venerdì 17 ottobre 2008

BRESCIA: ARRESTATI SUOCERI SPOSA BAMBINA KOSOVARA

BRESCIA, 16 OTT - Venduta come sposa a 12 anni per 17mila euro: è la tristissima storia, a cui la polizia ha messo fine, di una ragazzina kosovara a cui è stata negata l'infanzia. La minore è stata venduta dalla famiglia d'origine in cambio di 17mila euro. La vicenda era emersa ai primi di luglio a Milano dove era già stato arrestato il coniuge. La comunità kosovara ha reso noto di considerare normale la pratica con il riconoscimento economico alla famiglia di origine. (Agr e "Arabyya")

Un solo commento: era ora!

5 commenti:

vituccio ha detto...

Considerare normale la pratica!!!! ma questi só malati di mente o cosa???bisognerebbe arrestarli tutti.

Alessandra ha detto...

Quelli che commettono questo reato sul nostro territorio sì, bisognerebbe arrestarli tutti.

vituccio ha detto...

Anche la comunità kosovata va messa fuori in questo caso,perché anche solo dire che vendere bimbi sia normale é reato.

Alessandra ha detto...

Bisognerebbe vedere se TUTTI i kosovari la pensano davvero così.

iolanda ha detto...

la gente cosi' bisognerebbe mandarli tutti al loro paese perche solo i malata di mente fanno queste cose.....