venerdì 13 giugno 2008

DARFUR, CONTINUA LA VIOLENZA SILENZIOSA SULLE DONNE

"Le vittime di questi attacchi orribili non hanno alcuna speranza di ottenere giustizia nell'attuale clima di impunità del Darfur - ha denunciato Gagnon - non perseguendo i responsabili, il governo sta di fatto concedendo loro la licenza di stupro". Per tali motivi l'organizzazione per la tutela dei diritti umani ha chiesto aiuto al governo di Khartoum al fine di ottenere un'azione più rigida contro coloro che sono i responsabili di tali abusi. Il tutto sarebbe fattibile solo se si rivedessero le leggi e dando vita a corpi di polizia al femminile, così da favorire un migliore rapporto di fiducia con le vittime. Hrw si è anche rivolta alla missione di pace Onu-Unione africana (Unamid) chiedendo un rafforzamento delle c.d. "pattuglie del fuoco". Militari protettori di quelle donne costrette ad allontanarsi dai campi alla ricerca di legna per le faccende di casa. Ultima richiesta è quella di aumentare il numero delle donne peacekeeper.
(Fonte: sito "Arabyya", 8/4/2008)

1 commento:

Grillo Pensante ha detto...

Che genietti: dopo la loro richiesta il governo di Khartoum fermerà di sicuro gli stupri...
L'unica soluzione è: FUORI I SUDANESI DAL DARFOUR!!!!!!!!!!!
Il resto è ciancia da comari.
Marino Rossi