martedì 29 dicembre 2009

ISLAM, ECCOLI QUA I VERI MUSULANI MODERATI! FINALMENTE NON HANNO PIU' PAURA!

ISLAM, NASCE MUSULMANI IN ITALIA, MANIFESTO CONTRO L' ODIO.

AGGIUNGO QUALCHE N.B. :

1) IL NOME COMPLETO E' "MOVIMENTO MUSULMANI MODERATI ITALIA-EUROPA".

2) GLI ADERENTI, GIA' IN QUESTI PRIMI GIORNI, SONO MUSULMANI E NON CHE VIVONO IN ITALIA, MA ANCHE IN EUROPA, IN OCCIDENTE E NEL MONDO ARABO (SOPRATTUTTO IN MAROCCO)

3) COME ORA AVRETE VISTO, SONO IN COSTRUZIONE ANCHE LE PAGINE CON LA TRADUZIONE IN INGLESE E IN FRANCESE

4) PLURALISMO: APERTURA E CITTADINANZA SENZA INDUGI A COLORO, COME APPUNTO VIENE CHIARITO , "VIVONO NEL RISPETTO E NELLA CONDIVISIONE DEI VALORI COMUNI".

5) NIQAB: SUL SITO C' E' LA CARTA DEI VALORI, DELLA CITTADINANZA E DELL' INTEGRAZIONE. PARTE RIGUARDANTE LA LAICITA' E LA LIBERTA' RELIGIOSA, ART. 26 : "IN ITALIA NON SI PONGONO RESTRIZIONI ALL' ABBIGLIAMENTO DELLA PERSONA, PURCHE' LIBERAMENTE SCELTO, E NON LESIVO DELLA SUA DIGNITA'. NON SONO ACCETTABILI FORME DI VESTIARIO CHE COPRONO IL VOLTO PERCHE' CIO' IMPEDISCE IL RICONOSCIMENTO DELLA PERSONA E LA OSTACOLA NELL' ENTRARE IN RAPPORTO CON GLI ALTRI".


"Combattiamo le tenebre figlie del terrore"

Adesso basta! Siamo tanti, tantissimi.
Il numero dei nostri membri cresce di ora in ora e ricomprende politici, intellettuali e rappresentanti della società civile accorsi anche dagli altri Paesi Europei. Ora siamo pronti a dare battaglia alle tenebre e all'inciviltà. Siamo stanchi di dover sopportare questo attacco di odio e di violenza che non si limita ad esportare il terrore nel mondo ma che causa enormi problemi all'interno delle nostre comunità". E' con queste parole che Gamal Bouchaib e Giergij Bouchaj, in qualità di portavoce, presentano il Movimento dei musulmani moderati e liberali in Italia.
All'indomani del fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit i Musulmani moderati escono alla scoperto e condannano senza alcuna remora "la vile guerra del terrore messa in campo dalle organizzazioni terroristiche di matrice islamica". "Condanniamo con orrore la catena di attentati e di tentati attacchi che ha insanguinato anche i più remoti angoli del nostro pianeta e che ha tracciato una lunga scia di sangue giunta fino a noi - si legge in una nota -. Intendiamo combattere e contrastare l'avanzata di queste tenebre figlie del terrore e del degrado.
Opponiamo con convinzione la comprensione all'omicidio; la conoscenza all'ignoranza; il pensiero positivo al nichilismo intellettuale, umano e spirituale; la costruzione alla distruzione; la dialettica al dogma". "Invitiamo dunque tutti coloro che fossero interessati a visitare il nostro sito http://www.musulmanimoderati.com/
a leggere e sottoscrivere il nostro manifesto", concludono Gamal Bouchaib e Giergij Bouchaj.

Presto nascerà anche un'Associazione di Giovani Marocchini in Italia, anche loro stufi marci di organizzazioni islamiche che istigano all'odio, giustificano il terrorismo contro la sacralità della vita, sono contro la parità della donna con l'uomo vorrebbero ostacolare l'integrazione delle musulmane e dei musulmani che invece amano il nostro Paese e sono la maggioranza. Musulmani che amano e sono portatori di PACE, quella vera!

DA ADESSO I FANATICI ISLAMICI DI CASA NOSTRA, I POVERI DI SPIRITO CHE FANNO TANTA PENA AGLI AUTENTICI MUSULMANI MODERATI, POTRANNO FARE CIO' CHE SANNO FARE MEGLIO: TREMARE !!!! SI CROGIOLINO PURE NEL LORO ODIO E NELLA LORO PAURA, PERCHE' TROVERANNO I MUSULMANI AMANTI DELLA VERITA', DELLA PACE, DELL' AMORE E DELLA LIBERTA' A SBARRARE LORO LA STRADA, QUELLI STESSI MUSULMANI CHE LORO HANNO MINACCIATO E PROVATO AD INTIMORIRE!

