mercoledì 23 luglio 2008

IRAN: O TI SPOSI O TI LICENZIAMO


La BBC ha pubblicato questa incredibile notizia: i lavoratori single di una delle più grandi aziende pubbliche iraniane sono stati avvisati che dovranno sposarsi entro settembre. Altrimenti dovranno affrontare il licenziamento.
La Pars Special Economic Energy Zone Company dà lavoro a migliaia di persone, in gran parte giovani uomini. La compagnia controlla la rete delle strutture petrolchimiche vicino alla città di Assalouyeh sulla costa del Golfo.
Essere sposati è una condizione per poter lavorare là. I corrispondenti della BBC in Iran dicono che la direttiva è stata fatta nel tentativo di ridurre il numero di prostitute che lavorano nell'area in cui si trova l'azienda.
La direttiva dice che nonostante le richieste "alcuni dei nostri colleghi non ripettano questi presupposti e sono ancora single", e continua "Giacchè essere sposati è una pre-condizione all'assunzione, annunciamo per l'ultima volta che gli impiegati uomini e donne hanno tempo fino al 21 di settembre per portare a termine questo importante dovere morale e religioso".(Fonte: "Liberali per Israele" da "mondodonna")


Sulla stessa linea d'onda, il governatore della provincia orientale del Nord Khorasan ha stabilito di recente che solo persone sposate potranno essere assunte negli uffici pubblici della regione.
Le difficoltà economiche hanno portato molte persone in Iran a ritardare la scadenza del matrimonio, nonostante le relazioni sessuali al di fuori di esso siano considerate illegali.
A commento dell'articolo, sul sito della BBC che viene letto da un pubblico internazionale, troviamo questi interessanti commenti:

Zdenek Smetanka, Berlin
Sono impiegato in una azienza iraniana di Berlino e mi hanno detto di sposarmi altrimenti mi licenziano. Non sono musulmano, vengo dalla Repubblica Ceca. Ho un mese per sposarmi ma non ho neppure una ragazza. Cosa posso fare? Per favore aiutatemi, aiutatemi!

Abbas, Tehran, Iran
Sono iraniano e lavoro in Iran. La mia azienda mi aveva detto di sposarmi oppure sarei stato licenziato. Mi hanno dato 6 mesi e in quel tempo, alla fine, sono riuscito a trovare una ragazza, con la quale ho messo su famiglia. Non era la persona con cui sognavo di passare la mia vita, ma dovevo farlo. Eppure, 6 mesi dopo il matrimonio, mi hanno licenziato. Ne è valsa la pena allora?NO! Ho anche problemi con mia moglie adesso!
mondodonna>


3 commenti:

Anonimo ha detto...

un regime totalitario comincia a traballare quando non lascia più quei piccoli sfoghi che danno un'illusione alla popolazione...
questa sembra proprio una di quelle fessaggini che possono inventare degli imbecilli con la pruderie...
caposkaw

Alessandra ha detto...

Esatto. Il problema è quanto durerà questa pruderie... .

Anonimo ha detto...

100 anni?
(stima ottimistica)
caposkaw