giovedì 30 ottobre 2008

GRAN BRETAGNA: PRIMA DONNA IN EUROPA A GUIDARE PREGHIERA ISLAMICA DEL VENERDI'


Per la prima volta in Europa, una donna guida la preghiera islamica del venerdì: accade ad Oxford, con un sermone tenuto da Amina Wadud nell’ambito di una conferenza su islam e femminismo organizzata dal Muslim Educational Centre Oxford, di fronte ad un pubblico di donne e uomini. Wadud tre anni fa ci aveva provato a New York, ospitata da una chiesa anglicana, e aveva ricevuto pesanti minacce di morte dai piu' tradizionalisti. L'iniziativa non è ancora stata ripresa dai media arabi ed islamici, ma certamente sarà oggetto di severe critiche e attacchi da parte dei tradizionalisti. Anche se non è espressamente menzionato nel Corano, per le maggiori scuole musulmane, a guidare la preghiera degli uomini deve essere tassativamente un uomo. "Lo scopo della preghiera è un rapporto con Dio, ed è stato politicizzato da persone che lo vedono come un potere dinamico", ha detto la Wadud dopo il servizio. "È importante che le donne britanniche si sentono in grado di assumere un ruolo guida nella preghiera".
Mokhtar Badri,vice presidente della "Muslim Association of Great Britain" ha detto: "Per quanto ne sappiamo - in tutti i nostri scritti, in tutte le nostre moschee, in tutti i diversi continenti dove esistono i musulmani, le donne non conducono la preghiera".
A difendere la Wadud ci pensa Hargey (Taj Hargey è a capo dell' organizzazione che ha promosso l' evento, ndr.) : "Vi è stato un esempio specifico durante la vita del Profeta stesso dove ha lasciato condurre ad una donna una preghiera di congregazione mista. La signora era Umm Waraqah. E 'stata anche una delle prime donne che ha memorizzato l'intero Corano.Certamente era una donna che era istruita, erudita nella religione e una devota. Il Profeta Muhammad ha permesso che lei conducesse le preghiere nel suo quartiere." (Fonte: Islam Liberale")
Amina Wadud è un'afroamericana convertitasi all' islam negli anni 70. Oggi è una delle figure preminenti del femminismo musulmano.
Professore di studi islamici all'università del Commonwealth della Virginia, ha fatto scalpore nel marzo 2005 quando, richiamandosi alla figura coranica di Umm Waraqah, ha guidato la preghiera del venerdi' in una chiesa anglicana di New York di fronte ad un'assemblea mista di fedeli: ad oggi, infatti, è normalmente consentito ad una donna di guidare la preghiera di altre donne, ma non di gruppi misti o tantomeno maschili.
Il suo esempio è stato seguito, dopo qualche mese, anche da Asra Nomani, giornalista e scrittrice indiana naturalizzata statunitense, musulmana, femminista e nota attivista dei movimenti liberali nell' islam e del femminismo islamico. Nomani nel sermone che tenne sempre negli Stati Uniti, da una piazza pubblica, esordì così:"Stiamo affermando i nostri diritti come donne nell' islam. Non accetteremo più le porte di servizio o l'ombra alla fine della giornata, noi saremo guide del Mondo islamico. Noi stiamo guidando l' islam nel XXI secolo e reclamiamo il diritto a parlare che il Profeta ci riconobbe 1400 anni fa".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono grandmere; mi viene complicato accedere al commento dei tuoi post. Voglio dirti che le notizie che riporti mi interessano molto, anche questa che viene da Oxford e che avevo sentito con piacere: chissà se avrà un seguito... potrebbe avere un effetto eclatante.... speriamo

Alessandra ha detto...

Benvenuta... . :) Non capisco come mai tutti hanno difficoltà ad accedere e io non sono una grande tecnica, anzi! Comunque basta che ci si firmi in fondo: va bene comunque.