giovedì 16 ottobre 2008

RAZZISMO: DONZELLI, AUTORITA' OSCURINO BLOG ON. VALENT, INTERVENGA NAPOLITANO


Il Blog internet dell'on. Dacia Valent, già eurodeputata per Rifondazione
Comunista, riporta una lettera vergognosa, inaccettabile, razzista e
disdicevole. Raccoglieremo le firme negli Atenei per querelarla". Lo
annuncia Giovanni Donzelli, presidente nazionale di Azione Universitaria e
componente l'Esecutivo nazionale di AN-PDL.
Nel blog personale si riporta (http://www.verbavalent.com) una lettera
intitolata 'italiani di merda, italiani bastardi' con un contenuto offensivo
e razzista. Rivolta agli italiani, la Valent scrive testualmente: 'Siete
ignoranti, stupidi, pavidi, vigliacchi. Siete il peggio che la razza bianca
abbia mai prodotto. Brutti come la fame, privi di capacità e di ingegno se non nel business della malavita organizzata e nella volontà delle vostre
donne (studentesse, casalinghe, madri di famiglie) di prostituirsi e di
prostituire le proprie figlie'.
L'intervento è datato 1 ottobre. Ce ne siamo accorti grazie alla
segnalazione su il blog di un ragazzo di Azione giovani, Luigi Curci -
prosegue il leader giovanile degli universitari del Pdl -. Le offese della
Valent sono state anche troppo in rete. Sul sito è riportato anche un altro
intervento che dice cose diverse e ragionevoli, ma questo non modifica la mostruosità dell'intervento precedente. Questa signora grazie agli italiani è andata al parlamento europeo, si dovrebbe vergognare. Questi interventi razzisti sono il vero ostacolo per una serena integrazione. Come Azione Universitaria quereleremo per diffamazione la signora Valent raccogliendo le adesioni alla querela in tutti gli atenei italiani. Nel frattempo chiediamo
al Presidente della Repubblica di intervenire personalmente per difendere l'immagine del nostro popolo", conclude Giovanni Donzelli. (Fonte: "Liberali per Israele")

17 commenti:

vituccio ha detto...

Beh,vedo che finalmente qualcosa si muove,spero che la Valent venga severamente punita per quello che ha scritto. Chi semina odio raccoglie tempesta

Kritikon ha detto...

Hai dimenticato un paio di passaggi: Un popolo di mafiosi, camorristi, ignoranti bastardi senza un futuro perché non lo meritano: che possano i loro figli morire nelle culle o non essere mai partoriti.
E: dalla politica alla religione, dal sociale alla cultura, siete delle nullità.
E, permettimi, dalla foto mi pare proprio una bella "faccia di merda" (e non per il colore).

Alessandra ha detto...

Ah, ecco... .

esperimento ha detto...

Sarebbe ora che lo facessero!! Ma dubito :((

ilMaLe ha detto...

Ma quante idiozie scrive quella donna. E poi nei commenti altri razzisti le rispondono. Chi contro i neri, chi contro gli ebrei, chi contro gli arabi e chi contro gli italiani. Tutta la feccia della società si è riunita nel suo blog. E Rifondazione l'ha pure candidata. E un po' di gente l'ha pure votata con la PREFERENZA, visto che è stata eletta! Una persona razzista merita di essere punita tramite la legge e di essere poi IGNORATA e lasciata marcire nel suo brodo di ignoranza.

ilMaLe ha detto...

In più penso che la signora Valent abbia bisogno di cure. Nella sua vita ha vissuto tragedie famigliari profonde: la morte della madre e l'assassinio per mano di razzisti di estrema destra del fratello. In più ai tempi in cui era poliziotta italiana fu importunata e usata dal PCI come simbolo della sua lotta politica. Penso che oramai sia uscita du senno. Magari un tempo era pure una donna con cui si poteva parlare, oggi sembra una poveretta isolata nei suoi deliri. Penso che si diverta a provocare e a scrivere idiozie razziste. La soluzione forse non l'avrebbe neppure il miglior psichiatra del mondo.

Alessandra ha detto...

Ah, ecco cosa ci può essere dietro ai deliri e alla RABBIA di Dacia Valent: infatti me lo chiedevo! Ho pensato a razzismo durante l'infanzia, magari...!
L'assassinio del fratello ha SICURAMENTE inciso e non credo ci sia bisogno di grandi psicologi o psichiatri, almeno per questo. Com'è morta la madre?
Un mio amico ha detto una volta che la Valent è "la rabbia fatta donna": credo, da quel poco che so di lei, che sia una definizione azzeccatissima.
Personalmente solidarizzerei con lei, se non si mettesse a insultare gli italiani e a dire cattiverie e squallide volgarità gratuite su persone degne della massima stima. Persone che lei, come musulmana che teme l'islamofobia, dovrebbe solo ringraziare! Oltretutto, cavolo, suo padre era (è?) italiano!

Elly ha detto...

Col cavolo che il blog gliel'hanno oscurato. E' ancora on line e se si appoggia ad un server non italiano, proprio non gli verrà toccato.

barbara ha detto...

