domenica 30 novembre 2008

UN GIORNALISTA TURCO DI 76 ANNI, ACCUSATO DI STUPRO SU MINORENNE, DIFENDE IL MATRIMONIO DELLE RAGAZZINE

Huseyin Uzmez giornalista-cronista del giornale antisemita turco "Vakit", è accusato di stupro su una ragazzina di 14 anni. Lui nega avere avuto rapporti sessuali con un' adolescente di 14 anni, ma difende in compenso, il diritto degli uomini di sposare ragazze della stessa età. Quest'uomo che afferma di non poter uscire di casa sua senza diventare immediatamente l'oggetto di proposte sessuali da parte di giovani donne turche, ha ricevuto appoggio, comprensione ed incoraggiamento da parte del suo giornale e dei suoi colleghi. Secondo lui, il problema è che i Turchi hanno impulsi sessuali eccezionalmente forti e praticamente incontrollabili. È ciò che aveva dichiarato dopo il suo arresto
per avere stuprato la quattordicenne.
Uzmez si dichiara non colpevole delle accuse di sevizie sessuali su minore, formulate contro lui. Dalla sua liberazione sotto cauzione il 28 ottobre, Uzmez ha pubblicamente difeso la legge islamica che permette agli uomini di sposarsi con una donna sotto l'età legale che è di 16 anni nel paese. "Una ragazza che raggiunge l'età della pubertà, cioè con le mestruazioni, è nell'età buona, secondo le nostre convinzioni" ha dichiarato alla televisione nazionale il giorno in cui è uscito di prigione. “E se è nell' età buona, può sposarsi".
Uzmez deve presentarsi dinanzi alla corte il 16 dicembre. Il rapporto medico che aveva permesso la sua incarcerazione è stato dichiarato invalido. Indipendentemente dall'inizio del processo a suo carico, la questione ha determinato la separazione tra i turchi che sono a favore della legge islamica e coloro che sostengono il sistema laico realizzato da Mustafa Kemal Ataturk negli anni 1920. L'autorità religiosa dello Stato, a cui sono sottoposti gli imam delle 80000 moschee in Turchia, si oppone al matrimonio dei bambini, anche se la pratica rimane diffusa. il 39% delle donne sposate nella provincia meridionale di Sanliurfa aveva 16 anni o meno il giorno del loro matrimonio, secondo la fondazione Social-Démocrate basata a Istambul, che è in campagna contro questa pratica.
(Fonte: "Scettico")

23 commenti:

Mostro Joe ha detto...

Se non erro alcuni vanno anche oltre. Ci sono anche bambine fra le loro mogli (posto che non si voglia chiamare anche una quattordicenne una bambina ovviamente) senza contare quelle che vengono vendute.

Alessandra ha detto...

Certo! Evidentemente per alcuni, incluso il tipo, il vero problema NON E' lo stupro di bambine e ragazzine, ma il fatto che sia "haram" farlo fuori dal matrimonio!

barbara ha detto...

Una mia amica ha avuto le mestruazioni a otto anni e mezzo: immagino che per questo signore sarebbe stata nell'età buona.

Alessandra ha detto...

Ah, sarebbe stato ancora meglio!

Anonimo ha detto...

Putin loda Katsav: «Lui sì che è un uomo» «Ha violentato dieci donne, tutti lo invidiano». Ma il presidente russo non si era accorto che i microfoni erano accesi

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/10_Ottobre/20/putin.shtml

paolaban

Anonimo ha detto...

Scusate ma da questa notizia state traendo conclusioni allucinanti.

Il turco è un mostro punto.

Ma guardate che a portarsi a letto le bambine sono spesso turisti occidentali che se ne vanno in Cambogia (in cima alla classifica del turismo sessuale pedofilo), Cuba, Tailandia.

Adesso i musulmani oltre che misogeni, uxoricidi, assassini, terroristi sono pure pedofili...

Ma vi leggete? Ma scherzate?

In romania le famiglie vendono le loro figlie che poi vengono qui a battere per strada.

In albania un pensionato italiano ha messo in cinta una bambina di 10 anni...
Avete mai visto quello splendido documentario sui nostri pensionati che spopolano in Romania e Albania. Che approfittano della povertà di quelle famiglie per soddisfare le loro bieche brame di carne under 14?

Sempre io: la guastafeste

Anonimo ha detto...

Ah! Noi abbiamo Aldo Busi che difendeva i pedofili.

Per non parlare dell'Olanda che ha pure un partito tutto loro....

Anonimo ha detto...