Naturalmente parlo anche per il titolare del blog Pacifico NON pacifista , che si è augurato (e l'ha pure ripetuto!) che Souad Sbai non arrivasse a Capodanno!!!!!

INVITO CALOROSISSIMAMENTE QUANTI VISITANO IL MIO BLOG A VISITARE, RIVISITARE, PUBBLICIZZARE E RIPUBBLICIZZARE IL NEONATO SITO DEI MUSULMANI MODERATI IN ITALIA, CHE E' UNA SORTA DI REGALO DI NATALE POSTICIPATO, UNA SPERANZA PER L' ANNO NUOVO E PER IL FUTURO !!!!

50 commenti:

petroniostefano ha detto...

Beh, se son rose fioriranno. Al momento la cosa che osservo è la differente impostazione tra le pagine in italiano e quelle in arabo, un pò come fa aljazira.

Alessandra ha detto...

Noi iniziamo a visitare e pubblicizzare il sito!!!!! Stavolta questo merita e queste persone devono avere il nostro sostegno!

luisa ha detto...

Complimenti per il tuo blog...perché non mi inserisci tra i tuoi amici e mi linki?? Te ne sarò grata
grazie!!!

petroniostefano ha detto...

Il manifesto in italiano è molto condivisibile e peraltro ci sono anche dei passaggi molto forti, da un punto di vista musulmano, ed anche coraggiosi.

Alessandra ha detto...

Grazie Luisa e benvenuta. Ok.

Fidati, Stefano, anche se non so l'arabo, questo Manifesto non è una sòla. Se non si sostengono queste persone, allora sì, che sarà un altro bluf e non sarà colpa dei musulmani moderati (laici, chiamateli pure come volete) che l'hanno creato!

Dolomitengeist ha detto...

Eurabia:Costi sociali per la migrazione in Europa – Italia
Costi sociali per la migrazione in Europa – Italia
“Quanto costa la migrazione islamica all’Europa – una resa di conti con un mito”
è il titolo di un nuovo essay di Michael Mannheimer. Si tratta di un lavoro giornalistico,
finora più ampio, sul tema costi della migrazione islamica.
File Download Dokumento PDF
http://dolomitengeisteu-dolomitengeist.blogspot.com/2009/12/eurabiacosti-sociali-per-la-migrazione.html

Livio ha detto...

Differente impostazione tra le pagine in italiano e quelle in arabo. Non mi convince. Per niente.
A chi e a che cosa servono le pagine in arabo?
C'è scritto musulmani moderrati italia_europa.
Che cavolo c'entra l'arabo?
Un'altra delle solite pagliacciate.... ma non vi stancate mai?

Alessandra ha detto...

Decisamente fuoriviante parlare di differente impostazione delle pagine in arabo e in italiano.
Le pagine in arabo Forse perchè lo leggano anche gli arabi nei Paesi arabi, che dici, Livio?! Ma non vi stancate mai? Siamo tutti contro estremismo e terrorusmo islamico, abbiamo preso per moderato chi non lo era, ma cerchiamo di non fare gli estremisti nel senso opposto!!!

Angelo B. ha detto...

Alla faccia dei moderati!!
In questa frase c'è tanta di quella boria!!
"Riteniamo che i tempi siano maturi affinché lo Stato e la società italiana considerino positivamente la prospettiva di un’Italia plurale sul piano etnico, confessionale e culturale, ancorata a una solida piattaforma di leggi e di valori comuni. Sollecitiamo pertanto le autorità italiane ad accogliere senza indugi e ritardi come nuovi cittadini coloro che vivono nel rispetto delle leggi e nella condivisione dei valori comuni..".

Pluralità un corno!! Se vogliono stare qui si devono adattare e basta. Loro a noi e alle nostre regole. NIENTE PLURALISMO.
E poi che significa "accogliere senza indugi e ritardi"? Perchè se si indugia che fanno? S'incazzano?
Ma chi ca@@o sono questi per dare ordini, e di fretta pure? Buffoni senza moderazione.

Moderati? Ma non fatemi ridere!!

