lunedì 27 ottobre 2008

DOCUMENTARIO EGIZIANO: LA SPOSERESTI UNA DONNA CHE HA GIA' FATTO SESSO?



Canzone della sexy cantante libanese Haifa Wehbe dal doppio significato, Bous el WaWa, ovvero Bacia la WaWa...che cosa sarà la WaWa? A buon intenditore poche parole... . Il significato proprio di "wawa" è "bua". Grazie a Stefania della spiegazione (ndr).


[Ho perso la mia verginità, ma ho ancora il pacco che la conteneva]

Un documentario egiziano sui delitti d’onore e sesso pre-matrimoniale ha provocato aspre critiche, oltre all’accusa di promuovere l’immoralità.
Il film di 35 minuti, scritto, diretto e prodotto dalla giornalista Amal Fawzi ha richiesto 150 ore per la sua realizzazione e comprende interviste con uomini sulle loro opinioni sul fatto di sposare donne che non sono vergini. Il documentario include anche interviste con donne hanno ingannato i loro mariti nel fargli credere di essere state vergini prima del matrimonio.
La discussione, che è seguita alla presentazione del film, ha provocato un dibattito acceso sull’argomento. La giornalista Nour al-Hoda Zaki ha manifestato apprezzamento per il documentario, per avere trattato il tema della violenza contro le donne e ha denunciato la violazione dei diritti della donna in Egitto. Dal momento che la perdita della verginità rappresenta una vergogna per la famiglia della donna, quest’ultima è spesso vittima di abusi domestici.
Una donna che non è vergine trova difficilmente marito e così le operazioni per riparare l’imene – imenorofia – sono diventate comuni nei paesi del mondo arabo, anche se sono effettuate clandestinamente. Un’altra domanda fatta agli uomini nel film era se si sposerebbero con una donna con la quale avessero dormito prima del matrimonio. La risposta è stata “no”, perché la donna – in questo caso - avrebbe rinunciato al “proprio onore” e perciò sarebbe incapace di mantenere l’onore anche dopo il matrimonio.(Fonte: "Arabi Democratici Liberali")

37 commenti:

Orpheus ha detto...

Mamma mia sono indietro di un centinaio di anni....e comunque sempre più avanti della posizione degli islamici integralisti, che lapidano le donne accusate di "reati sessuali", dove per reato sessuale a carico della donna s'intende anche lo stupro.

Ciao Alessandra:-)

Alessandra ha detto...

Infatti, sempre meglio degli integralisti: almeno qui ci si interroga un minimo su temi "scottanti" come sposare una non più vergine... . Chissà le ragazze cosa risponderebbero a questo quesito.

bibi ha detto...

grazie Alessandra per avermi linkato...sei la prima ;-)....se un giorno scoprirò come fare sul mio blog (ma temo non sia possibile...infatti penso di emigrare tra un po...)...ti linkerò anch'io....per il momento sono ancora preso nel mettere su le "tematiche" più importanti e ricorrenti....quando avrò un po più di tempo...vedrò di essere maggiormente interattivo ;0)

cari saluti
Bibi
kiki-e.sosblog.com

Alessandra ha detto...

Ok, con calma! :)

esperimento ha detto...

Bisognerebbe arrestare chi risponde "no". Ma da per tutto! ;)

ilMaLe ha detto...

Anche nella cultura cattolica si è sempre cercato di mandare la donna vergine al matrimonio. Il problema che aldilà della religione che opprime, c'è una mentalità che fa dire "Ha scopato prima del matrimonio? Allora è una troia". Ma Allah non dice questo.

Alessandra ha detto...

Nella cultura cattolica sì, però non mi risulta che tra i cattolici una non vergine (o un ragazzo non vergine!) oggi rischi di non sposarsi. Solo dall' '81 la legge italiana non prevede attenuanti per i delitti d'onore: non è molto, però ovviamente più del mondo islamico.

ilMaLe ha detto...

Ci vogliono diversi anni pure lì. una volta eravate voi occidentali a rincorrere. Ma non capisco una cosa: cosa intendi per mondo islamico? Esiste un mondo cristiano o buddista? L'islam è una religione, dentro ci puoi trovare di tutto. Pure io mi sono avvicinato all'Islam. Ma non mi pongo in un mondo islamico. Sono io che sono islamico e vivo in un mondo che non è di nessuna religione.

Alessandra ha detto...

