giovedì 3 luglio 2008

GHADA JAMSHIR, ATTIVISTA BARHAINIANA PER I DIRITTI DELLE DONNE VS. I "RELIGIOSI" ISLAMICI

Ecco una donna araba coraggiosa che potrebbe rispondere all' "esperto di matrimoni islamici" saudita di cui ho parlato qualche post fa in merito alla pedofilia legalizzata delle spose-bambine. E' un video dell'anno scorso, ma vale decisamente la pena vederlo.



Per correttezza e gravità vorrei però citare un altro caso di "sposa-bambina": è di oggi la notizia che è stato arrestato a Brescia di Mehmet, un giovane kosovaro di 21 anni per violenza sessuale e, secondo la Convenzione di Ginevra, riduzione in schiavitù di una ragazzina che oggi, a 12 anni e mezzo, è diventata madre. La piccola non sapeva neppure che, avendo rapporti, si potessero concepire dei figli. Era stata venduta come sposa ad 11 anni per 17 mila euro. "Da noi si usa così", ha dichiarato e il ragazzo arrestato ha dichiarato di non sapere di commettere un reato. Ora la ragazzina, con la sua bimba, si trova in una comunità protetta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

L'avevo gia' visto, ma hai fatto benissimo a riportarlo. Non credo, infatti, che sia poi cosi' noto, purtroppo.

locandasulfaro

Alessandra ha detto...

Avevo visto questo video non molto tempo fa, ma mi sono decisa a postarlo. Il coraggio di Ghada merita di essere conosciuto.