Hamid ha detto...

salve,
ha ragione Stefano per quanto riguarda lo scritto in Italiano e quello arabo,infatti sono due cose diversi e si capisce anche dalle vari foto, comunque non ci vuole tanto per fare una traduzione almeno di entrambi le "homepage" . quindi, anch'io da "musulmano" aspetterò senza aderire e vediamo se davvero saranno moderati come dicono.
Felice anno nuovo a tutti

loris ha detto...

anni fa parlai con una ragazza turca e mi disse di tutto il suo odio per gli integralisti islamici perché, testuale, rovinavano l'immagine di tutti i musulmani, anche quelli come lei, moderata e senza velo, ed era prima dell'11 settembre. Stessa cosa per la dissimulazione, credo si chiami taqiya, che all'inizio sembrava una grande furbata, ma ha finito per instillare il dubbio su chiunque si metta a parlare con un islamico: sarà sincero o fingerà?
Spero anch'io siano davvero sinceri. Anche per il bene di loro stessi...

Clelia ha detto...

Hamid, non sono moderati, si sentono superiori, sono dei megalomani affitti da mania di protagonismo e grandezza.
Non fatevi prendere per i fondelli.
Leggi qui il disprezzo per le veline.
Sherazade: la protagonista delle "Mille e una notte" era bella, intelligente e agguerrita, altro che una velina

Le veline sono belle e quasi tutte laureate. Vi brucia, eh?

Mauro ha detto...

Non sottoscriverò nessun manifesto. Il disprezzo per le veline è il disprezzo per l'occidente.
Alessandra, ma li hai letti i loro articoli o hai il prosciutto sugli occhi? Ma di cosa ti stai entusiasmando?
Appena saranno un po' di più il movimento si trasformerà in un partito che sarà un partito islamico. E poi vedrai il loro cambiamento.
NON CI CASCATE!! NON SONO MODERATI!! SONO ISLAMICI E BASTA.
NON FATEVI FREGARE.

Aldo ha ragione, sono appena nati e già vogliono dare ordini? E vanno pure di fretta? Ma questo non v'insospettisce? Siete diventati scemi?

Hamid ha detto...

Grazie Clelia,
peccato davvero, anche perché qualcuno s'è iscritto nominativo come "amici della birra" o ebrea marocchina ...

gec ha detto...

Alessandra, ti sei messa ad appoggiare gli estremisti? Ma la lo hai letto il sito? Non credo...
Non lo pubblicizzerò e mi stupisce che tu lo faccia, a meno che non ti abbiano pagata... perché non si spiega in altro modo.
Angelo ha messo in evidenza delle cose molto importanti, c'è da riflettere......
Pluralismo? ma di quale pluralismo parlano? Allora non hanno capito PROPRIO NIENTE. E NON SONO MODERATI, E' OVVIO.

Nessun pluralismo: QUESTA E' CASA NOSTRA E CHI NON STA BENE, CHI NON ACCETTA LE NOSTRE REGOLE, SE NE VA AFFF DIRETTAMENTE.

ciao ha detto...

Hai capito sti stronzi come parlano delle nostre donne?
Ma con quale diritto offendono le veline? Sono forse peggio delle donne islamiche? No, sono meglio, perché sono meno ipocrite, almeno non si rifanno l'imene 10 volte l'anno come tante islamiche...

L'ipocrisia delle donne velate
http://scettico72.splinder.com/post/20511340

Una saponetta che rende la verginità!
http://scettico72.splinder.com/post/20238480

Hamid ha detto...

l'unico musulmano che sta postando è il sottoscritto, e non ho mai mancato di rispetto o insultato, quindi al sig. "ciao" chiederei di moderare il suo linguaggio e di non insultare "le nostre donne". Grazie

ciao ha detto...

hamid, non volevo insultare nessuno.
Per me non esistono "le nostre" o "le vostre" donne. Io le rispetto tutte, indistintamente.
Però leggi cosa scrive questa sedicente moderata. Il vero razzismo è sentirsi superiori. E questa qui è una megalomane presuntuosa.
Sherazade: la protagonista delle "Mille e una notte" era bella, intelligente e agguerrita, altro che una velina

Alessandra ha detto...

Vedo che estremisti nostrani si sono messi d'accordo con estremisti islamici... Bene, continuate così!

Loris, condivido le tue speranze.

Ovviamente siete liberi di non sottoscrivere nessun manifesto, nel quale comunque io non vedo nessuna boria e meno che mai minaccia. Non farlo per il presunto disprezzo che trasparirebbe per le veline mi sembra solo ridicolo, ma fate un po' voi! :-)
Se una donna vuole fare la velina, liberissima di farlo, libertà che nel mondo arabo e islamico ovviamente non c'è, ma non chiedetemi di stimarla.
Quanto a chi mi chiede se mi pagano per pubblicizzare questo sito, rispondo... MAGARI !!!! :-))) L'ho visto, mi è piaciuto e l'ho postato, ma evidentemente l'islamofobia galoppa e stavolta è islamofobia vera! E' un Movimento appena nato, cosa mi mettete a sputare litri di veleno, adesso?!

