mercoledì 17 settembre 2008

RAPITA E PICCHIATA DAL MARITO, UN TRIBUNALE DEL MAROCCO LA CONDANNA


E già sarebbe gravissimo se il fatto fosse successo in Marocco, considerato anche il nuovo diritto di famiglia voluto da Mohamed VI... . Ma la protagonista di questa vicenda e il marito vivano in Italia!

La vicenda è riportata dal 'Secolo XIX'. La donna emigrata a Genova con il marito, era fuggita di casa. Lui la teneva segregata in casa e la picchiava. L'uomo però si è rivolto alla giustizia del suo paese che ha condannato Fouzia a tornare sotto il tetto coniugale.

Genova, 16 settembre 2008 - Un anno fa a Genova il marito era stato fermato dai carabinieri per sequestro di persona e lesioni nei confronti della moglie, adesso il tribunale di Guercif in Marocco ordina alla donna di tornare con lui e di pagare le spese processuali. La vicenda è riportata dal 'Secolo XIX'. La donna, Fouzia, emigrata a Genova con il marito Abdellah dal Marocco nel 2005, era fuggita di casa, nel quartiere popolare del Cep, il 20 settembre del 2007. Ai vicini e poi ai carabinieri aveva raccontato che il marito la teneva segregata in casa e la picchiava. (Fonte: Quotidiano.Net "Il Sole 24 Ore")
L'uomo era stato fermato dai carabinieri, lei accompagnata in un istituto religioso di assistenza. Abdellah si è rivolto alla giustizia del suo Paese sostenendo che le accuse della moglie erano false e, nel luglio scorso, il Tribunale di Guercif gli ha dato ragione e ha condannato Fouzia a tornare sotto il tetto coniugale. Intanto lei si è resa irreperibile. L'avvocato che assiste Abdellah in Italia, Gianfranco Pagano, ha dichiarato al 'Secolo XIX' che la sentenza marocchina verrà utilizzata per dimostrare che servono nuovi accertamenti sulla vicenda.

3 commenti:

barbara ha detto...

Me la ricordo: era scappata in pigiama approfittando di una disattenzione del marito dopo anni di segregazione. Ma forse in segregazione stava benissimo, visto che è la loro cultura.

annalisa ha detto...

di risposte ignoranti ne ho sentite ma la tua le batte tutte, brava è per colpa di persone come te che l'Italia è sempre indietro 50 anni a tutti gli altri paesi...

Anonimo ha detto...

SE STAVA BENE IN SEGREGAZIONE NON SAREBBE SCAPPATA,NON TROVI??E CMQ SONO SICURA CHE NON TUTTI I MAROCCHINI SIANO COSI'....ANCHE IN ITALIA CI SONO TANTISSIME VIOLENZE SOPRATUTTO IN CASA...
AUGURO TANTA FORTUNA A TUTTELE DONNE CHE SOFFRONO.