lunedì 3 novembre 2008

BAHREIN, BEACH VOLLEY VIETATO ALLE DONNE: DIVISE "INDECENTI"

Una partita di beach volley femminile è stata annullata a Manama, la capitale del Bahrein, per "buoncostume". Le divise delle atlete sono state ritenute "indecenti" e scandalose dalle autorità. I succinti bikini indossati dalle ragazze sono stati considerati contrari ai principi islamici che vigono nel Paese e quindi offensivi per la popolazione. Il torneo prosegue quindi con sole squadre maschili. A sollevare il problema è stato un nutrito gruppo di parlamentari locali, turbati dalla tenuta. "Ciò che indossano le donne è scandaloso e non non è tollerabile nel nostro Paese perché si scontra con le credenze e le regole della gente", ha dichiarato Menbar Mohamed Jalid al quotidiano "Gulf News". "Non consentiamo di disputare una partita in cui le donne si denudano e indossano abiti vergognosi e che coprono solo una parte del corpo. Questo tipo di sport non puo' esistere in Bahrein, dove i principi islamici sono alla base delle leggi", ha aggiunto un altro parlamentare, Jasem al Saeedi. Il Manama Bahrein Open 2008 di beach volley è in corso dal 29 ottobre nel regno dell'arcipelago del Golfo Persico. Viene disputato da 24 squadre, ora rigorosamente maschili. (Fonte: "Liberali per Israele", 1/11)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Tutto è puro per i puri - dice un antico proverbio...Grandmere

Alessandra ha detto...

Evidentemente, invece, i fanatici islamici sono impuri, perchè vedono "impuro" dappertutto.

Anonimo ha detto...

Razza Bastarda