Alessandra ha detto...

PS. Clelia, per l'uso che le veline fanno delle loro lauree, guarda!!!

Gino ha detto...

Hamid, non bisogna fare distinzioni. Ma che significa: "le nostre donne"?
Questo è razzismo.
La falsa moderata ha offeso alcune donne italiane. Ecco cosa scrive:
"Ma come la mettiamo con Sherazade, che era bellissima, e insieme molto intelligente, tutt’altro che inoffensiva? Tutti quelli che rivendicano a sproposito la tradizione islamica dovrebbero farsi un esame di coscienza». E anche quelli che ci propinano un mondo di veline e di «pupe» senza cervello.".

Ciao ha detto una frase giusta: il razzismo è sentirsi superiori.
Questa falsa moderata si sente superiore e quindi è una razzista, integralista e ipocrita. Sicuramente non è una moderata.
Non aderirò al loro manifesto. E' una trappola.

lia ha detto...

Quindi Alessandra, chi non è d'accordo con te o è estremista o è deficiente.
Beh, scusami tanto, ma non condivido il tuo entusiasmo per questo sito arabo tradotto anche in italiano.
E a quanto pare non sono la sola.

Alessandra ha detto...

Hamid, non bisogna fare distinzioni. Ma che significa: "le nostre donne"?
Questo è razzismo.

In questo sono d'accordo con Gino.

Però Fatima Mernissi non fa nè più nè meno che quello che dicono le femministe italiane che giudicano male le veline e come viene rappresentata la donna nella tv italiana. O lei non può farlo perchè è araba e musulmana?! E' ipocrita non vedere che le veline sono libere, mentre moltissime donne islamiche non lo sono e con questo? Ci piace come viene rappresentata la donna italiana nei media? A me no!

Alessandra ha detto...

Lia, ecchisenefrega se non sei la sola a non essere d'accordo con me?!

Alessandra ha detto...

Naturalmente poi, scrivere in arabo oltre che in italiano, permette la lettura anche agli arabi che vivono in Occidente e fuori dall'Italia e che l'italiano NON LO SANNO E NON SONO TENUTI A SAPERLO, VIVENDO ALTROVE!!!!

Hamid ha detto...

la frase "almeno non si rifanno l'imene 10 volte l'anno come tante islamiche..." non parlava di "noi" e "voi"?
mah a me sembra un offesa alle donne musulmane, quindi ribadisco quello che ho postato prima.
qui si parla di donne non?, vorrei postare due links su di "noi" e su di "voi":
http://www.nondasola.it/dati/dati.htm

l'altro:
http://www.youtube.com/watch?v=cwjd8MvBLZI
queste lasciano riflettere, sia per noi musulmani che la stampa italiana che ci attacca senza avere i numeri...
notte

Alessandra ha detto...

Io non la vedo come un'offesa alle donne musulmane: è un'offesa che siano costrette a rifarsi l'imene 10 volte l'anno!!! Ciao.

Hamid ha detto...

sono loro "le cretine" che vanno 10 volte l'anno con dei maschi ignoranti cretini,e credono di avergli ingannagli. mi fanno pena (per non insultare)tutti i due "solo perché sono della mia stessa razza" , ma non vedo perché sono "costrette". notte

Anonimo ha detto...

Cara Alessandra, tu riesci sempre a far reagire i tuoi utenti e questo dovrebbe farti felice, ma vedo che non riesci ad accettare l'asprezza del discorso, così come viene posto da alcuni lettori.
Come mai non ti rendi conto di essere stata tu a provocare tali reazioni? Così con dispiacere mi debbo associare ai loro distinguo, in quanto trovo che il suggerimento che dai di sostenere questo gruppo che si autodefinisce "movimento moderato" è troppo intempestivo.
Praticamente chiedono e tu li appoggi, un atto di fede, semplicemente per l'autodifinizione di moderati.
Ma abbi pazienza: chi sono? cosa hanno fatto di tanto meritevole per essere sostenuti? E poi perché a scatola chiusa? Come possono permettersi di pretendere un atto di fede? Noi italiani siamo abituati a criticare e a mettere in discussione anche il nostro dio, senza paura di essere trucidati, che gli dobbiamo forse qualcosa? E tu perché li sponsorizzi? Qual'è la tua parte in questo gruppo? E come mai gli articoli scritti in arabo non trovano riferimento a quelli scritti in italiano, che viene marginalizzato?