Ehm... "voi occidentali"? Tu non sei più occidentale? Per quanto riguarda il "mondo islamico": intendo i Paesi islamici, però ci potrei mettere anche i musulmani immigrati ancora troppo legati a una mentalità patriarcale o integraliste, inclusi molti convertiti. E' vero: è scorretto parlare di "mondo islamico".

ilMaLe ha detto...

Io non sono nè occidentale nè orientale. Anche perchè il Marocco è molto pù a occidente dell'Italia. Io sono un musulmano consapevole del fanatismo presente in tanti angoli di questa fede. Ma anche di tanta intolleranza subita da questa religione in quanto tale.

Alessandra ha detto...

Ti sei proprio deciso a convertirti all'islam, allora?
Purtroppo se i musulmani fanatici per primi sostengono che il loro è il "vero islam" e molti di quelli non fanatici non reagiscono, preferendo fare le vittime con gli occidentali e i non-musulmani, è un po' difficile non attaccare l'islam in quanto religione. Te lo dice una che è contraria a farlo e, per quanto è possibile, non lo fa.

Anonimo ha detto...

intolleranza subita dagli islamici?
senti bello, quanti islamici sono stati uccisi dai cristiani in questi ultimi 10 anni?
avanti, spara una cifra e giustificala.
se no, tutto il tuo chiaccherare è la solita menzogna beduina.
caposkaw

Alessandra ha detto...

Capo, preferirei che non si usasse il termine "beduino" a sproposito e come insulto.
Per "intolleranza" non si deve intendere solo omicidi. Nel caso di cristiani nei confronti di musulmani in quanto musulmani, non ce ne sono stati ultimi dieci anni.
Ricordo comunque la vicenda di una ragazza cristiana palestinese che, qualche anno fa, è stata uccisa dal padre perchè voleva sposare un musulmano. Mi aveva colpito perchè era la prima e unica volta che ho sentito una cosa del genere.
So di ragazze convertite all'islam che hanno rotto i rapporti coi genitori, ma ascoltando solo una campana: può essere che la rottura sia dipesa dal fatto che sono diventate fanatiche, come succede spesso ai convertiti (Italia docet!). Ma certo NON sono state uccise come rischiano i musulmani che abbandonano l'islam!

Anonimo ha detto...

x "ilmale"..."Anche perchè il Marocco è molto pù a occidente dell'Italia."...hahaha....il marocco dove:

a) se per caso sei in una macchina la polizia ti requisisce il passaporto se non gli sborsi subito 100dhm?
b) se sei in macchina con una ragazza rischi di essere arrestato?
c) dove se dai un bacio ad una ragazza per strada ti saltano addosso xke li hai insultati?
d) dove per sposare la persona che ami, non lo puoi fare se non hai l'ok del babbo di lei?

Bibi

kiki-e.sosblog.com

barbara ha detto...

Ricordo comunque la vicenda di una ragazza cristiana palestinese
Appunto: UNA. Quante ragazze musulmane possiamo citare, assassinate, seviziate, imprigionate in casa per MOLTO MENO? A fronte di 160.000 (CENTOSESSANTAMILA) cristiani assassinati ogni anno nei paesi islamici unicamente per il fatto di essere cristiani, quanti sono i musulmani assassinati nei paesi cristiani per il fatto di essere musulmani? Quante sono state le moschee distrutte, incendiate, devastate? Possibile che la prima cosa che impara chi si converte all'islam sia di frignare e giocare alla vittima?

Anonimo ha detto...

Ale, "wawa" significa "bua"; si usa spesso per i bambini che si fanno male. stefania

Alessandra ha detto...

Ah, ecco... . Infatti c'è un bambino nel video. Grazie.

ilMaLe ha detto...

In termini geografici il Marocco è più a occidente dell'Italia. io mi riferivo a questo.

Alla akbar

ilMaLe ha detto...

Come uccisioni nate per il solo fattore religioso pochi. I crimini commessi dagli eserciti occupanti in Iraq o Afghanistan non possono essere ricondotti alla religione. Anche perchè ci sono islamici anche tra i marines e cristiani tra le vittime civili. Sicuramente i janjaweed in Darfur hanno commesso massacri solo per ragioni di credo. Quello che non sopporto è l'ostilità presente in tutti i paesanotti verso chi ha un credo diverso. Il far fatica a sopportore che va dalla Brianza al più sperduto paesino dello Yemen.

barbara ha detto...

