mercoledì 2 settembre 2009

DELUSIONE PER I SADO-FETICISTI ISLAMICI

NB: Dopo il Leggi tutto ... in fondo, numerosi link ancora da Scettico .

Kuala Lumpur: - La musulmana di 32 anni che era stata condannata in Malesia per avere bevuto della birra alla fine non sarà punita a colpi di bastone (sopra, un uomo fustigato sulle natiche, ndr).
Dopo molti tira e molla, l'applicazione della sentenza per la malesiana condannata a essere pubblicamente battuta a colpi di canna per il crimine di avere bevuto una birra, è stato rinviato sine die dalle autorità. Il caso di Kartika, top model madre di due bambini ha attirato l'attenzione dei mass media e dei gruppi di difesa internazionali e presentava un'immagine poco brillante della giustizia islamica e della Malesia. Il prezzo politico da pagare per potere in questo caso applicare la sentenza islamica sarà stato certamente giudicato troppo caro, hanno dunque fatto retromarcia. (Fonte: Presse Canadienne , da Scettico , 26/8)

E ancora: Convertiti link, Danimarca: quattro iracheni condannati ad essere espulsi dopo lo stupro di una ragazza di 14 anni link, Gaza: Hamas impone il niqab alle liceali e proibisce la promiscuità a scuola link e GB: Un uomo in burka armato di un'ascia ruba orologi di lusso in una gioielleria link e Vittoria del diritto d'uguaglianza:il burka per uomo link. Non è finita: Dubai dice no a Sex and the City 2 - Corriere della Sera,

17 commenti:

Paola ha detto...

e meno male!!!

Alessandra ha detto...

Incrociamo davvero le dita perchè non le facciano nulla.

esperimento ha detto...

Qualche giorno fa avevo letto che la punizione era stata rimandata a dopo la fine del Ramadan. Se viene ulteriormente posticipata, è una buona notizia, ma si spera che lo facciano con tutti e che non sia la solita strategia per ingannare l'occidente (ne salviamo una famosa, mentre altre centinaia subiscono le angherie previste).

Bentornata :)

Alessandra ha detto...

Grazie, carissima! :-)

Infatti si parla di "rinvio", non di annullamento. Un po' sulla scia della moratoria sulle lapidazioni proposta da Tariq Ramadan. Comunque forse non è solo il fatto di una LORO strategia per ingannare l'Occidente, ma anche che l'Occidente stesso chiude troppo spesso gli occhi su casi del genere. Del poveretto fustigato sulle natiche non si sarebbe saputo niente, se non avesse rischiato di essere frustata la modella Kartika. Mi ricorda un po' il caso della pop star libanese Suzanne Tamim. Il mandante è stato condannato a morte in Egitto e nemmeno essere un politico vicino alla famiglia del Presidente l'ha salvato, che io sappia. Poi ci sono quei casi tipo l'afghano Abdurrahman (condannato a morte per apostasia) e Safiya e Amina in Nigeria (condannate alla lapidazione per adulterio): ma quanti altri sono nella stessa situazione?

Mella ha detto...

Beh, ma quella era tornata apposta in Malaysia per farsi frustare, pienamente consapevole di avere commesso un orrendissimo crimine, e con la speranza che ciò servisse di esempio anche agli altri. Il doppio, gliene darei, e con una canna grossa come un palo, e sarebbe ancora poco!

Alessandra ha detto...

Le dichiarazioni di Kartika possono essere state anche dettate dalla paura: ha deciso di mostrarsi una musulmana pentita dal gravissimo peccato («è giusto che io sia punita»), magari sperando stupidamente di evitare la punizione, anche se LE E' ANDATA INCONTRO. Penso che non gliene freghi un piffero che "i giovani imparino dal suo caso", infatti ha detto: «Non ho paura perché da subito ero pronta alla punizione e le autorità pensano di utilizzare il mio caso per educare i musulmani. Facciano pure. Per me la vita continua». Per me la vita continua, chissenefrega degli altri!

Interessante comunque anche il commento del paparino, alla notizia:«Nessuna tristezza, noi siamo musulmani e siamo d'accordo» . Beh, che dire, se voleva veramente essere d'esempio ai giovani musulmani, sappiamo da chi ha imparato! Chissà, se non fosse tornata in Malaysia l'avrebbe costretta lui o frustata con le sue mani... .

Mella ha detto...

Lei vive all'estero e si trovava all'estero, a casa sua, quando le è giunta la notizia della condanna. Bastava, molto semplicemente, che restasse a casa sua, CON I SUOI FIGLI, che sotto qualunque religione dovrebbe essere il PRIMO dovere di una madre. No, la sua esibizione islamista non ha davvero nessuno giustificazione, meriterebbe davvero che gliele spappolassero, le natiche, a forza di frustate, per la sua attiva complicità alla più infame barbarie.

Alessandra ha detto...

Certo che dimostrare attiva complicità alla più infame delle barbarie al punto di essere LEI vittima... c'è qualcosa che non va nella testa! Sembra incredibile... .

Mella ha detto...

Appunto. Chissà che colpendo le chiappe non le si raddrizzi la testa ...

Orpheus ha detto...

Sono veramente dei pazzi sadici.
Ma come si può fare questo ad un altro essere umano?!!!!
Ciao Mary

Alessandra ha detto...

Tempo fa una donna, se non ricordo male indonesiana, un'analfabeta e che aveva sposato un saudita, ha dichiarato di meritare la condanna alla lapidazione per adulterio che le era stata inflitta!

Mella ha detto...

Senti, ma sei sicura che la foto rappresenti due natiche? Perché io più la guardo e meno riesco a vedere qualcosa che assomigli anche solo vagamente a due natiche! A che cosa sarebbero attaccate, poi? E quando mai due natiche hanno avuto quella forma?!

Alessandra ha detto...

Ehm... . Io mi sono fidata di "Scettico"... ma in effetti mi sembrano tipo delle grossissime ginocchia e sopra mi pare che si intraveda una gonna corta... .

Kizzy ha detto...

No sono proprio due natiche maschili, tratte da un video di fustigazione che Vituccio aveva postato tempo fa. Magari si ricorda il link...
A proposito, bentornata.

Mella ha detto...

Beh, la foto che c'è da Vituccio è esattamente questa, e continua a sembrare tutto tranne che due natiche, e nella fonte che lui cita c'è l'articolo, ma nessuna foto.

Kizzy ha detto...

Ti assicuro che sono due natiche maschili, io quel video ho avuto il fegato di vederlo... Al poveraccio in questione, per non farlo agitare troppo, è stato messo quel 'coso' (non so come chiamarlo-e non è una minigonna)fissato con cinghie ai lati dei fianchi, in modo da lasciare scoperto il sedere. I colpi di frusta erano di una precisione impressionante e dopo pochi colpi la pelle si è lacerata per poi arrivare alla fine ad essere come nella foto... Dopo è stato liberato e medicato(!). Mi chiedo per quanto tempo non avrà potuto sedersi, tapino... Certo che video simili non credo che avrò ancora voglia di vederne...

Alessandra ha detto...

Ok, svelato l'arcano... . Sembrano tessuto strappato... . Grazie del bentornata, Kizzy.