giovedì 23 ottobre 2008

ANCORA DALLA GIORDANIA/IN UN MESE OLTRE 1000 DIVORZI "VERBALI"


Roma, 21 ott. (Apcom) - In Giordania, secondo dati ufficiali raccolti dal quotidiano palestinese al Quds al Arabi, "in un solo mese sono stati oltre mille, i casi di divorzio 'verbale' avvenuti nel Paese": Per l'Islam, il matrimonio è considerato nullo a tutti gli effetti, se il coniuge maschio, rivolgendosi alla moglie alla presenza di due testimoni, pronuncia la fatidica frase "Io ti ripudio".
La fonte della notizia è l'Ufficio della Fatwa Giordana; ovvero la massima autorità islamica del Paese preposta per l'emissione di editti religiosi. Asharaf al Amry, Giudice della Shariya di Amman a capo dell'Ufficio della Fatwa, ha messo in guardia dalla diffusione del fenomeno anche se "i casi andati a finire in un divorzio effettivo - ha precisato al giornale - sono stati solo 482". Questo, grazie alla politica adottata dal suo ufficio di "sospendere" la trascrizione del divorzio "per almeno tre mesi"; Tempo ritenuto necessario per far sbollire la rabbia e "permettere ai coniugi di rivedere la loro decisione".
Al Amry, è tuttavia convinto che "un aumento del posticipo possa essere un buon deterrente": Si tratta di una somma che viene stabilita prima della firma del contratto di matrimonio. Nelle società musulmane dove non è previsto 'l'assegno familiare', la cifra rappresenta una sorta di 'liquidazione' che il marito deve "pagare interamente" all'ex moglie per ottenere il divorzio. (Fonte: "Faith Freedom", foto da "Liberali per Israele")

Vi sono momenti, nella Vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre.

5 commenti:

medita partenze ha detto...

religione che trovi... singolare che religioni dallo stesso ceppo abramitico siano dagli effetti normativi così diversi sul matrimonio e il divorzio!

esperimento ha detto...

Che tenera quella bambina, chissà perché è così crucciata e/o spaventata?..

MP, anche all'interno dello stesso cristianesimo, se pensi che la Chiesa Anglicana si scisse da quella romano-cattolica proprio a causa dei divorzi (infatti nelle confessioni evangeliche, se non sbaglio è ammesso)

Alessandra ha detto...

Esp: vero che è un amore, povera stella?!
Medita partenze: la cosa più singolare per me e sopratutto molto deprimente è che, nonostante ci siano differenze anche tra i Paesi islamici (pensiamo alla stessa Giordania rispetto alla vicina Arabia Saudita), pure nei "migliori" si riscontrano discriminazioni sulle stesse basi ideologiche, tribali e integraliste.

Labieno ha detto...

Ho visto con piacere che mi hai inserito tra i tuoi link.
Considerata l'ottima qualità del lavoro che svolgi e lo spirito che lo anima, non ho potuto esimermi dal ricambiare.

Alessandra ha detto...

Grazie. :-) e benvenuto.