Olanda, nasce il partito dei pedofili
"Porno infantile e sesso a 12 anni"
Altre proposte: legalizzare ogni droga, viaggiare gratis in treno
poter girare nudi ovunque e poter fare sesso con gli animali


AMSTERDAM - Nasce oggi in Olanda il primo partito dichiaratamente pedofilo: si chiamerà Nvd ("Amore del prossimo, libertà e diversità") e ha tra i suoi obiettivi la liberalizzazione della pornografia infantile e i rapporti sessuali fra adulti e bambini.




http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/esteri/prtito-dei-pedofili/prtito-dei-pedofili/prtito-dei-pedofili.html

Alessandra ha detto...

Storia vecchia e già ampiamente denunciata in giro per blog.

Anonimo ha detto...

E tu mi sbologni con: storia vecchia?
Potresti argomentare scusa?

Storia vecchia cosa?
Il partito dei pedofili, Puti che loda il violentatore o la piaga del turismo sessuale?

Ho omesso per carità cristiana lo scandalo DEI PRETI PEDOFILI e l'OMERTA' COLPEVOLE DEL VATICANO.

O anche questa è storia vecchia?

Alessandra ha detto...

Intendevo che NOI parliamo ampiamente dei preti pedofili: è storia nota! Non mi risulta che tra i musulmani si parli con così tanto frequenza di stupri da parte degli imam (che non sono però paragonabili ai preti).
Scusa, non scoppio, umilmente, per fede cristiana, ma tu che continui ad attaccare la Chiesa e a chiederti di fatto, se il cristianesimo legittima queste violenze, non mi sembri in grado di parlare di "carità" cristiana! Comunque questi sono affari tuoi. Sono affari miei però che tu sia venuta qui ovviamente per attaccare e non per discutere.

Anonimo ha detto...

Io non mi chiedo se il Cristianesimo legittima queste violenze. Sei tu che sostieni che l'Islam legittima una serie di orrori. Tipo la pedofilia.
Tu hai scritto che è haram portarsi a letto una che non ha avuto il menarca. Barbara ti risponde che sua cugina le ha avute a 10 anni. Tu rispondi che il Turco avrebbe gradito anche di più.

L'ho trovata una discussione orribile. Squallida e offensiva per un miliardo di credenti musulmani.

Ecco perchè ti tiro fuori dal cilindro i preti pedofili. Ma ti potrei raccontare tante altre schifezze chje probabilmente ignori. l'America latina è una fonte in tal senso...

A te risultano sempre poche cose.
Non ti risultano perchè i media occidentali non parlano di queste cose.

Quando è stato eletto Obama l'unica opinione riporata dai nostri TG è stata quella di Al Zawahiri! O Gasparri che riportava un sito web di Al Queda.

Ma tu sai cosa ne pensa la vera opinione pubblica araba? E musulmana?
Al Jazeera in inglese ha mostrato interviste a scrittori, capi di stato, uomini politici, gente comune.
C'erano i felici, gli scettici, quelli che l'America la odiano comunque. Come da noi.

Dei preti pedofili qui in Italia non se ne parla più. E quando bisognava parlarne è scoppiato il finimondo. Nessuno voleva mettere in onda quel documento schock!
Mi pare che fu Santoro a mostrarlo... e prima della sua puntata piovvero anatemi.

A te non risulta che nei paesi musulmani non si paRLI degli stupri degli imam.
Il semplice fatto che a te non risulti diventa una certezza?

Leggiti quanto riporta al jazeera il 2 novembre.
Una ragazzina di 13 anni stuprata in Somalia e lapidata.
Sotto ci sono i lettori che discutono.
Leggi e inizia a vedere il mondo meno a tinte forti. Tra il nero e il bianco c'è un'infinita gamma di colori.

PS perchè dovresti scoppiare se cito la piaga dei preti pedofili? Scoppi se si parla di argomenti scomodi?

Socrate sosteneva di non sapere mai. E' la consapevolezza di non poter mai arrivare alla verità che ci spinge a conoscere.

Anonimo ha detto...

Paola, qualsiasi cosa ti dica, saresti disposta sempre ad attaccare.
Io non ho detto che nel mondo arabo non si parla della pedofilia o degli stupri ad opera degli imam, ma ho detto che che sono ancora quasi un tabù.
Non ho offeso un miliardo di musulmani: ho detto che evidentemente "per alcuni, incluso il tipo" il problema NON E' lo stupro di ragazzine, ma il fatto che il rapporto sessuale (in certi casi lo stupro!) è consumato fuori del matrimonio.
Tu mi consigli di non vedere sempre le cose a tinte forti: sono esternazioni come le tue che mi predispongono a vederle.
So che il mondo arabo ha condannato la lapidazione della tredicenne somala!

