giovedì 21 maggio 2009

CONVERTITI

Noi musulmani dunque non vedo perché non dovremmo cercare delle scappatoie per poter praticare in pace la poliginia, e conosco fratelli che lo fanno serenamente e senza avere alcun problema di diritti delle loro seconde, terze e quarte mogli, perché semplicemente le sposano in paesi islamici e poi le portano in Italia. Dunque se ho capito bene loro sono legalmente poligami anche davanti allo Stato italiano! qui (Fonte: Unpoliticallycorrect )

5 commenti:

Closethedoor ha detto...

Questo e' un serissimo problema, che credo sia gia' stato posto qualche anno fa da un film italiano pionieristico di una ventina di anni fa.
Qualcosa di simile succede negli USA coi mormoni, che hanno adottato il sistema del matrimonio seguito da divorzio civile, una pura formalità che permette agli uomini di moltiplicare i matrimoni che di fatto nella loro comunità non finiscono con l'atto di divorzio.

Allucinante O_o

Alessandra ha detto...

Non se ne parla mai abbastanza. Tempo fa ho postato un articolo che parlava di una signora italiana il cui marito egiziano ha un'altra moglie, una connazionale, dalla quale ha avuto una bambina che, piccolo problema risulta... FIGLIA SUA! Nel frattempo la signora ha subito un talaq in Egitto, che è stato certificato anche in Italia (come se lei fosse stata presente, tra l'altro, invece, NO). Una situazione paradossale e, ciliegina sulla torta, a quest'uomo hanno dato pure la cittadinanza italiana!!!!!!

Stefano ha detto...

Non mi vengono le parole...

Annamaria ha detto...

Il problema è uno e uno solo.
Mi chiedo, perchè lo so per esperienza, ma se i controlli delle ambasciate dei paesi di origine sono tanto rigorosi da rilasciare visti di ingresso con il contagoccie soprattutto per ricongiungimenti familiari, come è possibile che questi si portino le mogli egiziane se risultano già sposati qui????
Perchè risultano coniugati!
Allora, qualcosa nn va.
Inadempienza nei pubblici uffici? Possibile.
Molto possibile!

Stefano ha detto...

Inadempienza dei pubblici uffici.
Ma anche dei legislatori che non hanno ancora messo una pena di vent'anni per i bigami, (con aggravante se utilizzano pretesti religiosi)