giovedì 15 ottobre 2009

LA SHARIA NELLA NOSTRA PENISOLA

Sorelle (musulmane) d’Italia
In un convegno, la deputata del Pdl Souad Sbai denuncia i drammatici numeri della sharia familiare nel nostro Paese. E la Carfagna vuole una legge per proibire il velo.

- Bouchra, 24 anni, uccisa a Verona, a coltellate, dal marito perché si rifiutava di portare il velo e viveva da occidentale, come faceva già in Marocco;

- Kabira, 28 anni, accoltellata a morte dal marito, esibiva abiti occidentali e offendeva l’Islam;

- Darin Omar, uccisa dal marito perché si era fatta ”scandalosamente“ assumere in un call-center;

- Hina Salem stuprata dal padre a 9 anni, accoltellata e soffocata con un sacchetto di plastica dai suoi familiari, infine decapitata e sepolta con la testa rivolta verso la Mecca perché da adolescente frequentava un ragazzo italiano e rifiutava il matrimonio forzato impostole (e dopo la denuncia del padre per molestie sessuali, ndr);

- Fatima Saamali, uccisa sulla statale 26 a qualche chilometro da Aosta, poco prima, aveva denunciato alla polizia i continui maltrattamenti a cui la sottoponeva il marito;

- Malka, 29 anni, strangolata dal marito per i suoi atteggiamenti occidentali;

- Fatima Ksis, 20 anni, uccisa a coltellate dal fidanzato per averlo disonorato con il suo comportamento troppo indipendente;

- Amal, 26 anni, investita dal marito perché voleva recarsi dal parrucchiere;

- Sobia, avvelenata dai familiari, perché non si dimostrava sufficientemente sottomessa;

- Naima, accoltellata dal marito perché voleva riprendere con sé i figli sequestrati e portati in Marocco;

- Fouzia, strangolata dal marito Ali Islam Mostafa Mohamed Issa, in un appartamento in viale Zara a Milano, sotto gli occhi della figlia di 3 anni, che poi ha raccontato agli inquirenti: “…il papà ha fatto male alla mamma, ma la mamma è brava”, il corpo della povera donna è stato abbandonato in un giardino pubblico...era considerata dal marito “infedele”, perché aveva cominciato a seguire uno stile di vita occidentale;

- Sanaa Dafani, sgozzata dal padre (1 MESE FA COME OGGI...) a Pordenone per la sua scandalosa relazione con un ragazzo italiano“.

Un "vero e proprio bollettino di guerra". La lista delle vittime di questi reati è tristemente lunga e loro, le donne, non possono più raccontare gli infiniti lutti subiti – spiega al pubblico attonito di un convegno in cui doveva essere presentata l’annuale relazione del Telefono verde 800 911 753 - “Mai più sola”, dedicato alle vittime della sharia familiare in Italia - perché la loro bocca è stata chiusa per sempre“. ”Di loro – dice la Sbai - rimane solo una ferita nel nostro tempo, nella società sorda in cui hanno vissuto.“ Quella stessa società che scusa i carnefici in nome di una cultura che si suppone diversa e da tollerare persino in queste manifestazioni.”Voglio menzionarle qui – dice attonita la deputata di origine marocchina - per far sì che il loro sacrificio non sia stato vano e che le molte altre che oggi subiscono una sorte crudele trovino la forza di ribellarsi alla cieca violenza di mariti, padri, zii, cugini, fratelli, famiglie“. Per tutto l'articolo Leggi tutto...

E a proposito: Diede della «cristiana» alla deputata Sbai
Hassan Akrane, marocchino di 46 anni, vive e lavora a Bologna da oltre 20 anni.
Leggi tutto...

Poi: Immigrazione clandestina=STUPRI solito bollettino di guerra permalink .

In questo caso invece: Accoltella la figlia perché fidanzata con un albanese

12 commenti:

ilMaLe ha detto...

Altre due notizie lette su casi gravi di violenze alle donne:

http://www.padovanews.it/content/view/60698/109/

http://online.gazzettino.it/articolo.php?id=76438&ordine=asc

Alessandra ha detto...