Io non trovo scandaloso che loro parlino di pluralismo etnico, confessionale e culturale, ma sarebbe bene che prendessero coscienza, (ma vedo che la devi prendere anche tu) che in Italia il pluralismo esiste ormai da almeno 100 anni, da quando abbiamo accolto le prime comunità armene sopravvissute al genocidio turco, fino ai rifugiati dall’Unione Sovietica e dall’Europa dell’Est, dagli ebrei del magreb e del nord Africa, che sono stati cacciati dai Paesi arabi, dai cinesi buddisti, ai filippini islamici e cristiani, dai pakistani sik agli indiani induisti, dagli eritrei ai somali animisti, cristiani e islamici, dai libici islamici agli egiziani copti sempre obbligati a sfuggire alle persecuzioni islamiche, ai sudamericani che fuggono dalla miseria e dalle squadre della morte dei loro Paesi, quindi di quale altra multietnicità dovremmo farci carico? Forse questi nuovi tuoi amici si riferiscono ai marziani o ai borg?

Ti risulta che abbiamo perseguitato qualche gruppo etnicamente, culturalmente e religiosamente diverso dagli autoctoni?

Non comprendo il loro discorso, a meno che questi non si servano di aria fritta, per dirla con un luogo comune: fumo negli occhi, ebbene cara amica, anche se condividiamo battaglie e amiche comuni, non significa che ciò che leggo possa riuscire a fasciarmi gli occhi e a obnubliare la coscienza.

Ti invito pertanto, soprattutto per te e per evitare di fare la figura della sprovveduta, come in questo caso, a un minimo di prudenza, non invitarci ad atti di sottomissione, quelli lasciali fare a chi non usa la propria testa perché non ha la consapevolezza di essere un individuo.

Grazie. Adriana Bolchini (Lisistrata)

Alessandra ha detto...

Adriana, non vi chiedo di fare un atto di fede, semplicemente non mi sembra che sul sito ci sia niente che meriti tutte 'ste critiche. Leggetelo e se non vi convince non firmatelo, fine.

Anonimo ha detto...

Ho qualche perplessità, ma aspettiamo i fatti prima di giudicare.
Quale sarà la loro presa di posizione sulla questione niqab ?
Pensavo fosse uno scherzo,invece è tristemente realtà .

http://www.mondoraro.org/2009/12/30/lettera-aperta-da-parte-di-donne-italiane-musulmane-che-hanno-liberamente-scelto-di-indossare-il-velo-integrale-niqab/
inc@

Alessandra ha detto...

ma aspettiamo i fatti prima di giudicare.

Amen! E' normale avere perplessità, all'inizio. Non è fede cieca la mia, non sono il tipo e non pretendo certo che vi "sottomettiate" come ha detto Adriana. Semplicemente a me questo sito è piaciuto molto, mi ha francamente entusiasmata, ma certo non ho le fette di salame sugli occhi. Sono anch'io ansiosa di sapere come questi moderati procederanno. Ve l'ho segnalato, visitatelo con calma e se, volete, sottoscrivetelo. Mi pare ovvio che viviamo in democrazia e non vi impongo certo di firmare (talmente ovvio che non dovrei neanche dirlo). Il niqab? Il gruppo è per la parità tra uomo e donna, respinge e lo dice "ogni forma di coercizione fuori e dentro le mura domestiche", si impegna per "tutelare la dignità della donna in tutte le manifestazioni". Quindi comprenderei tranquillamente la contrarietà al niqsb! Grazie del link!

Angela ha detto...

Non so chi ci sia dietro questo sito, ma è certamente un furbacchione (o un gruppo di furbacchioni) che sta gettando le basi per un nuovo partito islamico.
La pagina chi siamoè un illeggibile e impenetrabile sproloquio da malati di logorrea, scritto da qualcuno perso nei vicoli del villaggio globale e soprattutto in quelli del suo cervello. Dopo 3 righi già dormivo. Solo uno psicopatico potrebbe leggere fino in fondo un simile "horror vacui" senza restarci secco.
Invece di scrivere una pagina piena di scempiaggini, potevano scrivere i loro nomi e le loro azioni.
"allontanare il pericolo dell’islamofobia"? Ma questi stanno dando i numeri?
A questo punto è lecito o non è lecito chiedersi: ma chi ca@@o sono? Fuori i nomi e cognomi.
In caso contrario sono solo degli ipocriti vigliacchi tesi a portare fino in fondo la loro mistificazione.
Non aderisco ad un fantomatico movimento di sedicenti islamici moderati che non hanno il coraggio di mostrarsi a viso aperto. Vediamo chi sono e poi ne parliamo.
Prima si agisce e poi si chiedono le adesioni. Non viceversa.

