giovedì 13 maggio 2010

GRAN BRETAGNA: PER LA PRIMA VOLTA DUE DONNE MUSULMANE ELETTE IN PARLAMENTO


LONDRA (7 maggio) - Due deputate musulmane siederanno per la prima volta nella Camera dei Comuni. Si tratta di due candidate laburiste, Shabana Mahmood e Yasmin Qureshi. Il parlamento britannico apre dunque le porte a donne di fede musulmana, 13 anni dopo aver fatto lo stesso con gli uomini. Nel 1997 era stato Mohammad Sarwar a fare da apripista, conquistando un seggio a Glasgow Central. Laureata a Oxford e avvocato, Shabana Mahmood è figlia di un leader del partito laburista di Birmingham. La sua candidatura, sostenuta fortemente dai vertici di partito, ha scatenato una dura sfida con la candidata asiatica dei conservatori, Nusrat Ghani. La Mahmood ha commentato così la sua vittoria: «L'immagine delle donne musulmane senza diritto di parola che non possono lasciare le loro case non corrisponde al vero. Il parlamento è per la gente, per tutta la gente, e le minoranze etniche devono rivendicarlo».
«Sono felicissima. Prometto di lavorare molto duramente» sono state, invece, le parole pronunciate da Yasmin Qureshi quando ha saputo di essere stata eletta. 46 anni, originaria del Pakistan, la neodeputata laburista è immigrata in Gran Bretagna quando aveva nove anni. È stata consulente dell'ex sindaco di Londra Ken Livingstone sui diritti umani (ma Ken Livingstone è grande amico di Al-Qaradhawi !!!). La Qureshi lavora come avvocato penalista ed è stata anche impegnata nella sezione legale della missione Onu in Kosovo. Finora, tutti e sei deputati musulmani votati nel Parlamento britannico rappresentano i laburisti. (http://www.ilmessaggero.it/ )

Sayeeda Warsi e' stata invece la prima donna musulmana a sedersi di fronte a un candidato dai conservatori nel 2007, ma come baronessa e non come deputata e l'anno scorso ADEELA SHAFI, UNA MUSULMANA NEL PARTITO DI MARGARET THATCHER .

3 commenti:

Mella ha detto...

Sì, l'essere stata stretta collaboratore con un antisemita duro e puro, amico dei peggiori integralisti islamici non è davvero un precedente rassicurante.

Dolomitengeist ha detto...

Islam-Svezia: La Casa di Lars Vilks fissato dagli islamisti radicali in fiamme!
http://dolomitengeisteu-dolomitengeist.blogspot.com/2010/05/islam-schwedendas-haus-von-lars-vilks.html

Alessandra ha detto...

Grazie, Dolomiten, ho visto.