venerdì 6 maggio 2011

POST RIMOSSO SULLA SIGNORA SILVIA OLIVETTI

Come richiesto dalla Sig.ra Silvia Olivetti, Presidente del "Movimento per la Tutela dei Diritti dei Musulmani", ho rimosso il post che la riguardava, poichè Lei ha affermato che sono falsi gli 11 "diritti" che ho copia-incollato da una pagina di Facebook, ingenuamente e in buona fede.

Alessandra Boga.

60 commenti:

inca ha detto...

Da spedire direttamente in un paradiso islamico
inca

Vituccio ha detto...

Azz non chiede niente l'apostata.Io sinceramente la trovo una buona idea,metterli tutti rinchiusi in un piccolo paesino con 4 mura,con le loro macellerie,i loro kebab,coi loro burka,le loro lapidazioni,ma ad un patto peró:che non si possano allargare i confini in futuro.

Anonimo ha detto...

Insomma, richiedi il ritorno a prima dell'anno mille. Spero che sia solo una provocazione perché non posso immaginare che qualcuno sia così sciocco o abbia subito talmente tanto il lavaggio del cervello da vivere in una realtà completametne sua.
Urbano II

Silvia Layla Olivetti ha detto...

Buonasera, sono Silvia Layla Olivetti.
Avete pubblicato in questo sito un elenco di progetti del mio movimento assolutamente FALSO. Mi avete attribuito scopi e obbiettivi assolutamente inventati. Chi desiderasse sapere quali siano le vere iniziative del Movimento visiti il nostro sito web: www.dirittimusulmani.it
Agli amministratori di questo sito: riceverete presto notizie dal mio legale per le bugie che avete scritto sul mio conto.

Alessandra ha detto...

Silvia, non vedo perchè debba scomodare il tuo legale. Piuttosto rispondi punto per punto a quanto scritto qui.

Vituccio ha detto...

Ale dove hai preso gli 11 punti sopracitati?!

Silvia Layla Olivetti ha detto...

Te lo dico io dove li ha presi gli 11 punti "Ale": li ha inventati! Vai sul nostro sito e ne avrai la prova: basta leggere la nostra mission e le nostre iniziative in corso.
P.s. "Ale", certo che serve scomodare il legale: attribuire a qualcuno cose che non ha detto, specialmente se contrarie alla Costituzione italiana e alla legge in generale COSTITUISCE REATO. E non ho alcun bisogno di ribattere punto per punto qui: il nostro sito parla da dolo e spiega tutto quello che c'è da spiegare. Saluti, il Presidente del Movimento per la tutela dei diritti dei musulmani, Silvia Layla Olivetti

Vituccio ha detto...

Olààà,non esageriamo Silvia con legali e costituzione e non prendetela di parte solo quando vi fa comodo a voi musulmani,sai,nel corano di cose contrarie alla costituzione e alle leggi in generale ce ne sono a bizzeffe.

Sappiamo benissimo che a voi di fede musulmana della costituzione italiana non ve ne frega una cippa.

A voi piace la sharia,senza limiti di legalità,vero?

Comunque Ale ti ha chiesto di esprimerti sui punti...

Alessandra ha detto...

Esatto, Vituccio: dicesi "jihad dei tribunali". Non ho un'immaginazione così fervida da inventare quegli 11 diritti. Li ho trovati su una pagina di Facebook.
Se questi sono falsi, Silvia, appunto, rispondimi punto per punto. Cosa ne pensi delle cose elencate, in coscienza? Difenditi da sola: non hai bisogno del legale.

Anonimo ha detto...

Ale secli hai presi su facebook non li hai scritti tu. Punto. Silvia se i punti sono falsi e/o inventati non e' responsabile Alessandra. Perché non approfittiamo di questa inesattezza evidentemente riportata qui in buona fede per farci spiegare da Silvia di cosa si occupa la sua associazione? Potremmo chiarirci tutti quanti le idee :-)

Anonimo ha detto...

be dai Alessandra, nonlamentarti questa muslima, anziché fungere da tagliatesta come abbiamo spesso visto in tv usano fare dalle parti dell'islam, si limita a tagliarti la lingua, vuoi negarle questo diritto? Direi che è il minimo che si possa aspettare da lei, vuoi forse pretendere che accetti quello che noi perversi e corrotti occidentali, mondo al quale lei non appartiene ovviamente.... possa permettersi di dire e fare qualcosa su cui lei non concorda?

Lisistrata

Alessandra ha detto...

Naturalmente il mio ultimo commento è riferito a Silvia.
Grazie Anonimo e Lisistrata.

Anonimo ha detto...

E poi cara Alessandra, lo sai benissimo che i musulmani hanno bisogno di tutela per difendere i loro diritti, lo sai bene che l'ONU ha votato la risoluzione per la blasfemia, perché noi si possa tranquillamente incriminarli e condannarli a morte come successo alla muslima Asia Bibi in Pakistan, nota regione cristiana. E perché non possa più accadere che in Egitto vengano rapite musulmane per convertirle al cristianesimo, altra nazione copta, o in Nigeria si smetta di bruciare vivi gli islamici, come si deve smetterla di imprigionarli e di condannarli sia in Iran che in Afghanistan perché i cristiani si stanno tutti convertendo all'islam. Insomma permettile di difendere quella sparuta minoranza che raggiunge soltanto 1 miliardo e mezzo di persone dal polo nord al sud e che ha l'ambizione di diventare almeno di 5 miliardi perché quelli che mancano alla conta saranno i non convertiti e gli atei, che come tutti sanno meritano solo di morire.
Insomma lasciala fare no?
Porgile cristianamente l'altra guancia, o sai che non puoi andare in paradiso. Ciao da Lisistrata

Silvia Layla Olivetti ha detto...

Alessandra è ugualmente responsabile di ciò che scrive perchè invece di avere citato la fonte da dove ha tratto i punti, ha firmato l'articolo "Alessandra", come se fosse suo. Pertanto, per me è "suo".
Poi: la questione non è cosa io pensi degli 11 punti sopracitati. la questione è che qui si dice che quei punti corrispondono al MIO programma o a qualche mia dichiarazione. E QUESTO E' FALSO!

Alessandra ha detto...

Amen! :-) Ciao Lisistrata!

Anonimo ha detto...

Scusa Alessandra, sono la smemorata di Collegno di prima, cioè Lisistrata, ti sei tenuta per caso una copia della pagina che hai copiato? Se non lo hai fatto allora pubblica quello che ha scritto la muslima Layla, precisando che è una correzione dovuta alla sua precisazione. Non vedi che cerca visibilità? Vuole andare in TV meglio se in RAI a spese nostre, cioè sulla nostra pelle, in questo caso la tua.

Ciao Lisistrata

Alessandra ha detto...

Bene, se è falso, spiegaci quello vero. Spiegaci cosa pensi di poligamia e tutto il resto che c'è scritto qui.

Silvia Layla Olivetti ha detto...

Ripeto. Qui non si parla del mio pensiero: è una questione di principio. Mi attribuite ciò che non ho detto e questo è legalmente perseguibile. Non devo spiegare nulla a nessuno su quei punti che non mi riguardano minimamente e che avete pubblicato sotto la mia foto con il solo scopo di danneggiare la mia immagine e reputazione. Se volevate pubblicare qualcosa sul Movimento dovevate contattare noi direttamente e chiedere: vi avremmo risposto volentieri come facciamo con tutte le persone educate che ci chiedono informazioni. Oppure dovevate pubblicare il link del nostro sito, non 11 baggianate trovate chissà dove e scritte da qualche personaggio che ha tempo da perdere (certo quegli 11 punti non li avete trovati sulle nostre pagine, visto che i nostri progetti sono completamente diversi). Chiaro? Pertanto, riprendiamo da capo: se togliete questo articolo falso e ne scrivete uno corretto, va bene e ne possiamo anche parlare. In alternativa, se lascerete questo articolo, rimango nella posizione che vi ho già scritto all'inizio e passerò alle vie legali

Alessandra ha detto...

Se è una frottola, rettifico il tutto, Silvia, ma vorrei che mi smontassi TU, punto per punto questi benedetti diritti. Sono cose che tu non vuoi in Italia, giusto? SI' o NO?

Alessandra ha detto...

Se lo farai, toglierò l'articolo senza nessun problema, visto che mi ritengo una persona corretta e che ammette i suoi sbagli.

Anonimo ha detto...

No Ale, se l'articolo e' scorretto, lo devi rettificare a prescindere dal fatto che Silvia desideri o meno parlarci della sua associazione. Non e' bello sentirsi attribuire frasi non proprie. So, perché ti conosco, che sei in perfetta buonafede, ma l'errore va ammesso integrando il post che hai scritto.

Silvia Layla Olivetti ha detto...

Credevo, dal tono dei miei commenti, che la mia opinione sugli 11 punti fosse abbastanza chiara. Visto che non è così, preciso:
1) libera costruzione di moschee col contributo statale: NO (sufficiente che venga garantito il diritto di culto in luogo idoneo)

2)concessione di facile e rapida cittadinanza e ricongiungimento familiare per gl’immigrati: NO (la cittadinanza va data secondo ciò che prevede la LEGGE ITALIANA, il ricongiungimento familiare però dovrebbe essere garantito)

3) riconoscimento giuridico delle rappresentanze religiose delle comunità islamiche, con le relative facilitazioni burocratiche e fiscali : SOLO SE RISPETTANO LE NORMATIVE VIGENTI

4) autorizzazione del regime alimentare islamico: CHE VUOL DIRE? A noi basta poter mangiare secondo le nostre abitudini/regole. Gli altri sono liberi di seguire la dieta che preferiscono

5) autorizzazione del venerdì come giorno islamico di riposo: BELLA questa domanda! Nemmeno nei paesi musulmani si sta a casa dal lavoro il venerdì: è un giorno lavorativo come gli altri.

6) assicurazione dell’assistenza religiosa islamica nei luoghi pubblici (uffici, ospedali, caserme…): NO

7) insegnamento islamico facoltativo nelle scuole statali: NO (noi proponiamo l'insegnamento della storia delle religioni in generale.Il proprio credo ognuno lo deve studiare fuori dalla scuola, questo vale x i cristiani come x i musulmani o gli ebrei. L'Italia è un paese laico, se fossimo in Egitto sarei di diversa opinione, ma qui NESSUNA RELIGIONE A SCUOLA)

8) riconoscimento del matrimonio islamico poligamico e della conseguente “famiglia allargata” (harem): NO se si tratta di celebrare matrimoni poligamici in Italia, ma sono dell'opinione che se uno viene in italia avendo già 2 mogli, queste debbano avere gli stessi diritti

9) autogestione delle comunità islamiche nei luoghi (enclaves) in cui essi costituiscono la maggioranza assoluta dei residenti: NO

10) riconoscimento della competenza giuridica dei tribunali coranici sui membri e sulle associazioni musulmane: NO, in Italia vige una legge diversa ed è quella che noi rispettiamo qui. La sharjah stessa ci dice di rispettare le leggi del paese in cui viviamo. Ovviamente se fossi in un paese musulmano avrei un diverso punto di vista. Ma vivo in Italia e ho intenzione di rispettare questa legge (che comunque mi consente di rispettare anche la legge della mia religione)

10) in generale, inserimento del diritto islamico (shari’àh) nell’ordinamento giuridico italiano: NO (non perchè ritengo sbagliata la legge del Corano, ma semplicemente perchè in Italia vige la legge italiana e non abbiamo intenzione di cambiarla. Nessuno lo chiede e anzi il mio Movimento farà a breve dei corsi di Costituzione Italiana per immigrati)

Io sono italiana e morirò italiana: essere italiana non mi impedisce di essere anche musulmana, le due cose possono coesistere perfettamente. Si può rispettare il Corano e anche la Costituzione pienamente. non date retta a chi dice cose non vere sull'Islam. Chi lo fa vuole solo fomentare odio.

Ora, per cortesia, modificate il vostro articolo. Grazie

Alessandra ha detto...

D'accordo, Silvia. Come vedi, ho tolto questo post, spiegando le motivazioni.

Anonimo ha detto...

Tutto e' bene quel che finisce bene, con questo auguro a tutti una buona notte ^_^'

Alessandra ha detto...

Anche a te.

Anonimo ha detto...

Santissima pazienza, ogni tanto spunta fuori una nuova convertita con l’avvocato e un’associazione islamica peraltro inutile visto che in Italia vige una legge che tutela TUTTI indipendentemente dal culto professato. Al contrario, per inciso, della Sharia. No, gli islamici hanno bisogno di leggi speciali, gli islamici sono discriminati, gli islamici sono le povere vittime e via con le petizioni contro il rogo del corano quando in Pakistan un giorno sì e l’altro pure bruciano i testi acri di altri culti. Quando in Nigeria, i musulmani non bruciano la Bibbia ma i cristiani (notizia di qualche minuto fa). Già, quelli non sono autentici musulmani. E vogliamo parlare di Arabia Saudita visto che il loro, quoto, «“RESPONSABILE QUESTIONI ISLAMICHE” è SHEIKH HAMAD MAHAMAD, IMAM DI VENEZIA (LAUREATO IN SHARJAH IN ARABIA SAUDITA)». Uno che ha studiato sharia in Arabia Saudita quale islam, di grazia, potrà mai diffondere in Italia? Quello di pace, amore, tolleranza? O quello che vieta ai seguaci di altre religioni, come fanno i sauditi, di possedere bibbie. O ancora, quello che insegnano nelle scuole (già all’asilo) e cioè che i miscredenti sono bestie immonde da soggiogare e umiliare; che gli ebrei sono porci e scimmie eccetera? E prima che la “presidentessa” apra bocca: ho studiato diritto islamico proprio in un Paese del Golfo confinante con l’Arabia Saudita, alcuni professori erano sauditi, quindi so cosa insegnano, cosa pensano di noialtri miscredenti, o nel mio caso, di noialtri apostati; quali sono i loro obiettivi e soprattutto – sono diventati esperti in questo – come diffondere l’islam in occidente. Peraltro mi basta leggere questo: Il Movimento per la tutela dei Diritti dei Musulmani a Gaza con la Freedom Flotilla, per farmi venire i conati.

Anonimo ha detto...

Il commento sopra è mio.
stefania

Anonimo ha detto...

A me interessa solo sapere cosa questa educata e ben informata (sull'eventuale Jihad legale da condurre, finanziata da chi, me lo chiedo anche io - come altri utenti su FaceBook -) signora cerebrolavata (e meglio, cerebrosporcata) pensa dei punti seguenti:

. Circoncisione (ovvero: Mutilazione genitale maschile, e femminile - vedi: Sunnah -);
. Poligamia maschile soltanto;
. "Cultura" dell'Onore e relativi Delitti d'Onore;
. Diritto maschile di divorziare dalla moglie, o dalle mogli, con un sms, e mancanza di qualsivoglia Diritto unilaterle da parte della donna, a divorziare (dall'unico marito che si può sposare);
. Verginità femminile e ... da testare, al Matrimonio (senza aver mai convissuto prima);
. Custodia dei figli al padre, al maschio, in caso di Divorzio,
. Legge islamica della Reddah (condanna degli Apostati dell'Islam, Divieto di lasciare l'Islam, obbligo di aderire all'Islam);
. Taqyyia (regola per cui è lecito, anzi d'obbligo, mentire al Prossimo per farsi i propri Interessi - islamici ed islamisti -, e per proteggere e diffondere - diffondere - l'Islam);
. Supremazismo araboislamico (per cui l'Arabicità sarebbe superiore a tutto il resto e a tutti gli altri) e l'Islam l'unica/-o Religione/Politica/Sistema sociale autorizzato;
. Jihad islamica passata (Colonialismo, Imperialismo, Schiavismo praticati dall'Islam in passato - sin dal suo inizio -, e che vengono ancora praticati);
. Matrimoni fozati (la femmina deve obbedire al padre, fratello, marito e i figli devono obbedire ai genitori);
. Pedofilia (islamica) - Muhammad aveva 50 anni quando Aicha "la preferita", sic, ne aveva 6! E 3 anni dopo, all'atto di scoparsela, pardòn, lui 53 e lei 9! -;
. Apartheid islamica (i generi/sessi devono essere divisi e i "kuffar" devono essere separati dagli islamici);
. Cimiteri separati e privati per gli islamici (perché i "kuffar" sono sporchi - ... - e non sono degni di essere seppelliti vicino ad un/-a islamico/-a, e meglio, un/-a islamico/-a non può abbassarsi - ! - ad essere seppellito/-a vicino ad uno - sporco - "kafir");
. (...).

Mi/ci faccia poi sapere (con la stessa sollecitudine con cui ha preso posizione contro il post in oggetto).

1 abbraccio a Vitu' e Fra', da Acti Vist.

Alessandra ha detto...

Ah, beh, ce ne sarebbero di cose da dire a Silvia... Come il fatto che lei vorrebbe che le mogli di poligami in Italia avessero gli stessi diritti: ma è la poligamia, che non rispetta i loro diritti! A priori !!!!

Anonimo ha detto...

Cosa voglio dire? Se vuoi essere rispettato, devi rispettare a tua volta. Per quale ragione gli islamici difficilmente riescono ad avere un luogo di culto? Perché spesso nelle moschee si predica odio e razzismo verso i kuffar. Anche se un imam fosse estremamente pacifico, durante la preghiera recita il corano e conosciamo bene i contenuti di certi versetti (vedi: 9:29, 48:28, 9:5, 33:60 eccetera). Per finire, ne abbiamo le scatole piene dei convertiti, dei loro piagnistei, della loro arroganza, delle loro pretese e della loro ipocrisia, del loro perenne vittimismo. Non esiste solo l’11 settembre, signora convertita, ci sono gli attacchi a Londra, Madrid, Beslan. Ci sono le decapitazioni, gli sgozzamenti, le minacce di morte e via dicendo. Vogliamo parlare di cosa accade alle minoranze religiose nei “paradisi” islamici? In Arabia Saudita, ad esempio, dove ha studiato il suo sheikh; o in Egitto, Nigeria, Pakistan, Palestina e in ogni altro “paradiso” islamico. Se l’islam non fosse quello che è, cioè un culto razzista, discriminatorio, belligerante, maschilista e via dicendo; se gli islamici non credessero al fatto che l’islam è un culto “universale, eterno, immutabile” e quindi che la sharia è una legge “universale, eterna e immutabile” , la gente si relazionerebbe agli islamici esattamente come si relaziona ai testimoni di Geova, ai valdesi, ali adoratori degli alberi, alle wiccan, cioè, non ce ne importerebbe una benemerita cippa. Ognuno crede in ciò che vuole senza rompere i coglioni al prossimo. Tuttavia, ogni santissimo giorno leggiamo di islamici che accoppano cristiani, di islamici che minacciano di morte chi critica l’islam, di convertiti che si fanno saltare in aria o appoggiano il terrorismo islamico, di islamici che predicano odio e razzismo nelle moschee, di islamici che rompono coglioni ovunque si trovino, di islamici che tentano in tutti i modi di tappare la bocca a chiunque con la scusa che tutte le religioni devono essere rispettate (certo, loro rispettano i culti altrui), di convertiti che fondano associazioni su associazioni per i diritti dei musulmani quando la nostra legge tutela TUTTI, e via dicendo. Posso dire che la lettera inviata a Magdi è patetica o sarò querelata dall’avvocato della signora? Posso ricordare che i “pacifisti” della flotilla erano così pacifici che hanno pensato bene di portarsi della armi o sarò querelata?
stefania

Anonimo ha detto...

Non riesco a postare la prima parte del commento. O almeno, io non riesco a visualizzarlo. stefania

Alessandra ha detto...

Certo, Stefania, avevo capito cosa volevi dire!!! :-)

Anonimo ha detto...

Sono troppo pigra per riscrivere tutto, quindi in breve (Ale, se dovesse apparire più volte, cancella pure): la signora è utente di un forum dove si possono leggere meravigliosi commenti. Ne posto alcuni:
“«Pensate a cosa sarebbe il mondo senza gli ebrei: non ci sarebbe la bomba atomica, virus, guerre, malattie, la cia, l’11 Settembre… (…) Nn ho molta dimestichezza con gli ebrei, anche perchè quì in Italia molti hanno cambiato nome, cognome, religione (ufficialmente) è difficile riconoscerli, ma nn impossibile, uno di loro, peraltro marocchino, mi ha detto che lo sono il 98%…e la pace sia con chi segue la retta via»

E, sempre parlando di ebrei: “Aspetta e spera, io aspetto dal 1968, che finisce la guerra e spariscono i moscerini; la guerra continua i moscerini sono sempre al loro posto.”

“tu nn elimineresti una zanzara che si è introdotta in casa tua anche se stà ferma pacificamente sul muro? Io credo di sì, perchè sai che come ti addormenti quella ti succhia il sangue”
http://www.ajyalitalia.it/forum/discussioni-interculturali-vf44/ma-fino-dove-israel-vuole-arrivare-vt4347.html

«Noi Musulmani non abbiamo bisogno di nessuna democrazia e civiltà. Tenetevi i vostri costumi da prost. e le vostre usanza e lasciate in pace chi vuole vivere secondo le tradizioni.»
http://www.ajyalitalia.it/forum/discussioni-interculturali-vf44/amare-gli-altri-nella-loro-diversita-vt3914.html

«ha detto il Messaggero di Dio Saydina (l’ Onorevole) Muhammad ” gli ebrei sono la prima causa di corruzione della società mondiale. Gli domandarono: poi chi? Rispose: i cristiani. Poi chi? Le donne E poi? Le donne E poi? Le donne. ” Sadaqarasulullahi Saydina Muhammad. (…) io AMO le donne, senza le donne nn c’ è vita! Addirittura in Tunisia ne ho prese 2, che pregano, hanno il hijeb (nn come la marocchina ruby), mi ubbidiscono…AL HAMDULILLEH. Ha detto il Nessaggero di Dio Saydina Muhammad” la buona donna è quella che ubbidisce a suo marito “»
http://www.ajyalitalia.it/forum/discussioni-interculturali-vf44/amare-gli-altri-nella-loro-diversita-vt3914.html

Stai a vedere che anche questo commento è falso e che qualcuno si è impossessato della sua identità o che non sono autentici musulmani o che si tratta di libertà di opinione.
Questo è il suo commento sul forum succitato (ché noi i nostri compitini a casa li facciamo e nessuno ci prende per i fondelli, neppure una "plurilaureata" con associazione e avvocato al seguito):
“salam w alaikum a tutti voi, fratelli e sorelle. Desidero ringraziarvi per il sostegno e i vostri contributi. Continuiamo a farci sentire e a far valere i nostri diritti, garantiti ma solo in teoria, dalla Costituzione italiana...poveretti, tutti coloro che ci fanno del male e ci odiano sentendosi migliori di noi... non sanno che davanti all'Altissimo i migliori sono solo coloro che hanno + fede, a prescindere dalla nazionalità, dallo status sociale ed economico....che Allah li illumini tutti. Silvia Layla Olivetti”
http://www.ajyalitalia.it/forum/discussioni-interculturali-vf44/si-converte-allislam-ma-nessuno-le-da-lavoro-vt3957.html
stefania

Darklili ha detto...

Perchè l'ha rimosso??? Sono perchè gliel'ha detto una convertita all'islam???

Alessandra ha detto...

Proprio un bel soggetto, Stefania!!!

Benvenuta, Darklili. No, non l'ho rimosso solo per questo: prevedevo che Silvia Layla si precipitasse qui a causa del mio post e, se la mia preoccupazione fosse lei, non l'avrei neanche messo. Comunque era la mia parola contro la sua. Se non altro la discussione sta andando avanti e il personaggio si sta delineando bene lo stesso.

Mella ha detto...

E chissà se la signora e i suoi accoliti lo sanno che Olivetti è un classico, storico cognome ebraico...

Darklili ha detto...

Alessandra, incuriosita dall'argomento, sto cercando nel sito http://dirittimusulmani.it/ ma non riesco a trovare l'elenco dei loro progetti. Tu l'hai trovato?

Alessandra ha detto...

Buono a sapersi, Mella!

No, Darklili, io l'ho preso da una pagina di Facebook e non so da dove l'abbiano preso loro, perciò ho preferito cancellare il tutto.

stefania ha detto...

Peraltro, scopro or ora, che il sito della convertita è sponsorizzato proprio dal forum da me citato: http://ajyalitalia.it/forum/. In fondo alla pagina del sito si trova, appunto, lo sponsor. Andate a leggerne i contenuti (io ho salvato tutto ciò che c’era da salvare). Quindi, che venga su questo blog a fare le pulci, a minacciare querele quando avrebbe potuto semplicemente contattare Alessandra in privato e chiedere di rimuovere il post, spiegandone le ragioni più che legittime, è alquanto ridicolo e di stampo islamico. Che poi a me la frase di uno di loro -cito: “Nn ho molta dimestichezza con gli ebrei, anche perchè quì in Italia molti hanno cambiato nome, cognome, religione (ufficialmente) è difficile riconoscerli, ma nn impossibile”- mi inquieta parecchio.
stefania

Mella ha detto...

Tra l'altro poi è poco curiosa questa cosa che appena li nomini, o nomini qualcosa che li riguardi anche solo di striscio, immediatamente ti piombano addosso? Con milioni tra blog, forum, siti ecc., loro sempre lì pronti. Quanto gli costa avere sempre tutto sotto controllo? Quanto gli costa monitorare milioni di siti per avere informazioni in tempo reale? E chi fornisce tutti questi soldi?

Anonimo ha detto...

Ma poi, avete letto gli 11 punti corretti dalla signora convertita?

- il ricongiungimento familiare però dovrebbe essere garantito

Ha idea di quanti figli, nipoti, fratelli, cugini (con famiglia propria) abbiano gli islamici? Noi dovremmo garantire a TUTTI questi il ricongiungimento? E di grazia, chi li dovrebbe mantenere se non riusciranno a trovare lavoro? E vogliamo parlare della piaga delle spose bambine? Di quegli islamici che chiedono il ricongiungimento di figlie, nipoti, cugine che poi risultano essere giovani mogli? Dovremmo aspettarci la collaborazione delle ambasciate islamiche?

Sorvolo sulle altre boiate per arrivare a questo:

- se uno viene in italia avendo già 2 mogli, queste debbano avere gli stessi diritti

E poi dite che volete rispettare le norme vigenti. In Italia la poligamia è un REATO. PUNTO. L’islamico, se vuole venire in Italia, si porta UNA sola moglie, altrimenti se ne sta a casa propria. Fa un piacere alle altre consorti e soprattutto a noi. E un ipotetico datore di lavoro dovrebbe pagare gli assegni familiari per le due, tre, quattro famiglie?

Questo ultimo commento poi, sarebbe da incorniciare:

« Io sono italiana e morirò italiana: essere italiana non mi impedisce di essere anche musulmana, le due cose possono coesistere perfettamente. Si può rispettare il Corano e anche la Costituzione pienamente. non date retta a chi dice cose non vere sull'Islam. Chi lo fa vuole solo fomentare odio.»

Ma chi volete prendere per i fondelli?
stefania

Anonimo ha detto...

Il mio Olivetti è differente.

Alessandra ha detto...

Mi piacerebbe sapere cosa ne dicono i musulmani e LE MUSULMANE di nascita, di Silvia Layla...

enricofucarino ha detto...

Mille e una donna, la signora silvia layla olivetti dovrebbe darci dimostrazione di quello che dice! Prendere quei 11 punti e stamparli nel suo sito affermando che mai e poi mai verranno richieste certe cose! Invece di negare a parole dovrebbe fare i fatti! In caso contrario si deve pensare che la verità è questa, e poi Silvia ammettilo che è così e che non farai quello che ho appena detto perchè sai che è la verità! Mille e una donna non ti lasciare intimorire da certe minacce inutili perchè è facile impaurire le persone che di legge ne masticano poco!

enricofucarino ha detto...

Mille è una donna hai ricevuto il mio messaggio? Perchè non l'ho visto più! Fammi sapere grazie! :)

enricofucarino ha detto...

A mio parere hai sbagliato a cancellare il post, perchè è un modo per evitare che la gente sappia!

Alessandra ha detto...

Enrico, penso di aver ricevuto tutti i tuoi messaggi e di tuo non ho cancellato nulla. Forse ho sbagliato a cancellare il post, ma i commenti ci sono e, ripeto, il personaggio si capisce in ogni caso.

Anonimo ha detto...

Parlando della convertita (ché il diavolo fa le pentole ma non i coperchi) ho trovato alcune sue perle su Souad Sbai, ovviamente sul forum che sponsorizza il SUO sito.

«Salam w alaikum.....perfettamente d'accordo sul futuro rappresentante dell'Islam nel Parlamento italiano. Nel mio post precedente mi ero tenuta sul vago, ma credo che tutti noi sappiamo a chi mi stessi riferendo quando ho parlato dell'attuale "portavoce dell'Islam" in Italia. Mi riferivo a quella certa signora musulmana che attualmente è la nostra rappresentante, ma che appartiene al partito di Berlusconi ed è anche molto amica dell'On. Santanché. Questa signora musulmana, che dovrebbe tutelare i nostri diritti in Italia, di fatto si sta battendo x rendere illegale anche il semplice velo e per far chiudere le moschee. In più, pretende di rappresentare l'Islam in Italia girando con la camicia sbottonata fino all'ombelico e coi capelli al vento e dicendo che i musulmani osservanti sono tutti potenziali terroristi. E' perciò proprio per cercare di arrivare piano piano ad avere un rappresentante dell'Islam in Italia più degno di quella signora che stiamo dando vita a questa iniziativa. Lo so che c'è un fortissimo malcontento da parte dei musulmani per il fatto che sia proprio quella signora lì il nostro portavoce in Parlamento. Ho ricevuto centinaia di lamentele in merito e sfoghi amari, soprattutto da parte di sorelle indignate. Per questo spero, insha'Allah, di fare un buon lavoro nel nome del VERO Islam. Ma anche se non dovessi arrivare al mio scopo, sarei comunque contenta di averci provato con tutte le mie forze e di avere lottato nel tentativo di oppormi alla politica islamofobica di quella signora ipocrita che offende ogni giorno la nostra religione. Come musulmana non mi sentirei bene se accettassi senza fare nulla una cosa del genere. Sento il dovere di lavorare per cercare veicolare il vero messaggio dell'Islam. Non possiamo permettere che sia quella signora la "testimone" dell'Islam in Italia. La sua non è una da'wa accettabile, è fuorviante. E vuole sviare anche gli altri.»


http://www.ajyalitalia.it/forum/discussioni-interculturali-vf44/movimento-per-la-tutela-dei-diritti-dei-musulmani-vt4035.html
stefania

enricofucarino ha detto...

Ma dico stiamo scherzando? Questo è il modo con cui vorrebbero rispettare la scelta di ogni individuo? Abbiamo ragione quando diciamo che il velo è una costrizione! Stai attenta che se non ti comporti come l'islam vuole, ti isoliamo, ti sputtaniamo, ti screditiamo e se insisti le conseguenze saranno peggiori. Loro ragionano così, come nel medioevo!

Mella ha detto...

Oddioddioddio, coi capelli al vento! Avete sentito gente?! Coi capelli al vento gira quella %#$$&^*!!!! Io quasi quasi la lapiderei, guarda!

Alessandra ha detto...

Perle anche su Magdi Cristiano Allam e il Movimento "Io amo l'Italia"...
Si lamenta che, da quando porta il velo, nessuno le dà più lavoro...
Anche se non ha detto papale papale di volere quegli 11 diritti per i musulmani, il quadro su di lei è completo.

Alessandra ha detto...

SOUAD SBAI CON LA CAMICIA SBOTTONATA FINO ALL'OMBELICO??? MA DOVE L'HA VISTA????? HAHAHAHAHAH !!!

Anonimo ha detto...

Che poi è buffo, parlando di abbigliamento islamico, la convertita stigmatizza il «provincialismo (tutto italiano)».

http://www.ajyalitalia.it/forum/discussioni-interculturali-vf44/si-converte-allislam-ma-nessuno-le-da-lavoro-vt3957.html

Noi italiani provincialotti e razzisti non assumiamo plurilaureate islamiche solo per via del velo! Quando «ha selezionato lei stessa del personale per un fast-food», il suo unico obiettivo «era scegliere la persona più indicata per il ruolo richiesto, non controllare se aveva l'orecchino al naso». Poi in quel forum, lontana da giornalisti, tv e miscredenti ficcanaso, sottolinea con sdegno l’abbigliamento della Sbai: “camicia sbottonata fino all'ombelico e capelli al vento”. Cioè, ma vi rendete conto? Capelli al vento, la scostumata! E la camicia sbottonata fino all’ombelico? Farebbe andare in fibrillazione tre quarti di umma, sta svergognata!
(Dov’è l'iniziale baldanza della signora convertita, quella che “se non togli immediatamente quel post ti querelo perché io c’ho pure l’avvocato di fiducia!)

Stefania

enricofucarino ha detto...

Infatti la volevano avvelenare e ci stavano riuscendo se non era che la chiamavano d'urgenza in un'altro posto! ora è costretta a mangiare pappette, yogurt, gelati, e per'ora non può magiare cose solide! Però questo non lo dice la musulmana Silvia layla olivetti!

Anonimo ha detto...

ridicola e assurda la descrizione dell.on.Sbai che non può rappresentare esteticamente i musulmani, con i capelli al vento (!!!) e la camicia vedo-non vedo! Ora si sono perfettamene capite le sue reali mire politiche. p.s. Stefania sei una forza della natura! p.p.s. si sta delineando eccome Ale! Emily

Alessandra ha detto...

Benvenuta anche sul mio blog, cara Emily! :-)

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe sapere se questa signora ora convertita all'islam, prima di esserlo, se ha fatto qualche battaglia per i diritti italiani a qualche ceto sociale intaliano disagiato, se ha mai fatto volontariato. Oppure solo ora che ha tradito Gesù, si sente in dovere di combattere per alcuni "diritti" per gli islamici? Loro hanno gli stessi diritti che abbiamo noi e niente di più. Il suo scopo è darsi notorietà per approdare in tv e giornali e non temete quando dice che manderà i legali per il semplice fatto che è reato inserire informazioni sbagliate, lo è solamente se la testata giornalistica è ufficiale, se è amatoriale si è liberi di inserire qualsiasi argomento a patto che non violi l'integrità altrui. Quante notizie sbagliate ci sono sui giornali? Sta poi a lei dimostrare che non sono vere. Quindi non temete, se la si conosce la si evita e si combatte.

Alessandra ha detto...

Gesù è stato tradito persino da due suoi discepoli... Ovviamente uno è libero di abbandonare il cristianesimo, se vuole, ma certo non di spargere odio, come fa questa qua e molti altri convertiti all'islam come lei, non risparmiando neppure musulmani di nascita laici o moderati.

Anonimo ha detto...

In un commento Mella si chiedeva come facevano questi tipi a sapere sempre tutto. Semplice, sono del’Ucoii. Nella suddetta inutile associazione c’è il figlio di Hamza piccardo, ad esempio: “La scriteriata protesta di lunedì scorso portata avanti da Piccardo, che come testimoniato dalle telecamere si è avvicinato pericolosamente a Silvio Berlusconi probabilmente per aggredirlo prima di essere bloccato dagli agenti della Digos”
http://www.riviera24.it/articoli/2011/05/5/109039/silvio-berlusconi-procedera-contro-limperiese-davide-piccardo-per-le-ingiurie-nei-suoi-confronti
Ovviamente lui dichiara altro. Lui si trovava in quel luogo “per caso”. Come “per caso” si trovavano, sempre quelli dell’Ucoii, davanti al Duomo di Milano quando si sono messi a pregare perché “per caso” era giunta l’ora della preghiera. E vogliamo parlare di Bologna? Esponenti dell’Ucoii si trovavano davanti alla Cattedrale “per caso” quando “per caso” è giunta l’ora della preghiera. Poi ci sono le varie figlie di esponenti islamici sempre membri dell’Ucoii.
Una delle tante missioni della suddetta associazione? Tappare la bocca ai non musulmani. Scrive la solita convertita: “Salam w alaikum, ho appena scritto alla Redazione di Annozero chiedendo le scuse di Luttwak a nome di questo Movimento per avere definito Qaradawy "prete ignorante". Inviate anche voi sul sito di Annozero una nota sull'argomento come membri del Movimento. Passate parola, grazie!”
Il cerchio si è chiuso.

stefania

Anonimo ha detto...

Siamo in una situazione di degrado pubblico dal punto di vista politico. La politica, se fatta bene, può sicuramente dare i suoi frutti e accontentare tutti. In Italia purtroppo esiste un termine, peraltro sbagliato, per esorcizzare e rendere fatuo qualsiasi pensiero ed espressione, e mi riferisco al termine "razzista". Un termine sicuramente abbastanza intrinseco in quando è riferito ad una razza; sulla terra non esistono delle razze ma solo la razza umana, ergo si evince che dicendo del razzista a qualcuno, si insulta anche se stessi. Sarebbe più opportuno proferire un termine più appropriato, partendo dal presupposto che nessuna legge mi obbliga o mi impedisce di non "sopportare" una certa etnia. Tutto questo per dire, e mi riferisco a chi vuole creare uno stato islamico nello stato italiano, che in Italia vi sono leggi che tutelano qualsiasi persona e di qualsiasi etnia, di conseguenza non ha senso creare dei movimenti per ebrei, musulmani, buddisti e altro...tutti hanno la tutela della loro dignità da leggi fatte da uomini e da altrettanti uomini che in passato hanno combattuto per questo, ponendo la loro vita alla libertà di vivere, di espressione e di pensiero per le generazioni future. La politica tutto questo non riesce a combatterlo, ma non perchè non ha i mezzi, ma perchè non sanno esprimerla in questi concetti; si alternano esponenti con il "braccino corto", che nascondono questi fatti per la paura di essere indicati come "razzisti". Un buon politico, che veramente crede negli ideali, non dovrebbe avere difficoltà, e neanche timore, nel dire a caratteri cubitali cubitali, che l'integrazione è possibile da parte italiana esclusivamente se gli "ospiti" rispettano le regole senza "inventarsi" uno stato nello stato, senza chiedere diritti speciali ( ne avremmo più diritto noi italiani). Ogni essere umano vivente in Italia ha eguali diritti e doveri e nessuno è più importante di un altro. Stranamente nessun altro credo, diverso dal cattolico, sta avanzando pretese in Italia, ma solo gli islamici, chissà come mai..meditate gente..meditate. Io credo che il loro pensiero sia: "islamizzeremo l'europa senza la spada"! Sta a noi impedirlo o accettare in silenzio!