mercoledì 7 gennaio 2009

TURCHIA/ "VERTICE FIRST LADY" SU GAZA

Istanbul, 7 gen. (Apcom-Nuova Europa) - La diplomazia si tinge di rosa. In un momento in cui la Turchia è particolarmente attiva sul fronte della mediazione nella crisi fra Israele e Striscia di Gaza, la moglie del premier Erdogan, Emine (il cui marito, in realtà un integralista islamico, si pone come mediatore tra Israele e Palestinesi per la grave crisi a Gaza, ma ha duramente attaccato Israele), sembra determinata a voler dare il suo contributo e sta organizzando un summit in rosa. La notizia è riportata dal quotidiano Hurriyet. Emine ha invitato a Istanbul alcune first lady per promuovere un'azione comune tesa a favorire la fine del conflitto. Al summit, che potrebbe tenersi al Four Season o a Cigaran Palace entro pochi giorni, sono state invitate Carla Bruni, moglie del presidente francese Nicolas Sarkozy, Sonsoles Espinosa, la signora Zapatero, la regina Rania di Giordania, la first lady siriana Asma Al-Assad (chissà se prima di andare all'incontro ammonirà il marito di rompere l'alleanza con l'Iran e di smetterla di sostenere moralmente ed economicamente Hamas e Hezbollah), la moglie del presidente libanese Vefa Suleyman, la first lady azera Mihriban Aliyev, la regina del Marocco, Lalla Salma e la regina del Qatar Shekha Mozah. A chi accetterà l'invito Emine Erdogan offrirà una minicrociera sul Bosforo e una cena (per unire l'utile, sempre che sia utile, al dilettevole...), alla quale parteciperanno anche le imprenditrici e le intellettuali più note del Paese. (Fonte: "Arabiyya")

4 commenti:

vituccio ha detto...

Alessà hai sentito la notizia di una bimba in Afghanistan? i genitori gli avrebbero aperto il ventre per togliergli il feto concepito da uno stupro.La ragazza si trova ora in ospedale per una grave infezione...

....stasera lo posto...

Ciao

Alessandra ha detto...

EEEEH????! No, non l'avevo sentito e non ho neppure ancora letto i giornale. In giornata ti ruberò il pezzo sulle spose bambine in Afghanistan.

esperimento ha detto...

Però viene da chiedersi, come per quanto riguarda i loro mariti e/o colleghi: perché non si sono mosse prima, quando era solo Hamas a sparare, ma si sono mosse solo dopo la reazione israeliana?

Alessandra ha detto...

Io un' idea del motivo ce l'avrei e purtroppo anche per quanto riguarda le first lady di Paesi arabi e islamici cosiddetti moderati... . :-((