giovedì 11 settembre 2008

IRAN: VIETATO ALLE DONNE PRESENTARSI AGLI UFFICI GOVERNATIVI VESTITE DI ROSSO, BIANCO O GIALLO

CNRI- Tra le ultime restrizioni imposte alle donne iraniane, compare una recente direttiva promossa dal locale ufficio del Ministero per l’Orientamento islamico (MIG), con la quale si vieta alle donne di presentarsi negli uffici governativi vestite di rosso, bianco o giallo. Il regime dei mullah sfrutta ogni opportunità per aumentare le restrizioni nei confronti delle donne iraniane. Con una azione simile, la scorsa settimana alle donne ritenute “vestite in modo inappropriato” è stato impedito l’accesso dalle Forze di Sicurezza statale (SSF)- il corpo di polizia soppressiva dei mullah- all’Ufficio per i Veicoli a motore, chiamato “Shahrak Azmayesh” a Tehran ovest. (Fonte: Donne Democratiche Iraniane", 6/9/2008)
Le misure soppressive contro le donne iraniane sono aumentate a partire dall’Aprile 2007, quando è stato introdotto dagli ecclesiastici al potere il cosiddetto “ piano di incentivazione della sicurezza pubblica”.

2 commenti:

kritikon ha detto...

Questo te lo rubo e ti linko.
Kritikon

Alessandra ha detto...

Grazie mille, Kritikon. Verrò anch'io a farti una visita! :-)