mercoledì 29 ottobre 2008

SBAI (PDL): FERMARE L'AVANZATA ESTREMISTA IN SOMALIA


Roma, 29 OTT (Velino) - "Sono esterrefatta di fronte al silenzio della societa' civile italiana riguardo alla lapidazione della ventitreenne somala, Aisha, a Chisimaio nei pressi di Mogadiscio. Si tratta dell'ennesima persecuzione di una donna, simile a quelle che si sono verificate nell'ultimo periodo in India, Iran e Afghanistan". Ad affermarlo e' Souad Sbai, deputata dal Pdl. "Questa tragica esecuzione, oltre a rappresentare la punta dell'iceberg del preoccupante fenomeno delle torture perpetrate ai danni delle donne, e' l'espressione della pericolosa avanzata di una politica fondamentalista a cui l'Europa deve rispondere in modo deciso e vigoroso. Sulla morte di Aisha e di tante altre donne non puo' e non deve cadere l'oblio. Vorrei rivolgere un appello al ministro Frattini - continua Sbai - affinche' il governo italiano esprima una posizione ufficiale, anche alla luce dell'imponente ondata terroristica delle ultime ore che ha colpito la sede Onu ed alcune rappresentanze diplomatiche in Somalia". (Fonte: "Arabyya")

2 commenti:

Francesco ha detto...

Oltre alla Somalia per fermare l'estremismo, bisognerebbe inziare a tagliare ogni aiuto a quei paesi i cui governo, che tollerano certe cose.

Alessandra ha detto...

Benvenuto, Francesco. Assolutamente... . Ma per ora sembra un'utopia!