domenica 25 maggio 2008

ALGERIA: PROCESSO A DONNA CONVERTITA

(ANSA)- ALGERI, 21 MAG - Per la prima volta in Algeria si e' aperto a Tiaret (400 km a ovest di Algeri) un processo contro una donna convertita al cristianesimo. Habiba - questo il nome della donna - e' accusata di aver 'praticato un culto non musulmano senza autorizzazione'. La donna e' stata arrestata su un autobus. La polizia ha trovato nel suo zaino 12 libri religiosi. Habiba si e' difesa dicendo che si tratta di testi personali. Chiesta una condanna a 3 anni di prigione. Martedi' la sentenza.
Preso dal blog "Unpoliticallycorrect"

2 commenti:

Anonimo ha detto...

E poi gente tipo la comunità di sant'eccidio vengono a blaterarci: Ci vuole il dialogo.
Cosa dobbiamo raccontarci con certa gente?, gli raccomandiamo la clemenza? Non più di due anni e rinuncia alla religione blasfema?
Moshé Dayan

Grillo Pensante ha detto...

Ringrazio Dio di non essere algerino.
Marino