelle.
Ciao a presto.
Paolo Borrello.

Alessandra ha detto...

Modelle e modelli. Come mai non ti sembra un fatto molto positivo? Il tipo di concorso in sè non è il massimo, in effetti, come in generale quelli di bellezza: uno/a dovrebbe ambire di svolgere una professione più "culturale", oltretutto un ragazzo, un maschio, ha avuto l'idea e il proprietario della TV è un uomo, ma se pensi che alle difficoltà delle donne afghane, che è una cosa che i Talebani condannano, che le ragazze possono vestirsi come vogliono, anche all'occidentale, che il governo vorrebbe fermare lo show e far chiudere la TV, direi che il concorso è più che positivo. Poi l'idea è di combattere proprio lo stereotipo di donna afghana sempre e comunque oppressa, quindi se è possibile vedere la donna afghana da una prospettiva diversa, benvenga (anche perchè è difficile vederla in una prospettiva diversa dalla donna oppessa ecc. ecc. !).

caposkaw ha detto...

o.t.
non so se può interessare:
http://www.medicinalive.com/medicina-tradizionale/dizionario-termini-medici/rapex-condom-antistupro/

Alessandra ha detto...

Grazie, Capo. Ci guarderò.