venerdì 28 novembre 2008

LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE VISTA DAGLI ARABI

Roma, 25 nov. (Apcom) - In tutto il mondo si celebra oggi la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: anche nel mondo arabo si moltiplicano le iniziative contro i soprusi e le aggressioni a milioni di donne, in una società come quella islamica, restia a condannare gli atti di violenza fisica del coniuge maschio contro la moglie. (…)
A ricordare le immane difficoltà delle donne arabe a rivendicare un diritto fondamentale, ci pensa la tv saudita al Arabiya che riporta gli strali dei fondamentalisti islamici: su tutti quello del presidente dell'Associazione degli Ulema algerini, lo Sheikh Abdul Rahman Sheiban, che "irritato" per le iniziative che si moltiplicano nel suo Paese afferma alla tv araba: "i promotori non sono mica più misericordiosi del padreterno che nel Corano ha ordinato di picchiare la donna dissociata al fine di educarla".
Ma Sheiban, che è anche un ex ministro degli Affari Religiosi nel suo Paese, oltre alle argomentazioni di fede, è preoccupato dall'immagine negativa che emerge della sua religione: "è politicamente scorretto perché deforma l'immagine dell'Islam che viene tacciato di violenza e aggressività, ma non c'è alcun dubbio che dal un punto di vista della Shariya islamica la questione è chiara: picchiare la donna e' una sanzione simbolica, come per farle capire che se un uomo arriva a usare le mano è perchè lei si sta avvicinando agli animali". E se non basta a chi si ostina a difendere la donna ricorda: "ma alle donne piace essere picchiate". (Fonte: Unpoliticallycorrect")

Ed ecco un esempio di "educazione" che alcuni vogliono dare alle bambine egiziane: permalink

5 commenti:

esperimento ha detto...

Lo sai che anche la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo varata dall'Onu a Ginevra non è accettata né dai Paesi islamici né da quelli arabi né da quelli africani che hanno varato altre convenzioni in cui si giustifica la tortura, la pena di morte, la violenza contro donne e infedeli, ecc. ecc.?

Alessandra ha detto...

Sì. In realtà mi ricordavo solo della "Dichiarazione dei diritti umani nell'islam", ma TU mi hai fatto ricordare recentemente le altre.

Anonimo ha detto...

Io proverei a menare lui, ma ben bene e poi gli chiederei se gli è piaciuto ..... pezzo di....

Alessandra ha detto...

Sì, sarebbe interessante vedere se lui godrebbe a venire menato... .
Chi sei?

Anonimo ha detto...

Già il titolo è di una faziosità!

Mi citi quest'articolo e credi che gli arabi tutti vedano così la giornata mondiale contro la violenza alle donne.

Comunque una chicca: il Vaticano insieme a molti paesi islamici non firmerà la depenalizzazione del reato di omosessualità (già, in qualche paesello islamico e noon solo è reato).

E sempre il vaticano, con Paolo VI, ha abolito la pena di morte solo nel 1967.