venerdì 29 ottobre 2010

PRIMO CORSO PER MUFTI' DONNA A DUBAI

Diventeranno guide religiose nella città araba e potranno emanare delle "fatwa" (risposte religiose) come gli uomini.

LE DONNE POTRANNO EMANARE "FATWA" COME GLI UOMINI. Il vice direttore della direzione degli Affari islamici di Dubai, Omar al-Khatib, spiega che "il corso partirà a breve e intendiamo in questo modo preparare cittadine emiratine a poter emanare delle fatwa e a dare giudizi su questioni religiose. Per farlo abbiamo deciso di far venire un'esperta egiziana di diritto islamico (però da Al-Azhar, ndr). La scelta è ancora in corso e verrà effettuata studiando i curriculum di una serie di esperte che sono in grado di formare altre donne emiratine in questo campo".

GUIDE RELIGIOSE. Il corso si incentrerà in particolare sullo studio dei commentari del Corano e dei libri di sharia. La sua durata sarà biennale e sarà in grado di fornire alle donne emiratine che lo vorranno tutti gli strumenti per poter insegnare e guidare le fedeli che vivono nella città su ogni aspetto della religione islamica. Il fatto che ci siano donne tra i futuri mufti del paese non ha destato polemiche negli Emirati Arabi Uniti. Secondo Ahmad Abdelaziz, che dirige il settore delle fatwa nell'amministrazione religiosa cittadina, "noi siamo stati i primi a dire che le donne potevano emanare delle fatwa come gli uomini. La fatwa non è altro che la risposta a una domanda su una questione che riguarda il diritto islamico. Chi risponde deve quindi sapere e questo non trova differenze tra donne e uomini". (Fonte: http://www.tg1.rai.it/ )

Mentre in Italia tiene banco un nuovo scandalo, BERLUSCONI E "RUBY", MINORENNE MAROCCHINA: http://www.newnotizie.it/2010/10/27/berlusconi-e-la-minorenne-marocchina-si-ipotizza-ricatto/ .

8 commenti:

ilMaLe ha detto...

Piano piano, molto lentamenteanche (troppo ovviamente) qui si fanno dei passettini in avanti.

barbara ha detto...

Quindi se commetto errori non saranno più solo gli uomini a decretare che merito la morte ma potrà condannarmi a morte anche una donna?! Cazzarola, questo sì che è progresso!!

Alessandra ha detto...

Vero, ci ho pensato anch'io. Però sono le fatawa di morte a dover essere proibite e sanzionate di per sè, non perchè a emetterle sia un uomo o una donna.

barbara ha detto...

Già, ma non è questo che stanno facendo, bensì il contrario, quindi non riesco proprio a vedere quale sia il motivo di esultare di questa innovazione, che ha l'unico scopo di indottrinare meglio le loro donne: se qualcuno vede una roba come questa come un passo avanti, siamo davvero senza speranza.

Alessandra ha detto...

Invece secondo me il punto è proprio questo.
Più che altro mi preoccupa che l'esperta egiziana che è stata chiamata, venga da Al-Azhar, che è notoriamente legata ai Fratelli Musulmani: potrebbe a maggior ragione emettere quelle fatawa di morte di cui sopra!
Però bisogna vedere com'è. Tantawi, per esempio, non si poteva definire moderato, ma aveva detto che il niqab avrebbe dovuto essere vietato nelle università.

Alessandra ha detto...

PS. Sappiamo comunque che non è necessario commettere errori, per vedersi colpiti da una condanna a morte su base islamica!

ilMaLe ha detto...

Per risolvere discussioni complesse come questa o per far notare critiche a mie dichiarazioni, informarmi sul mio blog, altrimenti non posso controbattere con tutti i siti che frequento.

http://ilmale.ilcannocchiale.it/

Nordlys ha detto...

Già le donne musulmane spesso sono più pompate dei loro mariti. Un islam femminista sarebbe solo più violento di quello che già è.