I janjaweed nel Darfur NON hanno ucciso massacrato devastato stuprato per ragioni di credo! I janjaweed sono MUSULMANI ARABI che hanno sterminato e stanno continuando a sterminare MUSULMANI NEGRI! Smettiamola di rivoltare tutte le frittate! Possibile che VOI MUSULMANI non sappiate fare altro che mentire? Possibile che non sappiate fare altro che rivoltare le frittate? Possibile che non sappiate fare altro che stuprare e massacrare e poi negare negare negare? Nel mondo ci sono DUECENTOCINQUANTA MILIONI di cristiani oppressi nei paesi musulmani! Nel mondo ci sono CENTOSESSANTAMILA CRISTIANI assassinati ogni anno dai musulmani nei paesi musulmani per il fatto di essere cristiani e solo per questo! Ne ho abbastanza di queste luride menzogne e di questa lurida ipocrisia degne di chi si è scelto per guida spirituale un pedofilo e un assassino!

Alessandra ha detto...

Leonardo, onestamente ti capisco bene, anche se sono cattolica e non mi convertirei mai. Più che altro, certi attacchi all'islam in quanto religione, cominciano ad annoiarmi! Come posso e per quel poco che so, cerco di ribattere, anche perchè penso che le PERSONE musulmane, in un modo o nell'altro, cercheranno sempre di difendere l'islam, visto che è la LORO religione.
Ma, per prima cosa, chi intendi per "paesanotti"? Non noi del blog, mi auguro!
Seconda cosa, l'ostilità verso arabi e musulmani (sì, la cosiddetta "islamofobia"), se c'è, non nasce dal nulla, purtroppo. Invece di fare le vittime e di frignare come nella maggioranza dei casi, i musulmani dovrebbero un momentino chiedersi il PERCHE' di questa situazione. Ovviamente non ne possono più di sentirsi accusati a destra e a manca! Sono stufi di generalizzazioni! Benissimo, ma nella maggioranza dei casi, mi sembra che ne abbiano piene le tasche più di essere considerati terroristi o estremisti, che del terrorismo e dell'estremismo stessi! E sono loro le principali vittime, non i "cattivoni" occidentali e israeliani (quando non CRISTIANI ed EBREI).

ilMaLe ha detto...

Barbara io ho mai ucciso qualcuno? o stuprato qualcuno? Ma stiamo scherzando. Il profeta è Maometto, maestro di ebrei e cristiani, un sant'uomo. Tu dici "voi musulmani": ma VOI CHI? Ci sono solo io qua, non vedo altri.
Ma quando parli con i tuoi amici musulmani sei sempre così accesa?
Alessandra, io non faccio vittimismo. Sono sempre pronto a denunciare fanatismo, crimini di natura islamista. Basta leggere il mio blog. Barbara, tu hai letto miei post sulle violenze in Darfur: articoli ben documentati.

ilMaLe ha detto...

I janjaweed hanno anche ucciso le minoranze cristiane presenti in Darfur. Non solo i neri musulmani. Ho sbagliato scrivere "solo di credo". Il credo a volte è un pretesto. andrebbe detto "anche per il credo".

ilMaLe ha detto...

Per paesanotti intendo i bifolchi che in Brianza guardano male gli islamici (peggio ancora se convertiti). E i loro simili dei paesi a maggioranza islamica che non sopportano peersone di latre religioni. Non mi riferisco certo a questo splendido blog.
Quando dici che i musulmani dovrebbero chiedersi il "perchè", mi ricordi quelli di sinistra che dicono: "Se gli Stati Uniti, israele e l'Europa sono così tanto odiati si dovrebbero chiedere loro il perchè". Siamo sulla falsa riga.

Alessandra ha detto...

Bèh, quel "sant'uomo" di Maometto ha partecipato allo sterminio di 700 ebrei della tribù di Banu Quraizah nel 627 alle porte di Medina.
Ha fatto uccidere la poetessa Asma-bint-Marwan e un anziano poeta.
Nel febbraio del 268 ha stipulato la tregua (hudna) di Hudaibiya con i nemici della Mecca. Avrebbe dovuto durare dieci anni, ma solo nel 630, dopo era riuscito a rafforzarsi militarmente, ha violato la tregua, prendendo la Mecca... .
Quanto al Darfur, anche se janjawheed, il Governo di Kartoum e la popolazione nera sono tutti musulmani, la carneficina non avviene magari anche perchè gli arabi non considerano gli altri, i neri, come "veri musulmani" e menate varie? Chiedo conferma.