Alessandra, di che cosa ti sei entusiasmata ancora non l'ho capito. Oppure sai qualcosa che noi non sappiamo (ma propendo per questa seconda ipotesi).
Forse sarebbe il caso di giocare a carte scoperte perché ti assicuro che non stai facendo una bella figura. Qui non siamo tutti scemi.
Angela

Nicola ha detto...

Grazie Angela per avermi messo una pulce nell'orecchio quando hai detto ad alessandra: forse sai qualcosa che noi non sappiamo.
Effettivamente è così.

Ho fatto un whois sul sito musulmanimoderati.com e che ti trovo? E' intestato ad un ente no profit in via della polveriera 14, cioé esattamente al Centro Culturale marocchino "Averroè".
Bene Alessandra, complimenti.
Ti aveva entusismato il sito, eh?
Ma che faccia di bronzo che hai.
Hai pure detto: "Semplicemente a me questo sito è piaciuto molto, mi ha francamente entusiasmata, ma certo non ho le fette di salame sugli occhi. Sono anch'io ansiosa di sapere come questi moderati procederanno".
Tu sai benissimo chi sono e cosa fanno e tutti noi sappiamo bene che dietro al Centro Culturale marocchino "Averroè c'è Souad Sbai.
Ma perché tutti questi misteri?
E perché ti sei prestata a questo squallido giochetto facendo una pessima figura?

"NEONATO SITO DEI MUSULMANI MODERATI IN ITALIA"? E che bisogno c'era di un altro sito, di travestirsi da nuovo movimento moderato?
Cosa può venirne di buono da una cosa che comincia già con una specie di inganno?
Facce vecchie travestite di nuovo... non capisco la necessità e qualcosa non mi quadra. Non aderirò.
La Sbai aveva già la nostra fiducia, a che pro questa pagliacciata?

petroniostefano ha detto...

x Nicola,
nella pagina in arabo c'è proprio scritto che la costituzione del movimento è avvenuta a Roma presso il centro culturale ibn Rushd (Averroè).

Nicola ha detto...

X petroniostefano
Ah, nella pagina in arabo... capisco...
E perché non lo hanno scritto anche, anzi soprattutto, nella pagina in italiano, dal momento che questi islamici moderati vivono e operano in Italia?

Alessandra ha detto...

Ebbene sì, il Centro, che è l'unico per musulmani moderati in Italia, è di Souad Sbai! Embè? Non può prestarlo a dei musulmani laici e moderati che glielo chiedono e di cui condivide le idee? Io in effetti LO SAPEVO, perciò sono stata bene felice di pubblicizzare il loro sito e il loro Movimento.
Però nel Centro "Averroè" ce sono ben 8, tra cui uno per bambini non accompagnati e la Sbai, è SOLO e unicamente Presidente dell'ACMID-DONNA, non è coinvolta in questo progetto (l'ho sentita per telefono!!!). Inoltre non può, come parlamentare, iscriversi a nessun movimento.

Ma grazie al cielo c'è una ospita i moderati, a fronte delle 800 moschee date da questa sinistra agli estremisti islamici!!!
Siamo contro l'estremismo e il terrorismo di matrice islamica? E' vero che ci fidiamo di Souad Sbai? Bene, allora facciamo un atto di fiducia anche sul Movimento, che è appena nato e gli deve essere lasciato il tempo di lavorare! Se non vi piace, liberissimi di non sottoscrivere al Movimento e di non credere nel progetto. Sarebbe un peccato, tutto qui!
Piuttosto, com'è che nessuno ha detto niente delle minacce a Souad dal titolare del blog "Pacifico NON pacifista"?!

Alessandra ha detto...

Nicola, l'ho detto il motivo. in altri commenti! Gli immigrati devono imparare l'italiano, ma NON FACCIAMO I PROVINCIALI: non c'è solo l'Italia, ci sono anche gli arabi che vivono nel mondo arabo e in altri Paesi, che possono leggere il sito e NON SONO TENUTI a sapere l'italiano!

Lella ha detto...