Alessandra ha detto...

Ps. Alessandra.

Anonimo ha detto...

Ma chi ti dice che lo stupro e la pedofilia sono un tabù!
Tra i talebani probabilmente o in Iran.

Ma in Giordania, Tunisia, Marocco, Malesia, Indonesia.... un 70enne che si sposa una 12enne verrebbe visto esattamente come qua. Uno schifoso pedofilo.

E una violenza sessuale rimane una violenza sessuale.

E scusami.... ma noi abbiamo i blue jeans. Te la devo ricordare io la sentenza di un tribunale? Quella che diceva che non c'era stato stupro perchè lei aveva i jeans?

Rileggiti:

Barbara ha detto...
Una mia amica ha avuto le mestruazioni a otto anni e mezzo: immagino che per questo signore sarebbe stata nell'età buona.

Alessandra ha detto...
Ah, sarebbe stato ancora meglio!

______________________________

Io non ti attacco. Cerco soltanto di portare un'esperienza e un'opinione diversa. Ma il problema è che non ti interessa.

Nell'occhiello del tuo blog c'è scritto che parli di donne arabe e/o musulmane o di donne e/o uomini che hanno sposato donne e/o uomini musulmani e/o arabi.

Bene. Io rientro in quella categoria.

Nessuno mi chiede come ho fatto a sopravvivere a un marito arabo? A una famiglia dove i suoceri vanno in pellegrinaggio alla Mecca almeno 3 volte ogni sei anni?

A voi queste cose non interessano. Se fossi una poraccia rinchiusa in casa dal'arabo cerbero, costretta a sfornare dieci figli e violentata ogni santa sera... sareste tutti al mio capezzale ad ascoltarmi.

E per inciso. I preti pedofili sono stati coperti dal vaticano con un regolamento scritto:
cercare di risolvere la cosa internamente. Ovvero se un prete ha saputo di violenze su dei bambini perpetrate da un suo collega, questo non deve andare alla polizia.... no! Ma cercare di lavare i panni sporchi in casa.

Quando Benedetto XVI è andato in Australia si è rifiutato di ricevere i parenti delle vittime dei preti pedofili.

Il Vaticano si rifiuta di firmare la depenalizzazione dell'omosessualità... perchè metetrebbe in crisi i paesi che non consentono i matrimoni gay.

Cioè l'Iran di Ahmadinejad potrà continuare a impiccare alle gru gay e lesbiche senza provare un filo di vergogna.

E tutto per non vedere coppie omosessuali sposate! Meglio morti, incarcerati... che sposati!

Alessandra ha detto...

Infatti quando ho detto che la pedofilia comincia adesso ad essere meno un tabù, pensavo proprio alla Giordania, dove se ne comincia a parlare.
Non è il caso che ricordi che qui in Italia c'è stata quell'ignobile sentenza secondo cui la ragazza non è stata vittima di stupro perchè indossava i jeans. Ma cose del genere succedono così spesso?
Puttosto molte, troppe donne italiane non denunciano le violenze: dà da pensare!
Sì, se tuo marito ti maltrattasse saremmo tutti lì al tuo capezzale com'è giusto che sia. Se invece a te è andata bene, buon per te: è un'ulteriore dimostrazione che non tutti gli uomini arabi e musulmani sono violenti e fanatici. A me non sta bene che ci attacchi (perchè i tuoi sono attacchi)perchè a te è andata bene! Raccontaci la tua esperienza, ma non trattarci come deficienti ignorantoni che vogliono fare crociate anti-islam! Almeno per quanto mi riguarda, penso che tu mi conosca abbastanza da sapere che non è così.

Anonimo ha detto...

Ale mi rendo conto che il mio tono è antipatico, ma non può essere diverso se voi tutti partite da un presupposto:

"Se invece a te è andata bene, buon per te: è un'ulteriore dimostrazione che non tutti gli uomini arabi e musulmani sono violenti e fanatici."

C'è bisogno di dimostrazioni Ale? Siete un tribunale che giudica un miliardo di persone ree di violenza e fanatismo?
Mio marito è l'eccezione che conferma la regola?

Sono le tue stesse parole a tradire un fortissimo pregiudizio.

Per te tutti gli uomini arabi sono fanatici, misogini e dissimulatori. Solo una sparuta minoranza si salva. Alla faccia dell'equilibrio!

Poi non capisco. Quali fonti hai per dire che ADESSO in giordania si inizia a parlare di pedofilia.
Guarda che i paesi musulmani non sono tutti governati dalle corti islamiche somale.