Allora, chiariamo un po' di cose. Le circostanze della morte di suo fratello, se non ricordo male, non sono mai state chiarite, e a dire che è stato assassinato per motivi razziali da dei fascisti è solo lei, così come non sono affatto chiare le circostanze dell'attacco subito da poliziotta, e la versione ufficiale è solo sua. E vale la pena di ricordare che la signora Valent oltre ad essere l'odio fatto persona, il razzismo fatto persona, l'illegalità fatta persona, è anche la menzogna fatta persona. Ha scritto, per dirne una, che Magdi Allam è alcolizzato marcio - e dato che fra le persone che girano da queste parti c'è gente che lo conosce di persona, non credo di avere bisogno di aggiungere dettagli personali su di lui. Di me ha scritto che alcuni articoli li firmo col mio nome e altri col nome di Claudia Collina. Ora, si dà il caso che io Claudia Collina la conosca. Vale a dire che esiste una Claudia Collina e che gli articoli a firma di Claudia Collina sono stati scritti, per l'appunto, da Claudia Collina. Quello che sto dicendo è che questa signora non si limita a travisare o deformare fatti reali, ma le capita anche molto spesso di inventare di sana pianta cose assolutamente inesistenti. Quello che è invece vero e provato è che dalla polizia è stata buttata fuori perché aveva rilasciato centinaia di permessi di soggiorno a persone che non ne avevano il diritto. Che dalla politica è stata buttata fuori perché, incapace di resistere al proprio odio senza limiti, ha dichiarato pubblicamente che Israele ha allestito delle camere a gas nei territori palestinesi - e ciononostate il vitalizio di ex parlamentare le permette di vivere egregiamente senza fare un piffero, a differenza dei comuni mortali che per mangiare devono farsi il mazzo, e di dedicare quindi tutto il suo tempo a seminare odio. E che è stata in galera per avere accoltellato l'amante. Ecco, atteniamoci ai fatti, dunque, che è meglio.

Alessandra ha detto...

Sapevo alcune cose. Che fosse stata buttata fuori dalla polizia per i permessi falsi (come ha detto anche il male), che è stata in galera per aver accoltellato l'amante e soprattutto che avesse attaccato Magdi Allam. Una delle persone degne di stima di cui parlavo, attaccate da Dacia Valent è proprio lui, oltre a Souad Sbai. Adesso che me lo dici, Barbara, credo di aver sentito anche di Claudia Collina. Mi aveva colpito la storia del fratello ucciso da un estremista di destra: ma se è solo lei a dirlo... .

barbara ha detto...

Prova a cercare Giacomo Valent in google e vedrai: le uniche fonti che parlano di delitto razziale sono quelle che fanno capo a lei.

Focus on Israel ha detto...

Una donna con molti problemi.....

ilMaLe ha detto...

Beh, comunque sia l'omicidio del fratello e la morte della madre possono averla fatta "Sragionare" del tutto. Bisognerebbe vedere quello che pensava prima di quelle due tragedie. Magari non era così razzista e mitomane.

Alessandra ha detto...

La madre è morta a 41 anni di tumore quindi, per quanto traumatico, non vedo cosa c'entri con l'odio razziale. Il fratello ho visto che è stato ucciso a 16 anni da due suoi compagni di scuola: erano davvero di estrema destra? L'omicidio ha motivazioni razziali (bèh, "motivazioni", che non sono motivazioni!)?
Sì, questa donna ha davvero problemi seri: anch'io mi chiedo cosa diavolo le sia successo per farla diventare quella che è! Il che chiaramente non è e non deve essere giustificazione per l'odio razziale che dimostra o meno che mai per certe lodevoli personalità un tempo immigrate in Italia.

ilMaLe ha detto...

Ovvio che le tragedie personali non sono una scusante che la può giustificare. Tra l'altro ai suoi deliri si agiungono quelli di tanti razzisti che hanno commentato nel suo blog. Commenti tipo questo:

"I negri sono inferiori ai Bianchi in tutto: siete considerati umani solo perchè le alte gerarchie hanno pietà di voi e perchè si teme altrimenti un ritorno del Nazismo. Visto però che piega sta prendendo il nostro buonismo, un bel lager per spazzatura negroide come te andrebbe più che bene."

"Sei negra quindi non hai alcun diritto di definirti Europea o Italiana. Checchè ne dicano, tu discendi da una stirpe di scimmie e di schiavi che con l'Europa non hanno nulla a che vedere (a limite eravate nostri servizievoli schiavi)."

Penso che questi siti debbano essere oscurati perchè la stupidità è contagiosa. E lo dico da democratico convinto.

Alessandra ha detto...

Che vomito... . Concordo assolutamente.

Anonimo ha detto...

Solo un commento sull'assassinio del fratello di Davia Valent;i responsabili furono arrestati un mese dopo l'omicidio e fornirono una piena confessione in cui l'elemento razziale era ben presente(uno dei due coltivava letture di estrema destra, filonaziste). La morte di Giacomo, questo il nome del fratello di Dacia, sconvolse tutta la citta' e in particolar modo chi ebbe la fortuna, come il sottoscritto, di conoscerlo e di essergli stato amico e compagno di giochi nella nostra adolescenza.
Su quanto scrive Dacia nel suo blog ognuno e' libero di esprimere la propria opinione ma il ricordo di quanto accaduto al fratello non puo' essere cancellato o messo in dubbio come fatto da alcuni post precedenti. Non fosse altro che cio' ci ricorda quel lato oscuro della nostra societa' che a volte non si ha voglia di vedere.