Cara Alessandra,
ti seguo praticamente da quando hai aperto il blog condividendo gran parte delle tue idee e delle tue battaglie, ma questa volta sono a dir poco delusa.
Hai scritto esattamente
"Quanto a chi mi chiede se mi pagano per pubblicizzare questo sito, rispondo... MAGARI !!!! :-))) L'ho visto, mi è piaciuto e l'ho postato,.
Non è vero. Lo hai postato perché sai chi c'è dietro e forse te lo hanno chiesto loro.
Adesso la domanda é: PERCHE' MENTIRE?
E perchè tacciare di estremismo chi ha dei ragionevoli dubbi?
Certo, tu dubbi non ne avevi in quanto eri ben a conoscenza di tutta la questione...
Veramente, a questo punto non ci capisco più niente.

Alessandra ha detto...

Cara Lella, mi fa piacere che mi segui dall'inizio e spero che continuerai a farlo. Non vedo francamente il tuo motivo di delusione.
E' vero, mi è stato chiesto se volevo pubblicizzare il loro sito e ho accettato di buon grado perchè l'ho visto, mi è piaciuto e l'ho postato.
A parte Souad Sbai che non c'entra, ma ha prestato un locale per le loro riunioni e un altro amico con cui sono da poco in contatto virtuale, non conosco quelli che ci sono dietro, perciò non potevo anch'io dirvi granchè. Mi è stato SEGNALATO questo sito, nato un paio di giorni fa, che a me piace molto e voglio dare una mano a chi l'ha creato.
Souad Sbai si conosce, diamo la possibilità ad altri musulmani moderati di farsi sentire!

Piuttosto, su "Avvenire" di oggi c'è un'intervista a GamalBouchaib, Presidente del Movimento: leggiamola e il progetto di sarà più chiaro.

I vostri dubbi erano ragionevoli, non sapendo niente e L'HO DETTO. Ci sono rimasta male per il modo in cui veniavano espressi. Più che annunciarvi un'iniziativa di musulmani moderati, cosa posso fare?! Facciamoli lavorare e vediamo che fanno!

Alessandra ha detto...

Guardate, il Manifesto è stato aggiornato con la traduzione in inglese e in francese! Non ci sono più solo l'italiano e l'arabo! :-)

Stefano Maestri ha detto...

Un grandioso plauso agli islamici che si ribellano agli integralisti fanatici e mortiferi.
Approfitto per aggiungere un buon 2010

Alessandra ha detto...

Questo è l'importante!!!! Poi il vedremo all'opera. Buon anno a te, Stefano!

Mella ha detto...

E con tutte le volte che ci hai sbattuto il naso, ancora non sei riuscita a imparare che gli specchi sono scivolosi, maledettamente scivolosi ...

Mella ha detto...

Tanto per capirci:

INVITO CALOROSISSIMAMENTE QUANTI VISITANO IL MIO BLOG A VISITARE, RIVISITARE, PUBBLICIZZARE E RIPUBBLICIZZARE IL NEONATO SITO DEI MUSULMANI MODERATI IN ITALIA

Noi iniziamo a visitare e pubblicizzare il sito!!!!! Stavolta questo merita e queste persone devono avere il nostro sostegno!

Mi pare ovvio che viviamo in democrazia e non vi impongo certo di firmare


Direi che i casi sono due: o non te ne rendi conto, e allora sei schizofrenica, o te ne rendi conto e allora sei in malafede. Quello che è certo è che ancora non hai capito, dopo tutte le volte che è successo, che queste penose arrampicate sugli specchi non hanno altro risultato che quello di farti perdere miseramente la faccia. E le reazioni isteriche (Lia, ecchisenefrega se non sei la sola a non essere d'accordo con me?!) non aiutano davvero a migliorare la situazione.

petroniostefano ha detto...

nel sito di Magdi Cristiano Allam si parla di questo movimento, sostanzialmente in termini positivi anche se attendisti, inoltre si pone il problema (come te) di quanto spazio avrà nei media.
Se il movimento vuole più spazio, deve anche (ma non solo) essere chiaro e qui ritorna il problema della traduzione che avevo sollevato, perchè il sito citato da come data il 29/12 che è quella della pubblicazione del manifesto in italiano (è chiaramente un'interpretazione perchè nel testo italiano non c'è riferimento), mentre nel testo arabo è indicata la data del 18/12.
Se dovessi dare un consiglio a questo nuovo movimento è proprio quello di creare le pagine in italiano speculari a quelle in arabo, senza differenziarli ad hoc: questo forse richiede uno sforzo maggiore, però ne aumenta la trasparenza e, probabilmente, anche la fiducia; inoltre, dal momento che il movimento è diretto ai musulmani anche italiani, quanti di questi che sono di seconda generazione conoscono l'arabo? è ancora più opportuna la scelta speculare bilingue.