Alessandra ha detto...

Ma infatti io ero e rimango contraria a questa guerra in Iraq: la penso come la sinistra sul fatto che la guerra in Afghanistan e in Iraq no. Sono contraria con tutte le mie forze all'esportazione della democrazia, quando il popolo non è pronto e non vedo l'ora che la presidenza Bush finisca.
Per quanto è possibile cerco di difendere i Palestinesi. Peccato che poi, troppo spesso, scopra che questo o quel fatto, è propaganda (vedi l'assassinio da parte di Israele di Mohammed Al-Doura).

Alessandra ha detto...

* che in Afghanistan era una guerra giusta e in Iraq no. Ma ricordiamoci che disgraziato era Saddam. Poco prima della guerra ha creato lui stesso un'organizzazione terroristica.

ilMaLe ha detto...

C'è sempre stato un razzismo di molti arabi nei confronti dei neri africani, sia islamici che non. I mercanti arabi che conquistarono il sud Sahara guardarono con disprezzo le popolazioni residenti.

Alessandra ha detto...

Bèh, basta vedere quel fattaccio di cui ho parlato non molto tempo fa avvenuto nelle banlieues parigine, accaduto perchè "una ragazza araba non può uscire con un negro". Anche Ayaan Hirsi Ali ha parlato di questo ne "L'Infedele", avendo vissuto in Arabia Saudita.

isma84 ha detto...

ciao Ale scusami per l'assenza ma ho avuto un po di cose da fare....ilmale ti ringrazio per aver usato la parola neri e non negri e mi dispiace che ti sia scappata proprio da te Ale.....Ilmale non ti preoccupare non si riferisce solo a te Barbara anch'io lo solo musumana e ormai tutte le parole le usa e pensa di ferire le persone non mi fanno piu nè caldo nè freddo perchè io so chi sono e cosa sono...amen dica quello che vuole l'unica cosa che una persona dice è rispetto per la mia religione come io lo ho per la tua....Ale qualsiasi cosa una persona faccia che bene o male non si può subito pensare che sia dovuta alla religione indipendetemente dalla religione ci sono tanti fanatici che strumentalizzano la religione basti pensare ad alcuni kamicazee che dicono siamo stati mandati dalla religione alle volte non è cosi perchè è solo questione di vendetta ed egoismo che distruggono paesi interi come nel caso di alcuni paesi del mondo dove c'è la guerra civile e nè è testimonianza il miopaese che vive da piu di 20 anni la guerra civile per la sete di potere di alcuni balordi quindi per favore smettiamola con la religione

Alessandra ha detto...

Cara Isma, la parola "negri" non mi è scappata. Se guardi, la frase era tra virgolette perchè è quello che avrebbero detto i fratelli della ragazza araba: non devono stare con un "negro". Ho solo ricordato la notizia che avevo postato qualche giorno fa. Il razzismo di questi ragazzi nei confronti del ragazzo nero (che d'altra parte, cercando di sparare agli arabi, ha colpito un bambino che non c'entrava niente).
Quanto all'islam, cerco di non tirarla in ballo, se vedi cosa ho risposto a ilmale. Però il primi che non dovrebbero abusarne, sono i fanatici musulmani. O no?

isma84 ha detto...

brava è quello che intendo dire e ti ringrazio per il fatto che stai cercando di placcare tutto

Alessandra ha detto...

Ma sì, se hai visto ilmale ha parlato del razzismo che c'è spesso tra gli arabi nei confronti dei neri. Comunque vorrei sottolineare che in fondo non sono solo i termini corretti a determinare se uno è razzista o no... .

isma84 ha detto...

Può essere che hai ragione ma io lo provata sulla mia pelle quella parola da momento che sono entrata in italia fino a non molto tempo fa quindi diversamente non so pensare è un esperienza indelebile per quanto tu cerchi di far finta di niente...

Alessandra ha detto...

Non cerco di far finta di niente, non lo faccio e non l'ho mai fatto quando raccolgo i tuoi sfoghi in privato. Io stessa evito la parola "negri".

isma84 ha detto...

Non era riferito a te dicevo anche se cerchi di non pensarci un offesa del genere ti rimane dentro quindi quel tu era diretto a te parlavo in generale non potrei mai pensare certe cose di te ale

Alessandra ha detto...

Ah, ecco... .