Ho linkato la notizia di Padova sotto il post sull'Iran (lui impiccato, lei condannata alla lapidazione).

E'vero, ho letto anch'io del "padre" napoletano che ha accoltellato la figlia perchè stava con un ragazzo albanese. In precedenza la ragazza era stata con un altro albanese dal quale, a 17 anni, aveva avuto una bambina e lui l'aveva abbandonata. Ora la notizia.

Orpheus ha detto...

Ciao Alessandra pensa che ero venuta a chiederti proprio di questo argomento...
Perchè l'altra sera a PaP Souad Sbai e la Santanchè hanno parlato di 37 donne ammazzate in italia dai mariti islamici alcune in modo orribile e volevo saperne di più per scrivere un post...
Ciao mary

Alessandra ha detto...

Ho saputo che c'era Souad Sbai sia qualche sera fa a "Porta a Porta", sia a "La vita in diretta", ma purtroppo non ho visto nè l'una nè l'altra!!!!!! Ho sentito però tre settimane fa la Santanchè che, a "Domenica 5", denunciava proprio il fatto di TRENTASETTE DONNNE musulmane morte ammazzate TRA HINA E SANAA, cioè in 3 anni. In quella stessa puntata una convertita italiana all'islam si è permessa, in presenza del fidanzato di Hina, Giuseppe Tempini, di dire che il "padre" di quest'ultima e di Sanaa dovrebbero essere giudicati da... TRIBUNALI ISLAMICI !!!!!

Dolcelei ha detto...

Mammamia che lista orribile. Spero proprio che mai in Italia vengano permessi questi tribunali islamici.
Grazie cara Alessandra per questo blog di denuncia coraggiosa. Buon fine settimana a te ^_^

Alessandra ha detto...

Grazie a te, carissima. Il mio blog, per quanto è possibile non mira solo alla denuncia, ma anche fornire, quando ne vengo a conoscenza di esempi positivi, come Rola Dashti in Kuwait. Voglio far vedere che le donne musulmane, nel bene, ma neanche nel male, al di là dei moltissimi, troppi casi di sottomissione, non sono un universo monolitico e spero di riuscirci.

incapervinca ha detto...

Ciao Alle, non ho letto tutto il tuo blog, sarebbe importante aggiungere alla tua lista anche le donne italiane morte per mano di islamici come il caso di Arianna sgozzata insieme alla figlia e tante altre purtroppo......
http://blog.panorama.it/italia/tag/fahd-bouichou/

Aretusa ha detto...

Infatti Alex stò cercando notizie su quelle 37 donne.
Ho visto la Sbai a PaP, ha litigato di brutto con Ferrero.
Quel individuo spregevole difendeva l'uso del burqa e del niqab..puoi immaginarti la Sbai.
E poi se l'é presa anche con un capoccia della moschea di Viale Jenner.
Quella donna ha coraggio da vendere...
Se per caso hai qualche link della storia di qualcina di quelle donne, e me lo puoi dare mi fai un piacere...
Ciao Mary

Aretusa ha detto...

Aretusa sono io Mary/Orpheus...è il nick che uso su un blog di cultura
Ciao Mary

Alessandra ha detto...

Inca, mi ricordo di Arianna e di suo figlia, sgozzate dall'ex compagno di lei, un marocchino e musulmano!!!! Avevo linkato la notizia. Certo, parlo anche di donne italiane morte per mano di islamici o che comunque hanno avuto eufemisticamente problemi con essi.

Sì, ho immaginato, Mary. Penso che quel capoccia (la persona che me ne ha parlato non ricordava il nome) di Viale Jenner sia Abdelhamid Shaari. Souad è veramente una tigre!

PRESS ha detto...

Ti leggo spesso ma commento pochissimo, anche per chi come me condivide in pieno il tuo impegno e le tue idee, c'è poco da commentare. Fai un'ottima opera di divulgazione in rete su un problema enorme che dovrebbe interessare la TOTALITA'delle donne; evidentemente all'informazione drogata e "corretta"
italiana certe notizie importano poco. Brava, ti sono vicino.

Alessandra ha detto...

Grazie! :-)