Alessandra ha detto...

Caro Stefano, scrivimi per favore ad alebo80@libero.it .

Alessandra ha detto...

Temo di aver preso Lia per un'altra persona, se è così, mi scuso. Traduco in modo più civile quello che ho scritto: ciascuno ha il diritto di non condividere le mie idee.

Anonimo ha detto...

Leggo che la discussione si è fatta calda e interessante. Direi che Alessandra è riuscita ad attrarre l'attenzione, ora bisognerà vedere anche se le opere saranno corrispondenti alle aspettative.
Aggiungo solo che è molto normale rizzare le antenne quando si sente parlare di islam, tutti abbiamo capito che i nemici non sono i terroristi, quelli sono facili da individuare e si possono eliminare, mentre i nemici sono gli ideologi, quelli che parlano a bassa voce, e ci spiegano che l'islam è una religione di pace, e quanto gli islamici siano sensibili alle questioni religiose (le loro) e sostengono che l'islam ha rispetto per altre religioni ma ne distrugge i simboli e perseguita le persone. Quanto rispetto nutre per le donne, ma poi dimostrano nei fatti che le rispettano a morte mettendo fra le loro gambe l'onore maschile e che per quanto riguarda le non islamiche, il disprezzo viene elargito con generosità fino al punto che non passa giorno che qualche stupro etnico venga consumato sul territorio italiano, ovviamente nel silenzio della stampa già islamizzata nei concetti di una politica indecente, perché islamicamente corretta.
Quindi se tocchi questo tasto, dovresti sapere che coloro che ti seguono hanno le proprie opinioni o non ti seguirebbero, per cui mi asterrei al posto tuo di dare dei fanatici a chi non abbraccia cause in cui entri il termine "islamico" ma preferisca aspettare le azioni, perché effettivamente il nuovo sito non da una bella immagine di sè, anche se come tu sai, meglio di me, qualcosa è già stato corretto.
Ora l'anno nuovo nasce con rinnovata speranza per tutti, ma la lotta sarò durissima e chi sta da questa parte (la nostra) non si fa incantare dalle parole e dalle ideologie, ma osserva attentamente i fatti, è lì che risiede la verità: nei fatti.

Mi auguro di vederne tanti buoni.

Buon anno a te a tutti i navigatori e a quei "moderati al lavoro"

Adriana Bolchini (Lisistrata)

Alessandra ha detto...

Certo, Adriana. Come ho detto in alcuni commenti, riconosco che i vostri dubbi su musulmani che si presentano come "moderati", sono legittimi (altrimenti non avrei neppure fatto un blog che trattasse di un argomento "caldo" come le donne arabe e/o musulmane!). Sono anche i miei dubbi, tra l'altro!
Come avete giustamente indovinato, mi è stato chiesto di pubblicizzare il sito. Io sapevo che Souad Sbai sostiene questo Movimento, quindi sapevo anche di andare sul sicuro. Stefano Petronio ha fatto bene a dire che anche sul sito di Magdi Cristiano Allam se ne parla bene.
Non avrei accusato di islamofobia a destra e sinistra, se qualcuno di voi non fosse saltato fuori con affermazioni tipo "Sono in Italia, perchè c'è anche la traduzione in arabo?" e non avesse polemizzato, come hai fatto anche tu, sulla parola pluralismo e cittadinanza senza indugi a "COLORO CHE VIVONO NEL RISPETTO DELLE LEGGI E NELLA CONDIVISIONE DEI VALORI COMUNI". A me la loro sembra una richiesta assolutamente condivisibile, alle suddette condizioni: non è quello che vogliamo che facciano gli immigrati, musulmani in particolare?!
Non avevo capito le vostre violente critiche, ma come si dice dalle mie parti "cent cò, cent crap": cento teste, cento modi di pensare! Non volevo MENTIRE in alcun modo: pensavo che sarebbe bastato il sito, ovviamente non dico per apprezzare e mettere la mano sul fuoco sulla sincerità del Movimento, ma per dire: "Bene, adesso aspettiamo che arrivino i fatti, perchè di falsi moderati ne abbiamo visti anche troppi!". Riconosco di aver sbagliato a partire entusiasta con un Movimento di cui voi sapevate ancora meno di me. Spero che adesso che ho chiarito le cose e che il sito è aggiornato, siate anche voi più fiduciosi (se non altro che la sottoscritta non era in malafede).