domenica 23 gennaio 2011

PAKISTAN, DONNE CONTRO LA POLIGAMIA PICCHIANO IL MARITO IN PUBBLICO

PUNJAB – La poligamia può riservare brutte sorprese. Mian Ishaq, pakistano della provincia di Punjab, è sposato con tre donne. Lunedì 3 gennaio si presenta, accompagnato dalla terza consorte, al matrimonio di un amico. Qui ad attenderlo ci sono le prime due mogli. «Sappiamo che vuoi sposarti per la quinta volta e che ne hai una quarta nascosta», accusano urlando Mehvish e Uzma. «Meriti di essere umiliato in pubblico per il tuo comportamento». Le donne schiaffeggiano il marito e, una volta a terra, lo pestano con le scarpe. Dopo fanno irruzione nella sala e ribaltano i tavoli. «Sono tutte bugie», prova a giustificarsi l’uomo. «Giuro sulla mia vita di avere solo tre donne».

Qui il video:

http://www.youtube.com/watch?v=7RMCZwy4HIg

(Fonte: http://lafinestrasulfronte.wordpress.com/ )

19 commenti:

Stefano. ha detto...

BRAVISSIME!!!!!!!!!!!!!!!!!
Legna, legna legna sulla schiena del poligamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Alessandra ha detto...

Anche la prima moglie avrebbe dovuto menare il marito quando si è preso la seconda e la seconda per essere già sposato con la prima. Hanno già aspettato troppo.

patrizia battisti ha detto...

Bravissime!! Uno schiaffo al poligamo anche da parte mia!

Anonimo ha detto...

ciao Alessandra l'ho riportanto dopo averlo preso da te, (compreso il link al tuo blog) ma ho messo l'altro video, quello completo, dove si vede che le mogli arrabbiate sono più di due e che poi vanno adistruggere i tavoli con su i regali e la famiglia della sposa che cerca di difenderlo, evidentemente la futura quinta moglie era di quella famiglia.
Adriana Bolchini - Lisistrata

Alessandra ha detto...

Ciao Patrizia, benvenuta anche sul blog! :-) Queste donne sono state grandi!

Grazie, Adriana. Allora metto anch'io quel video lì!

Johnny ha detto...

Questa non l'ho capita. Da una parte menano il marito poligamo, da un'altra stanno bene attente a che il niqab lasci in vista solo gli occhi?
Si decidano.

Alessandra ha detto...

:-) Eh, bèh, un passo alla volta. Benvenuto, Johnny! Ti conosco?

vins ha detto...

Ottimi commenti! però vorrei sapere una cosa: perché in occidente se un marito picchia la donna che lo tradisce viene condannato moralmente; mediaticamente; giudiziariamente e, anche lì siete tutte ad applaudire!
p.s.
Probabilmente non hai gli "attributi" per pubblicare questo commento.

Alessandra ha detto...

Ciao Vins, non ho capito il tuo commento. Non ci sono censure sul mio blog, percui i commenti si pubblicano automaticamente. Se tu hai avuto gli "attributi" (se di attributi si può parlare in questo caso) di pubblicare il tuo, figurati se io non ho gli attributi per lasciarcelo!

vins ha detto...

Allora Onore al tuo blog che non censura. Mi perdonerai ma sono abituato a non veder pubblicati i miei commenti sui siti di donne, quando i commenti sono fuori dal coro.
Non mi hai capito, forse colpa mia, allora ripeto il conceto:
Da parte delle donne, come al solito due pesi e due misure: Quando a pestare per un tradimento in Italia è un uomo, lo si massacra in tutti i modi (mediaticamente e giudizialmente) TRA GLI APPLAUSI DI VOI DONNE; quando invece a pestare un uomo per tradimento sono donne, anche lì vi spellate le mani, ma stavolta per applaudire, le autrici della violenza fisica.
Insomma, è chiaro (basta leggere i commenti)che la violenza fisica vi fa schifo solo quando ne siete vittime.

barbara ha detto...

Vedo che ci stiamo spartendo i compiti da buone sorelle: io raccatto su tutti i peggiori matti della blogsfera, e tu tutti i più beceri veteromaschilisti misogini in circolazione, oltretutto anche incapaci di farsi capire al primo colpo.

Alessandra ha detto...

Caro Vins, sono sicura che il problema percui non ti vengono pubblicati i commenti sui "siti di donne", non sia la tua "voce fuori dal coro", ma ben altro: intuito femminile, per l'appunto! :-)
Evidentemente per te, occidentale, la poligamia è una cosa così scandalosa ed è normale che delle donne, per di più pakistane, per di più musulmane,menino il marito... .


Eh, che ci vuoi fare, sorella Barbara: fa parte del gioco!

Violet ha detto...

bravissime un corno
io invece trovo disgustoso che si risolvano i problemi a sberle, chiunque sia chi lo fa (senza contare che 3 contro uno non mi piace, specie se quell'uno è un tipo mite). :-(

Robert ha detto...

Scusate..Perchè si lamentano DOPO di essersi sposato con un poligamo...?

Anonimo ha detto...

I love milleeunadonna.blogspot.com! Here I always find a lot of helpful information for myself. Thanks you for your work.
Webmaster of http://loveepicentre.com and http://movieszone.eu
Best regards

Alessandra ha detto...

Visto che scaldarsi non serve, allora ti rispondo pacatamente, Violet: come avrest risolto tu, il problema?

Robert, meglio tardi che mai. Vedi comunque il mio primo commento. Forse le prime due ignoravano l'esistenza l'una dell'altra, ma hanno cercato scioccamente di coesistere, ma poi, con nuove consorti nun gliel'hanno fatta più!

Thanks, Anonimo!

barbara ha detto...

Robert: la tua domanda sarebbe valida se quelle donne avessero SCELTO, di sposarlo. Ma siccome 99 su 100 - giusto per essere ottimisti - a quel marito sono state vendute, magari a dodici anni, o a dieci, o a otto, o a cinque, direi che è una domanda del tutto fuori luogo. Quanto al penoso commento di violet, immagino che la soluzione giusta sarebbe quella di rivolgersi a un giudice, che lì è strapieno di giudici che non aspettano altro che di battersi in difesa delle donne, esporgli il problema, quindi aspettare serenamente che questi renda loro giustizia (Alessandra, voglio fare un fioretto e quindi non scriverò dove mando questa persona, ma mi autorizzi a mandarla almeno in cuor mio?)

Alessandra ha detto...

Ottima risposta a Robert, Barbara, in confronto alla mia: molto superficiale a dir poco.
Eh, dai! Ma puoi mandarcela anche qui per iscritto Violet!!!!

Fuoridalghetto ha detto...

Che coraggiose queste donne! Speriamo che non debbano subire supplizi a loro volta...