Certo, ci sono paesi come l'Arabia Saudita che non si aggiorna manco a morire. O lo Yemen, o la Somalia...

Ma ci sono paesi come la Giordania, il Marocco, la Tunisia, la Malaysia, la Turchia dove le cose sono cambiate dal giorno dell'Egira.

Ripeto: che differenza c'è tra questo giornalista pedofilo e un esponente olandese del partito dei pedofili?

Te la dico io la differenza.

Per te il giornalista turco è musulmano di default (che ne sai che non sia ateo, armeno, marziano?) mentre l'olandese promotore del partito dei pedofili è semplicemente olandese... non cristiano.

Cioè quando il marcio riguarda noi non siamo mai cristiani. l'Epidurale non c'è in Italia? Non è per la cultura cattolica.

Quando un giornalista violenta una 14enne voi cercate le ragioni di questo gesto nel Corano.

Lo dici tu (ti cito):
"Certo! Evidentemente per alcuni, incluso il tipo, il vero problema NON E' lo stupro di bambine e ragazzine, ma il fatto che sia "haram" farlo fuori dal matrimonio!"

Probabilmente quello se ne frega dell'haram o non haram. Proprio non se lo pone il problema...

Paolaban

PS come si mette la firma in questo blog?

Alessandra ha detto...

Allora: se dico che la tua esperienza matrimoniale è positiva per noi occidentali-arabofobi-islamofobi, non va bene, se dico che il tuo è un caso (ovviamente non unico, ma un caso) non va bene lo stesso! Ma che voooiii?!!!
Se quel giornalista se ne fregasse dell'haram, non haram non stuprerebbe una ragazzina e nello stesso tempo ne auspicherebbe il matrimonio. Questa naturalmente è la mia opinabile opinione. Ciao.

Anonimo ha detto...

La tua opinione.
A casa mia si chiama processo alle intenzioni.

Tirare fuori l'Islam anche quando non centra un fico secco è malafede.

Quel giornalista è uno schifoso violentatore e basta.

Che... tutti gli Olindo e Rosa sono cristiani che uccidono la vicina sposata a un mjusulmano? A questo dobbiamo arrivare?

Cosa voglio? Che le persone come te la smettano di vedere il nemico ovunque e che non usino la lotta di noi donne per secondi fini.

Colpire l'Islam usando queste povere donne. Ma non ti vergogni?

Anonimo ha detto...

A te delle donne musulmane non te ne frega nulla. A te frega combattere questo fascismo strisciante mascherato da religione. L'Islam secondo il tuo amico Vituccio.

Alessandra ha detto...

Ok, benissimo: PAOLA, FUORI DI QUI!

Anonimo ha detto...

Giusto!
Io devo sentire voi che minacciate la mia famiglia con parole hitleriane e fanatiche, che affilate i coltelli (in senso metaforico) parlando di musulmani come di non-persone... e me ne devo stare pure zitta?

Vituccio ha detto che non tollera la religione musulmana. Non tollera nulla capisci?
Se la nonna o la zia di mio figlio vengono in Italia a trovare il nipote, e se incontrano Vituccio... che succede?
Succede che il loro velo infastidirà Vituccio. Che è persona umana e semplicemente le guarderà male.

Ma ci sono anche persone molto meno umane e "tolleranti" che potrebbero fare cose brutte. Tipo offenderle.

Tu mi cacci tenendoti un NAZISTA come Vituccio?


Alessandra, non c'è nulla di più brutto delle persone che si sentono investite di una missione. O si è Gesù Cristo o si è qualcosa di molto brutto.

Tu non hai amici arabi e non ne avrai mai perchè ti poni quella domanda: "Posso rapportarmi a lui/lei come PERSONA a prescindere da Maometto?".

Se uno non è cretino te lo legge in facca. Si chiama pregiudizio.

Di fatto ti sei scagliata contro di me e non contro i deliri fanatici di Vituccio.

Certo, sono stata pesante. Ma tu? Tu col tuo finto buonismo e la presunta tolleranza?
Islam e islamismo sono la stessa cosa. I musulmani non sono persone ma solo credenti. Ti poni domande ridicole e odiose e nemmeno te ne accorgi.

L'unico musulmano che apprezzi è Allam. Che era musulmano esattamente quanto io sono cattolica. E guarda che io ho fatto tutti i sacramenti e?!

paolaban

PS mi sono iscritta ma non ricordo la psw

Anonimo ha detto...

per noi occidentali-arabofobi-islamofobi....

Guarda che anch'io sono occidentale. O mi hai già relegato nella categoria dei subumani per via delel mie opinioni?