martedì 24 febbraio 2009

INDIA. MULLAH MUSULMANI: INACCETTABILE CHE CI SI CONVERTA ALL' ISLAM PER RISPOSARSI

I religiosi intervengono dopo che il chief minister dello Stato di Haryana aveva annunciato la sua conversione per sposarsi una seconda volta. Il fenomeno è diffuso. Il passaggio all’islam permette di sfuggire a complicazioni legali.


New Delhi (AsiaNews/Agenzie) - Chi si converte all’islam per risposarsi compie un atto “non islamico”, “inaccettabile” e “contro la ragione”. A dichiararlo è Maulana Wahiduddin Khan, mullah indiano che interviene nella polemica sulle conversioni all’islam di chi vuole risposarsi, ma evitare complicazioni legali.
Il fenomeno ha preso piede da tempo in India ma è diventato argomento di interesse pubblico quando il 17 dicembre scorso Chander Mohan, vice ministro capo dello stato dell’Haryana e membro del Congress Party (Cp), ha annunciato il suo secondo matrimonio con l’alta funzionaria Anuradha Bali e la conversione di entrambi all’islam.
La relazione tra Chand e Fiza - come la stampa indiana ha ribattezzato i due - ha suscitato molto scalpore sino a spingere il vice presidente del distretto di Panchkula, in cui si trova la capitale dell’Haryana, ad intimare al Mohan di non farsi vedere nella regione per aver dato scandalo e gettato discredito sul Cp e le istituzioni.
Nel condannare le ragioni strumentali della conversione di Chand e Fazi, il mullah Khan ha affermato che la scelta di una religione “può essere compiuta solo dopo una profonda riflessione e discussione”. (Fonte: "Asia News", 19/2)
Secondo lo studioso musulmano, per prevenire questo tipo di conversioni è necessario educare le persone al valore dell’istituzione del matrimonio e “a non prenderlo come fosse un gioco”. Critiche sulla vicenda Chand-Fazi e sulle conversioni facili a scopo matrimoniale sono giunte da diversi studiosi musulmani. Tra questi anche la guida della comunità islamica di Delhi, il mufti Muqarram Ahmad che ha condannato il fatto dichiarando che l’islam”non può essere usato per nascondere motivazioni personali. Dello stesso tenore il giudizio di Qari Usman, noto studioso islamico del seminario a Deoband nell’Uttar Pradesh. Anche lui come il mullah Khan afferma: “Abbracciare l’islam con l’intenzione di avere una seconda moglie è non-islamico, sbagliato e ingiustificabile”.

Nessun commento: