lunedì 9 maggio 2011

AL CAIRO, SCONTRI FRA CRISTIANI E MUSULMANI: ALMENO 9 MORTI

EGITTO- ATTACCATA CHIESA COPTA NEL QUARTIERE DI IMBABA, UN CENTINAIO I FERITI

Gli assalitori credevano che una donna che voleva convertirsi all'islam fosse tenuta prigioniera nell'edificio


AL CAIRO - È di almeno nove morti e un centinaio di feriti il bilancio delle vittime degli scontri fra cristiani e musulmani scoppiati questa notte in un quartiere del Cairo: lo hanno reso noto fonti della sicurezza egiziana, senza fornire ulteriori dettagli. I disordini più gravi sono avvenuti nei pressi di una chiesa copta nel quartiere di Imbaba, attaccata da un gruppo di musulmani: secondo alcune testimonianze gli assalitori credevano che una donna che voleva convertirsi all'islam fosse tenuta prigioniera nell'edificio.

L'ESERCITO - L'esercito, intervenuto in forze, ha effettuato numerosi arresti, mentre una delle più alte autorità religiose del Paese, il Gran Mufti Ali Gomaa, ha chiesto di «non mettere a rischio la sicurezza del Paese» affermando che i responsabili delle violenze «non possono essere persone veramente religiose, cristiane o musulmane». Il premier egiziano Essam Sharaf ha convocato una riunione di emergenza del governo dopo i violenti scotri interconfessionali che hanno causato almeno nove morti in un quartiere del Cairo: lo ha reso noto la stampa egiziana. (http://www.corrieredellasera.it , 8/5)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

La cacciata del presidente aveva solo uno scopo: integralismo islamico! Stessa cosa in tunisia!
Giuseppe

Mella ha detto...

Che poi vorrei capire: i musulmani assaltano - e, tanto per cambiare, con un pretesto del tutto privo di fondamento, oltretutto -, i cristiani si fanno ammazzare, e quelli come titolano? Scontri fra cristiani e musulmani! (e coi cristiani per primi, mi raccomando!) E hanno anche la faccia di tolla di chiamarsi giornalisti, hanno!

Anonimo ha detto...

Mella, è normale. Nessno spiega bene le cose. I giornalisti dovrebbero fare della gavetta ed essere di parte! Policitizzati pure loro! Se noti, il caso d'alema che sta uscendo, è scritto come articolino. Se si fosse trattato di berlusconi avrebbero fatto dei titoloni in prima pagina.
Giuseppe

giuseppe ha detto...

rettifico: e NON essere di parte.

Alessandra ha detto...

Sì, ho notato, Mella.
Benvenuto, Giuseppe.